Italia notizie del giorno su musica est Variety

Paola Di Leo – è uscito l’EP BREAK FREE. Mando un messaggio positivo tramite ciò che amo di più: LA MUSICA

Paola Di Leo

BREAK FREE

Su tutte le piattaforme digitali l’EP
da martedì  25 FebbraioPer Honiro Ent

BREAK FREE” è l’EP di esordio di Paola Di Leo, disponibile su tutte le piattaforme digitali da martedì 25 Febbraio per l’etichetta Honiro, che ha ormai raggiunto risultati da record nella discografia italiana e punto di riferimento per l’industria musicale italiana, “BREAK FREE” è la prima pubblicazione interamente cantata in lingua inglese.

Così Paola Di Leo commenta il suo nuovo EP:

«“Break Free” sta per “liberarsi” – dichiara Paola Di Leoperché attraverso questo mio primo EP mi libero e mi apro completamente rendendomi vulnerabile. Artisticamente, dò voce e libertà alle mie emozioni, paure, e sentimenti più profondi attraverso cui si può liberare anche chiunque l’ascolti. È estremamente personale e ogni canzone tocca nello specifico un tema diverso che fa parte della mia vita: libertà, apatia, ansia, amore, dormire, e vivere. Sono temi universali che conosciamo tutti, e parlo di situazioni in cui ci si ritrova ognuno di noi. Queste canzoni sono per me molto speciali e differenti tra loro, associo ad ogni canzone non solo un tema ma anche un colore, un’immagine e una sensazione. Non è stato facile selezionare – continua Paola Di Leo– le canzoni da inserire nell’EP, ne ho tante che ho scritto negli ultimi anni e ne continuo sempre a scrivere di nuove. Ho cercato di equilibrarlo e diversificarlo sia per il genere/mood che per la data delle canzoni. Ci sono 3 canzoni più upbeat e con un mood allegro, e altre 3 ballads più malinconiche. Alcune le ho scritte nel 2016 altre sono invece più recenti dell’ultimo anno. Ci ho messo il cuore in questo EP come in tutte le canzoni che scrivo. In particolare ho voluto anche giocare sui nomi delle canzoni e il titolo dell’EP che riprende “Break” dell’ultima canzone “Break It All” e “Free” che riprende invece la prima canzone “Song of Freedom”. Questo per dare un senso di continuità e per simboleggiare la ciclicità della vita, tutto torna e ritorna, tutto è collegato e si ripete. Mi piacerebbe che le persone tramite questo mio progetto possano ritrovarsi, vorrei mandare un messaggio positivo tramite ciò che amo di più: la musica. Sono molto grata – conclude Paola Di Leo – per questo piccolo-grande primo traguardo nella mia carriera artistica ».

Il 23 Marzo 2019, Paola si esibisce con Better Day per un concorso indetto dalla casa discografica Honiro, vincendo il primo posto e un contratto per realizzare il suo primo EP “BREAK FREE” è stato anticipato dai singoli  “Song of Freedom”  e “Black Mirror”  sempre targati Honiro Ent.
Di recente Paola Di Leo  si è trasferita a New York, cuore pulsante della musica internazionale uscendo così, un po’ dalla propria “comfort zone” per mettersi in gioco anche sul mercato musicale estero.

Paola Di Leo ama la musica in inglese sia per la sua comunicabilità internazionale e sia per la sonorità della lingua stessa. Attraverso le sue canzoni esprime se stessa ed  esperienze e sentimenti universali in cui tutti possono identificarsi, usando la melodia e combinarla con le parole e cercando di condividere un messaggio e un’emozione con altre persone.

