Concerti Interviste Italia Musica

BREAK ME DOWN – In questa intervista si raccontano e presentano THE POND il nuovo album corale alternative metal in concerto al Rock’n’Roll Milano

BREAK ME DOWN
”THE POND”

è il nuovo album della band alternative metal

Concerto
Rock’n’Roll Radio Live: BREAK ME DOWN+Atwood
19 novembre dalle ore 21:00 alle 23:00
Via Giuseppe Bruschetti 11 Milano

Avete pubblicato il nuovo album ‘’THE POND ’’ a distanza di un anno del vostro EP “Resilience” .Qual è il concept del nuovo album e in cosa si differenzia dal primo EP?

Morris: A differenza di Resilience, che è stato pubblicato dopo pochi mesi dalla nostra formazione e rappresentava una sorta di dichiarazione d’intenti, The Pond è un lavoro corale che vuole raccontare tutte quelle cose che abbiamo sotto gli occhi ma che in realtà non vediamo. Nel disco ogni canzone è a sé, ma l’accomunante è che sono tutti argomenti di vita reale.

La vostra band, BREAK ME DOWN, è nata nel 2017 proponete un sound alternative metal e le canzoni sono in inglese. Avete in progetto di farvi conoscere ad un pubblico internazionale ci sono dei festival all’estero a cui vorreste partecipare?

Irene: tutti! Ovviamente essendo una band di “giovane formazione” abbiamo bisogno di farci conoscere. La lingua inglese è il miglior veicolo per arrivare ad un pubblico più ampio. Non rinneghiamo le nostre origini italiane, anzi, ne andiamo fieri, ma per il genere che facciamo la lingua inglese si sposa meglio con la nostra musica.Ma per tornare alla domanda: alcuni festival tedeschi e un paio inglesi!

La band è nata solo due anni fa, ma il vostro percorso artistico è iniziato prima, come si sono incrociate le vostre strade?

Laerte: tutto è nato da una mia idea. Dopo lo scioglimento della mia vecchia band, volevo tornare sul palco. Avevo tante idee e con l’aiuto di Beppe (Basso) e un mio vecchio amico alla batteria abbiamo iniziato a metterle giù! Successivamente si sono aggiunti Faith (la prima cantante) e Morris (chitarra). Fabio (batteria) è entrato dopo che abbiamo registrato Resilience, ma ha portato subito una mentalità molto positiva. L’ultimo cambio di lineup è avvenuto a febbraio di quest’anno con l’entrata di Irene come voce della band.

Come nascono i vostri brani, è un processo artistico che coinvolge tutti i membri della band ?

Fabio: Nella band scriviamo tutti. È un lavoro corale, di solito funziona cosi: uno di noi porta un’idea, un riff, una melodia e poi ci lavoriamo tutti insieme in sala prove. Per i testi il discorso è un po’ diverso perchè sono tematiche soggettive ed è difficile intervenire su un concetto altrui.

Dalla vostra biografia si legge che di recente c’è stato un cambiamento importante, Irene Franco è la nuova cantante. Come è nato l’ incontro con l’artista?

Beppe: è vero, recentemente abbiamo avuto il cambio alla voce con l’entrata di Irene. Ci conoscevamo già da un po’ ma abbiamo avuto modo di sentirla cantare soltanto alla jam session di Natale di un locale che frequentiamo, il legend club di Milano. Quando Faith ci ha comunicato la sua volontà di proseguire per la sua strada, abbiamo subito pensato a lei e dopo meno di un anno abbiamo già registrato un disco insieme!

Ed è cambiato il vostro approccio musicale grazie alla cantante Irene?

Laerte: Totalmente! Irene e Faith non sono solo due cantanti molto diverse, ma sono anche persone molto differenti. Hanno un loro modo personale di lavorare e noi, essendo abituati a Faith, abbiamo avuto un po’ di difficoltà nel passaggio di testimone. Alla fine però abbiamo iniziato a capire la strada che dovevamo percorrere insieme e visto il risultato che abbiamo ottenuto direi che siamo stati bravi.

Il vostro sound alternative metal trova ispirazione anche da musicisti internazionali?

Morris: Ovviamente ci ispiriamo a band internazionali come Alter Bridge, Korn, Nothing More, Pantera ma senza disdegnare le realtà italiane sia internazionali che dell’underground.

L’11 ottobre avete pubblicato il videoclip THE NOOSE, vostra è l’idea e la realizzazione.E’ la prima volta che affrontate la parte produttiva di un videoclip?

Fabio: singolarmente abbiamo avuto già diverse esperienze con le nostre band precedenti ma The Noose è il primo vero video dei BMD quindi sì, è la prima produzione video e non è stato semplice realizzarla.

Che tipo di esperienza è stata?

Beppe: Avevamo pensato ad un’idea un po’ complicata ma poi ci siamo basati sulla fattibilità. Grazie alla sapiente mano del nostro regista, Lorenzo Avanzi, abbiamo concordato uno script che comprendesse due ambienti e un messaggio legato al testo della canzone. Abbiamo girato tutto in un giorno, montando noi stessi i due set sotto il sole cocente d’agosto. Possiamo anche raccontare un piccolo incidente che ha rischiato di far saltare tutto: un set prevedeva un tendone dove al suo interno c’era una cartomante. Per realizzarlo abbiamo usato un gazebo presente nel mio giardino. Al suo interno, una volta ricoperto con drappi neri, abbiamo acceso delle candele per dare la giusta atmosfera. Un attimo prima di iniziare a girare è arrivata una folata di vento e una parte del tendaggio ha preso fuoco. Fortunatamente siamo riusciti a spegnerlo tempestivamente e a salvare sia il set che l’esito del video. Siamo molto contenti della sua realizzazione.

Ci saranno dei concerti in Italia prossimamente?

Irene: Certamente! Abbiamo già iniziato a portare in giro il nostro disco. Vi consiglio di tenerci d’occhio sui social per essere costantemente aggiornati sia sui live che sulle novità della band.

Biografia, I Break Me Down sono un gruppo musicale fondato nel 2017 e suonano Alternative Metal.
I testi e le sonorità sono legate alla voglia di rivincita dei 5 musicisti nei confronti delle sfide che hanno affrontato nella loro vita.
Risollevare la testa dopo l’ennesimo colpo mostrando forza e voglia di combattere. La line-up attuale vede Irene Franco alla voce, Laerte Ungaro e Morris Steel alle chitarre, Giuseppe “LoChef” Greco al basso e Fabio Benedan alla batteria. I loro live concentrano in un’unica e potente emozione tutta la carica e l’energia da cui nascono le loro canzoni.
Nel gennaio del 2018, hanno pubblicato il loro primo Ep “Resilience”, registrato e mixato al Magnitude Studio da Matteo Magni, contenente 3 brani inediti, scritti e prodotti dalla band stessa. Nel febbraio del 2018 hanno pubblicato il video di “Warrior”, primo singolo estratto da “Resilience” Questo è il preludio al loro primo disco attualmente in lavorazione.

contatti social
Facebook www.facebook.com/BreakMeDownIT/
Instagram www.instagram.com/BreakMeDownIt/

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: