Fabio Gelo – nuovo video ”Lacrime” e concerto tributo per Michael Jackson

”Dal 2017  rivisita alcuni brani anni 60/70/80 che hanno ottenuto il consenso di generazioni.

Ha scelto di proporsi  nella forma libera dal profitto. Non esiste un progetto di vendita  per lui , ma una discografia  che aspetta  di essere vissuta da ogni singolo ascoltatore, lo stesso Fabio dichiara di  non proporsi adesso  come una realtà che punta a fare tendenza e popolarità, ma da testimone che attraverso esperienze acquisite di ognuno può reinventarsi anche se non ci sono potenti riflettori. Chi di noi ha una sua luce è giusto che non la glissi.”

Ha realizzato un brano inedito dal titolo ”Non ti dimenticherò”  è una dedica al re del pop Michael Jackson e in occasione dell’evento ‘‘A DAY FOR MICHAEL JACKSON WITH 3T” presenterà la nuova canzone.   Il concerto si terra’ presso ”Mostra d’oltremare”, ospiti speciali  per la prima volta in esclusiva italiana saranno i 3T, Taj, Taryil e TJ Jackson, figli di Tito Jackson, esponente dei Jackson Five.

Biglietti Go2.it

Per informazioni A Day for Michael Jackson With 3T – 5^ edizione del MJDay 2018

 

Biografia a cura di Tocco Personale

 Fabio Gelo (pagina Facebook) , nato e cresciuto nelle periferie di pozzuoli ,

poetico e ribelle,  con una spiccata creatività verso il mondo del Pop e hip hop,

che presto diventerà un’attitudine …

 IL NOME Fabio Gelo

da fabio inizia a sentire suo

il termine gelo per via di alcune vicissitudini che attraversa  in una fase  della sua  vita ,

uscendo da quel periodo per come racconta  lo stesso fabio -gelido”

in ogni suo sfogo /poesia ,confessa  di avere con lui un po di quel periodo

di nostalgie e memorie che ha  scaldato con un  conforto che sa darsi  con la musica.

1999 IL Primo approccio

sin da piccolo la sua passione è la musica ,svariati i generi ,

quelli in cui si riflette molto è quello del rap più popolare fine anni 90,

fabio prende spunto da  vari stili per iniziare i suoi esperimenti,

un mangianastri a portata di mano già verso i suoi 15 anni dove esiste la necessità di scrivere e creare ,

di proporre ai suoi compagni di quartiere le sue piccole creazioni , avvalendosi di un piccolo mixer e percussioni campionate

estratte dalle cassette acquistate  nei mercati di periferia , fabio ascolta la radio moltissimo e cattura ciò che lo ispira ,

nelle prime demo su musicassetta le  tematiche sono piccole denunce al razzismo e alla droga ..

 2001 IL Gruppo e le collaborazioni

Egli stesso troverà alcuni compagni disposti a creare con lui musicalmente , dalle cassette si passa ai cd ,

cominciando ad utilizzare i primi software reperibili a basso costo per auto prodursi ,

guappi in rap è il gruppo di 3 elementi  fondato da fabio che reggerà  l’unione un solo anno,

in quell’anno la loro  produttività li porta a uno pseudo  album battezzato con lo stesso nome del gruppo ,

che sarà portato alle piccole occasioni musicali di paese ,

nel brano – Berlino Fabio racconta la realtà di una ragazza innamorata che cede alla droga per amore,

il brano è frutto del film i ragazzi dello zoo di berlino il quale fabio prenderà spunto ,

in rete questo brano approderà alla fine del 2004 su youtube con un video amatoriale  avendo un buon riscontro…

 dal 2002  fabio inizierà  un percorso collaborando con varie realtà partenopee ,

Jolly Roger e nell’Urna delle ceneri sono due progetti underground rap

che vedranno la luce  in rete  sulla piattaforma my space ai primi del 2006

 Nel 2007 pubblica il suo primo album ”Vorrei che mi Chiamasse” ed è gratuito,

dove lo stesso Fabio si adopera nella realizzazione della parte strumentale, scegliendo di raccontarsi per tutte le sue esperienze amorose, l’album raggiunge 50,000 Download in meno di un’anno,