I testi sono tutti scritti da Paola Di Leo mentre le musiche e la produzione di ‘BREAK FREE’ sono di  Matteo Costanzo. Paola Di Leo, cresciuta a Roma, è una cantautrice e polistrumentista classe ’96 il suo approccio alla musica inizia sin da bambina, grazie alla vasta libreria musicale dei genitori che comprendeva Mozart, Louis Armstrong, Etta Fitzgerald, Pink Floyd, The Beatles e numerosi altri grandi classici della musica internazionale. Durante gli anni del liceo prende lezioni di chitarra e batteria, suonando quest’ultima in un gruppo ed esibendosi più volte. Impara anche a suonare il pianoforte da autodidatta e inizia a prendere lezioni di canto a 19 anni. Paola ha inoltre sempre avuto la passione per la scrittura, ma solo attorno ai 21 anni decide di condividere questa sua passione e le sue canzoni originali con il mondo. Decide così di pubblicare diversi brevi video di cover sul suo profilo Instagram. I video hanno successo e inizia così ad aumentare il suo pubblico e ad essere contattata da diversi produttori e persone dell’industria musicale.

FB @paoladileoo IG @paoladileoo

Scheda Disco
BREAK FREE di Paola Di Leo

Song of Freedom
È un inno alla libertà e al carpe diem. È una canzone che trasmette energia e spensieratezza. Nata quasi come un gioco quando l’ho scritta, è una canzone che invita ad apprezzare ogni singolo momento e piccola cosa della vita, senza smettere mai di sognare.

Black Mirror
È una canzone sull’apatia, ricca di simboli e metafore che rendono il testo quasi ermetico. È un brano che tende all’assenza di sentimenti ed emozioni ma con la ricerca di una rivelazione trascendentale. È una canzone a cui sono estremamente affezionata e che ho scelto come secondo singolo per la sua particolarità è musicalità. 

Half Shaken 
Questo brano ha come tema l’ansia. È una canzone molto ritmata che ho scritto al pianoforte l’anno scorso, pensando a quei momenti in cui ti ritrovi inglobato dall’ansia, non riesci a respirare, ti senti mille occhi addosso delle persone che ti circondano che non capiscono cosa ti stia succedendo. Soffrivo molto d’ansia da piccola, ma allora non lo sapevo. Mi capitavano dei brutti attacchi di panico quando stavo alle elementari, ricordo che il mio respiro diventava affannoso e non riuscivo a parlare. Tutti i compagni e la maestra mi fissavano e cercavano di tranquillizzarmi, ma io non ero in controllo del mio corpo. A tutti può capitare di soffrire di attacchi d’ansia o di panico, più o meno gravi, fa parte dell’essere umani. È importante capire da cosa derivano e nel caso ci sia un problema importante di fondo, farsi aiutare da degli specialisti. È importante prendersi cura della propria salute mentale.

Shut Up & Kiss Me
Volevo scrivere una canzone d’amore ma più “provocante” e sul “sexy” che sul romanticissimo malinconico su cui sono solita scrivere, e così è nato questo brano. La produzione è stata abbastanza difficile, anche perché il produttore con cui ho lavorato è Jun un mio carissimo amico che però lavora a Milano, quindi non è stato facile riuscire a incontrarci e organizzarci. Poi nel brano faccio dei cambi da strofa a pre-ritornello a ritornello che all’inizio suonavano strani. Infatti volevo fare qualcosa di particolare e di diverso, specialmente per il finale che adoro ed è inaspettato. 

When I Fall Asleep
Questa, tra le canzoni che ho scritto fun ora, è una delle mie preferite e anche una delle più intime e personali. Parlo del processo di addormentarmi che è per me molto difficile. Soprattutto negli ultimi 2-3 anni a causa di brutti incubi, alcuni di questi nominati nel testo. Questa canzone è collegata anche alla perdita di due persone importanti della mia vita in questo ultimo periodo. Questo brano è anche il più recente che ho scritto contenuto nell’EP.

Break It All
Ho scritto questo brano nel 2016 e ci tengo moltissimo. Affronta un tema presente anche nel mio primo singolo da artista indipendente “Better Day” ma in modo più profondo. Questa canzone parla di quei momenti in cui si sente un vuoto dentro che ci divora, di quei momenti in cui si vorrebbe mollare tutto perché si sente di vivere “in una nebbia di illusioni”. Eppure alla fine prevale la speranza e la vita. “Break It All” è riferito alla vita che io non spezzerò, a cui non metterò fine perché decido di “rischiare tutto” e di non “sprecare la vita”. È un brano che sfiora il tema del suicidio, con però una decisione finale positiva e pro-vita.