Comunicati stampa Italia Musica Testi Canzoni

Lowinsky – è uscito SEPPUKU, dopo il singolo Bandiera che anticipa il nuovo album Oggetti Smarriti

Fuori oggi il secondo singolo dei

Lowinsky

SEPPUKU

per l’etichetta Moquette Records

Il brano, da oggi disponibile su tutte le piattaforme digitali, anticipa l’uscita del disco Oggetti Smarriti, prevista a Febbraio.
Dopo la pubblicazione del singolo Bandiera, i Lowinsky tornano con un nuovo singolo Seppuku (Artist First / Moquette Records / La.Mànager).

Il brano è un pezzo indie/alt rock che si muove su dinamiche piano/forte che ricordano la scrittura nervosa dei Pixies di Doolittle, la strumentazione è essenziale e fragorosa, sono le distorsioni infatti ad evidenziare i momenti più drammatici.

vorrei solo i vestiti, sono al piano tra gli oggetti smarriti degli ospiti, parlo un poco con tutti, è come essere sempre pronto a morire o ad uccidere

Il testo si insinua tra i pensieri tragici di un aspirante suicida, nei giorni che precedono il gesto estremo. Il flusso di coscienza abbraccia diverse emozioni, dalla rassegnazione, alla rabbia, fino all’ammissione delle proprie colpe in un vortice di confusione e caos.

Link piattaforme stream https://lnkfi.re/Seppuku

Biografia, I Lowinsky sono una band indie-rock del sottobosco lombardo dalle forti tinte anni ’90 (Lemonheads, Ash, Nada Surf), calata alla perfezione nell’universo musicale odierno, composta da Carlo Pinchetti (chitarra e voce), Davide Tassetti (basso) e Andrea Melesi (batteria).
Nascono ufficialmente nel 2016 in un garage a Lecco quando Carlo e Andrea, concluse le rispettive esperienze con Finistère e Sweet&Divine, decidono di provare a concretizzare alcune idee ancora inespresse. Nel 2017 danno alla luce il primo EP intitolato semplicemente “Lowinsky”, pubblicato per l’etichetta lombarda Moquette Records. Negli ultimi due anni la band è impegnata nell’attività live e, in occasione del Record Store Day, pubblica un singolo stampato in sole 50 copie. 

Facebook http://www.facebook.com/faccelowinsky

Testo canzone SEPPUKU di Lowinsky

mentre gioca con gli altri, salgo qualche piano
non mi rivedrai più
scusa per tutti i miei colpi, forse dentro ad un pugno,
tu mi ricorderai
sai forse ho sbagliato, io non parlo più con nessuno
qualche giorno al mare, accoltellerò il mostro
vorrei solo i vestiti
sono al piano tra gli oggetti smarriti degli ospiti
parlo un poco con tutti
è come essere sempre pronto a morire o ad uccidere
mentre nuoto al largo tu sei un’idea
lontana da qui
meriti tutto il male che ho cresciuto dentro me
vorrei solo i vestiti
sono al piano tra gli oggetti smarriti degli ospiti
parlo un poco con tutti
è come essere sempre pronto a morire o ad uccidere