si sente molto preso da queste tematiche e il suo viaggio continuerà su questo filone ,

la sua produttività sarà sostenuta dal 2007 da alcuni piccoli  produttori italiani che si muovevano nell’underground rap nasceranno cosi alcuni dei suoi pilastri dove lui sceglie di raccontarsi in tutto quello che di estremo lo coinvolge , qui vi cito (Chi ci ha lasciato ) il tributo che fabio dedica a suo padre e a tutti coloro che hanno perso un’affetto caro , nel duo  Gelo&Hafgan  (Canone Inverso) una dichiarazione d’amore verso la musica con le musiche estratte dal film.

2008 IL DUO Gelo&Inverni

il viaggio continua e Nascono le collaborazioni con Mattia Inverni , uno dei volti del Notre Dame di Riccardo Cocciante, questo binomio sarà vincente per il genere di tematiche che fabio ha scelto di riportare ,

fabio si accosta sempre più al mondo delle melodie , si spinge da solo con le sue uniche forze,

non crede  nelle major , non invia i suoi brani , vuole tentare tutto da solo ,

Nasce un’altro album che sarà distribuito gratuitamente in rete dal nome -LEI.

 2008 Forte Attivismo

nel 2008  molte le tappe tra acqua park e locali   dove fabio sarà protagonista ,

molti anche gli eventi in cui fabio condivide pezzi della sua storia musicale,

brevi esperienze  come speaker radiofonico  e speaker in eventi musicali estivi,  

molte le interviste  per lui tra web e mondo esterno ,

con radio marte viene dedicata una giornata all’insegna del suo repertorio.

2009 LA CENSURA

nel 2009 fabio realizza il brano Giocherò con Te ,(con questo brano il rapporto tra musica e contenuto sono perfetti) e cosi arrivano  le partecipazioni  a Italias Got Talent, dura prova in cui il duo Gelo&Inverni secondo Zerbi non funziona, anche a sanremo giovani Fabio partecipa on line , ma il brano vincente dopo  una settimana dove realizza 199.000 ascolti e oltre le 60.000 preferenze sparisce misteriosamente  dal sito ufficiale della Rai.  Fabio si sente totalmente censurato da un sistema che garantisce la diffusione della qualità solo attraverso il flusso di denaro.

 2010 Attore in un Musical – ”Sacchetti in Rivolta” Antonio Diana autore e sceneggiatore teatrale capta la bravura di fabio e gli propone una partecipazione al suo musical che denuncia il  degrado delle periferie infestate di rifiuti,varie saranno le serate in cui il contributo di fabio renderà ottimale la parte musicale di questo progetto.

 La sua Pausa di Riflessione

si trova a fare i conti con una realtà che esige  forze economiche quotidianamente,

e a questo punto della sua storia , molti i rapporti interrotti , fabio inizia a condurre una vita

da operaio in un’azienda di assistenza , il tempo ristretto lo spinge al silenzio ,

alla riflessione , senza mancare nella parte creativa dietro le quinte, sia per artisti emergenti e non .

Non sente il bisogno di continuare con i suoi video , anche per l’interruzione degli accordi con i suoi contatti ,

la sua testardaggine si assottiglia giorno dopo giorno , vivendo una vita anonima e comune ,

studiando molto sui software di video produzione e acquista mezzi professionali per operare

ulteriormente in questo campo sia per se che per terzi , Close Over Bros è il nome che fabio ha scelto

per intraprendere quest’attività parallelamente al suo lavoro in azienda,

riflette  sulle sue possibilità reali e sente di nuovo  di proporsi  a seguito di un’altra esperienza amorosa finita male con il supporto di un amico comunicatore  motivatore -Tocco Personale – fabio realizza anche il video , ma questa volta  riprende  un brano ”LACRIME” del 1969 cantato da Little Tony per la prima volta, per lui questa è una sfida con se stesso non avendo una vocalità da cantante .

 

1 thought on “Fabio Gelo – nuovo video ”Lacrime” e concerto tributo per Michael Jackson”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.