Comunicati stampa Programmi TV Svizzera Variety

EBU – I MEDIA EUROPEI DEL SERVIZIO PUBBLICO FORNISCONO SUPPORTO AGLI SPETTATORI IN TEMPI DI CRISI

EBU

I MEDIA EUROPEI DEL SERVIZIO PUBBLICO FORNISCONO SUPPORTO AGLI SPETTATORI IN TEMPI DI CRISI

Mentre l’epidemia di COVID-19 si è intensificata in tutta Europa, le organizzazioni dei media di servizio pubblico (PSM public service media) non solo hanno tenuto il pubblico informato, istruito e divertito, ma hanno offerto un supporto vitale durante questa profonda crisi senza precedenti

Un nuovo rapporto dell’Unione europea di radiodiffusione (EBU) mostra come le emittenti di servizio pubblico hanno risposto alle sfide della pandemia modificando rapidamente la loro programmazione.

Le organizzazioni PSM hanno offerto un supporto critico al loro pubblico in questo momento difficile. Le nuove offerte di contenuti hanno contribuito a favorire la solidarietà, hanno riunito le persone per aiutare ad affrontare la crisi e hanno sostenuto le industrie creative.

Ad esempio, in Svizzera, SRF sta aumentando la quantità di musica svizzera riprodotta attraverso i suoi canali radio per supportare artisti locali e Yle, in Finlandia, sta investendo in più contenuti culturali per fornire esperienze home theater che riuniscono i finlandesi. Nel Regno Unito, le stazioni radio locali della BBC si stanno unendo a gruppi di volontari per aiutare a coordinare il sostegno agli anziani, alle famiglie o alle persone a rischio.

Le notizie ovviamente rimangono al centro dell’offerta di PSM e il pubblico si è rivolto a PSM in numero crescente per ottenere informazioni accurate e tempestive. Le emittenti di servizio pubblico hanno esteso il numero di trasmissioni di notizie, creato talk show dedicati, fornito opportunità di interazione con il pubblico e prodotto podcast speciali, solo per citare alcune iniziative.

I dati del pubblico provenienti da 18 mercati chiave europei (tra cui Regno Unito, Francia, Spagna, Italia e Germania) mostrano che molte più persone si rivolgono al PSM per notizie affidabili e in tempo reale e informazioni sulla crisi. Nelle giunzioni chiave, la portata del bollettino serale delle notizie dell’organizzazione PSM è raddoppiata, mentre la visualizzazione giornaliera è aumentata in media del 14%. Anche gli spettatori più giovani si stanno sintonizzando in numero crescente con la visualizzazione giornaliera dei bollettini serali in aumento del 20% in quella fascia di età.

I notiziari online di PSM stanno fornendo al pubblico un flusso continuo di informazioni affidabili sugli sviluppi nei loro paesi e in tutto il mondo. La portata giornaliera è quasi triplicata nei mercati chiave e il numero aumenta man mano che la crisi si sviluppa.

L’istruzione ha anche assunto un nuovo significato per il PSM poiché le emittenti hanno intensificato la loro offerta per bambini e giovani in seguito alla chiusura di molte scuole in tutta Europa. Gli orari di programmazione dei bambini sono stati estesi, i contenuti educativi sono stati aumentati su piattaforme diverse e sono stati sviluppati nuovi contenuti per aiutare la scuola a distanza. In Spagna, ad esempio, RTVE ha lanciato una nuova applicazione web e mobile “EduClan” per mostrare video su tutte le materie scolastiche, mentre RTS in Serbia sta trasmettendo lezioni per gli studenti in TV e online.

In tutta Europa, le organizzazioni PSM hanno anche affrontato la sfida di intrattenere un pubblico che è confinato in casa e privato di molte altre attività ricreative. La Rai, in Italia, ha lanciato un nuovo canale sportivo TV con eventi sportivi d’archivio e la TV ceca ha creato un nuovo canale “CT3”, lanciato oggi, con contenuti su misura per il pubblico più anziano.

  • E le altre iniziative RAI (ndr)
    Ad alta voce audiolibri da ascoltare gratuitamente in podcast
    DIARIO KIDS  una striscia quotidiana per tenere compagnia ai bambini
    La Scuola Non Si Ferma Su RaiPlay selezioni ad hoc per genitori, studenti, docenti

Il direttore generale dell’EBU, Noel Curran, ha dichiarato:
“Le organizzazioni dei media di servizio pubblico hanno fornito un’ancora vitale a milioni di cittadini in tutta Europa durante questo periodo difficile. L’EBU continua a supportarli nel loro lavoro offrendo una rete per condividere idee e apprendere dalle reciproche esperienze, opportunità di scambio di contenuti in un momento in cui le produzioni vengono posticipate e collaborazioni per garantire report tempestivi e accurati quando è più necessario“.