Comunicati stampa Italia Musica

The Softone – “Alone and Weird” il primo singolo estratto dall’album “Golden Youth” in uscita a fine ottobre

THE SOFTONE
“Alone and Weird”
è il primo singolo estratto dall’album
“Golden Youth”

Quarto disco di The Softone ovvero l’autore e produttore partenopeo Giovanni Vicinanza. L’album, in uscita a fine ottobre, rappresenta un ritorno alle origini pop folk dell’artista, un disco intimo che nasce come uno sfogo istintivo, atto dovuto, che salva dalla mera follia. Registrato e mixato tra il Vesuvio e Milwaukee.

Facebook www.facebook.com/thesoftoneband/

Biografia The Softone

Il progetto The Softone nasce a metà degli anni Zero da una manciata di canzoni scritte in solitaria da Giovanni Vicinanza, una demo di canzoni fortemente ispirate che consentiranno al giovane cantautore di avere dei primi contatti artistici con il mondo delle produzioni musicali. Infatti, a breve, nello stesso anno, una sua cover di “Easy Lover” degli Spain viene inserita nella compilation “Keepsake vol.2”, dell’etichetta U.S.A Keepsake Recordings, ancora oggi citata nella discografia ufficiale della stessa band.
L’anno successivo vince il “Today I’m Rock”, grazie al quale suona al MEI di Faenza e compare la canzone “Song for another place” nell’omonima raccolta licenziata da AwfulBliss/Urtovox, in compagnia di artisti del calibro di Barzin e Great Lake Swimmers.
In quell’occasione esce per l’etichetta Awful Bliss il disco d’esordio “These Days Are Blue” (2008). L’album, registrato da Vicinanza al suo Lavalab Studio, viene missato da Adam Selzer (Norfolk & Western) Al Type Foundry di Portland (U.S.A) ed ottiene ottimi riscontri di critica e pubblico, portando The Softone ad esibirsi in Italia e Francia. Al di là delle Alpi la sua musica non passa inosservata ed infatti viene invitato a partecipare al “Tribute to John Williams” (2010, Winter Records) e alla compilation “Have a good night#4” di BlogUpMusique.

A giugno 2010 The Softone appaiono su DEMO L’ACCHIAPPATALENTI (Radio 1 RAI ), noto programma nazionale di musica indipendente di Micheal Pergolani e Renato Marengo, con ben 3 canzoni ( in questi 9 anni di artisti che si sono visti passare 3 brani alla prima messa in onda se ne contano una dozzina o giù di lì): All My Days, From the Backyard e For Tonight. I. Ad ottobre 2010 The Softone vengono ospitati a Saxa Rubra, per la stessa trasmissione, per una puntata speciale dedicata al loro progetto musicale. Sono tra gli 8 finalisti del Demo Awards 2010/2011, per il quale si classificano al 2° posto: la premiazione avviene nella sala 3 degli studi Rai di via Asiago, dove Vicinanza si esibisce con il brano “All my days” in compagnia del fratello controtenore Enrico Vicinanza. Nella stessa serata, in onda su Radio 1 Rai, si esibiscono artisti del calibro di Simone Cristicchi e Peppe Servillo. Nell’Estate del 2011, si esibiscono per la Rai, all’Alburni Jazz Festival di Sesse (Sa) come band di supporto del duo “Magoni&Spinetti” e al “Demofest” di Catanzaro con artisti del calibro di Giuliano Palma e i Bluebeaters e Roy Paci.

Il 26 Marzo 2012, The Softone pubblica per la label Cabezon Records il suo secondo atteso full-lenght “Horizon Tales”. Registrato e mixato al Lavalab Recording Studio da Vicinanza con la supervisione artistica di Cesare Basile, il disco si snoda attraverso le highways musicali a stelle e strisce costruite negli ultimi cinquanta anni: il blues, il folk, la roots music, il rock e il country. Dopo un tour in giro per l’Italia e la Francia, a distanza di un anno da “Horizon Tales” , The Softone torna con “Tears of Lava”, un EP ispirato che dimostra la vitalità del loro progetto musicale. Le registrazioni e il mixaggio avvengono ancora al Lavalab Recording Studio dello stesso Vicinanza, mentre il mastering viene effettuato da Gengy Di Guglielmo nell’ Elettroformati Studio di Milano.