Eventi Culturali notizie del giorno su musica est Svizzera Variety

WOMEN IN MUSIC DAYS – EBU lancia una nuovissima iniziativa nella Giornata per i Diritti delle Donne. I dati sono sconfortanti

L’UNIONE EUROPEA DI RADIODIFFUSIONE (EBU)
sta lanciando una nuovissima iniziativa
WOMEN IN MUSIC DAYS

L’8 marzo 2020, nella Giornata per i Diritti delle Donne dell’UNESCO. 

Quasi 400 emittenti radiofoniche dei media di servizio pubblico, dalla Germania agli Stati Uniti, dall’Australia alla Romania, mostreranno il loro sostegno alle donne di tutti i livelli musicali, dedicando il tempo di trasmissione per riprodurre musica – o contenuti correlati – esclusivamente da donne. 

Dalla musica classica al rock / pop fino al jazz, le donne hanno infranto i confini della musica per secoli – ma alcune evidenze suggeriscono che abbattere le barriere in prospettiva è difficile

Un recente studio del Media Intelligence Service dell’EBU ha esaminato i rapporti di genere tra spettacoli dal vivo, piattaforme di streaming e genere. Risultati : le donne rappresentano solo il 30% dell’intera forza lavoro nel settore della musica. Solo il 10% dei nominati ai Grammy tra il 2013-2019 erano donne nella musica classica, il 31% dei musicisti nelle più grandi orchestre del mondo erano donne (2018); e le principali case discografiche avevano un divario retributivo di genere del 34% a favore degli uomini (2018). 

Noel Curran, direttore generale, EBU:

The Women In Music Days celebrerà i risultati delle donne come compositrici, cantautrici, interpreti e artisti.  Nonostante le conquiste delle donne in tutti i generi e le specializzazioni musicali, permangono vere barriere all’accesso e all’inclusione delle donne. Ci impegniamo a collaborare con l’industria musicale per promuovere l’equità, la diversità e l’inclusione, a beneficio di tutti “.

Tony Hall, direttore generale, presidente della BBC e della EBU:

Questa importante iniziativa della EBU segna l’incontro delle organizzazioni dei media di servizio pubblico per celebrare davvero l’incredibile contributo delle donne alla musica – un contributo che troppo spesso è stato non riconosciuto e sottovalutato in il passato. Rappresentare la società in tutta la sua diversità è un principio fondamentale dei media pubblici, garantendo che riflettiamo adeguatamente le comunità che serviamo. Questa iniziativa è fondamentale a tale scopo e ha il potenziale per avviare nuove conversazioni, porre domande pertinenti sulla rappresentanza femminile e, in definitiva, promuovere la parità di genere a tutti i livelli “. 

I membri dell’EBU stanno offrendo una vasta gamma di programmi a supporto del progetto, da concerti speciali a lungometraggi e interviste, tra cui: una line-up femminile dedicata all’evento “Festival By Night” della BBC 6 Music a Londra; un servizio su FM4 di ORF (Austria) intitolato “Il passato, il presente e il futuro dell’hip hop femminile“; un concerto Jazz dal vivo su FIP (Radio France) con le cantanti Rhoda Scott e Anne Ducros; e un recital dedicato alle opere delle compositori rumene contemporanee. 

ECCO COSA DICONO DELL’INIZIATIVA WOMEN IN MUSIC DAYS

Marin Alsop, direttore principale della Vienna Radio Symphony Orchestra : ‘Quando ho iniziato, la maggior parte delle persone non credevano che avrei mai realizzato il mio sogno. Oggi le donne sono indubbiamente sulla loro strada assumendo posizioni che sono state fuori portata per secoli – posizioni che hanno il diritto di raggiungere, proprio come i loro colleghi maschi. Certo, c’è ancora molto lavoro da fare: devono abbattere le barriere; i pregiudizi arcaici devono essere superati; le strutture devono cambiare; e il potere deve essere condiviso “.

Come ha detto la cantante Neneh Cherry a Laurent Marceau (EBU, Euroradio) il 21 ottobre 2019: ‘Penso che abbiamo ancora molte montagne da scalare. Detto questo, c’è anche un’incredibile quantità di donne gloriose che stanno emergendo in altri modi. “

La compositrice Hannah Kendall , che scriverà l’EBU @ 70 Overture, ispirata a Beethoven e che sarà presentata per la prima volta nell’agosto 2020 dalla European Union Youth Orchestra: ‘Dobbiamo continuare a sostenere attivamente, evidenziare e celebrare il brillante lavoro delle donne musiciste fino a quando raggiungere l’equilibrio e l’uguaglianza nel settore. Una varietà di voci porta a una più ampia gamma di storie che raggiungono e possono parlare a un ampio gruppo di persone, coinvolgendo gli ascoltatori in uno spettro di mondi sani che possono avere un impatto sulla loro vita in modi significativi.

Pauline Black , cantante dei The Selecter , ha commentato Laurent Marceau di Euroradio il 29 settembre 2019: ‘In questi giorni, penso che molte più donne siano impegnate nella musica ma c’è bisogno di donne impegnate a tutti i livelli, non solo di cantanti davanti alle band e cose di quel genere – ma nella produzione, nelle case discografiche e nelle persone che escono e guardano le band, cercando i gruppi e portano in qualche modo le autrici delle canzoni”.

Sofi Jeannin , ex direttore del coro di Radio France e ora direttore principale dei cantanti della BBC , afferma che, affinché le donne si interessino alla direzione, “devono avere dei modelli. […] Devono avere una formazione che incoraggi le donne ad assumerlo, ma devono anche vedere le donne a capo degli ensemble in modo che le ragazze possano immaginarlo come una possibile professione futura.”  (SM / 2020/02/14/01)

Martina Batič , succeduta a Sofi Jeannin come direttore del coro di Radio France , aggiunge: “Sono le qualità stesse di un direttore d’orchestra che sono importanti. In realtà non dovrebbe importare se è un uomo o una donna.” (SM / 2020/02/14/01)

Clara Marrero, General Manager della Radio Symphony Orchestra di Berlino , ritiene che avere donne nelle posizioni di gestione della musica non riguardi il genere. ‘Si tratta di diversità e opinioni diverse, ed è qualcosa che sta iniziando a essere preso come normale. Certo, ci vuole tempo. […] Penso che le persone ne siano più consapevoli di prima.

Mentre la musica è al centro del progetto, l’iniziativa mostrerà anche una programmazione correlata che enfatizza il contributo delle donne su temi e argomenti più ampi. 

Il membro EBU ARD, Germania, sottolinea l’importanza del progetto e il motivo per cui lo stanno sostenendo: “Women In Music Days’ ha lo scopo di sensibilizzare la società sulla disparità di trattamento nel settore della musica e di incoraggiare un ripensamento nel settore attraverso la formazione scolastica. Per questo motivo, noi di ARD siamo uniti in questi giorni “.

L’iniziativa Women In Music Days è prevista per l’8 marzo e/o nei giorni dedicati alla Giornata internazionale della donna dell’UNESCO.

#WomenInMusicDays.

Foto di copertina Mirga Gražinytė-Tyla, direttrice d’orchestra lituana

*nota dell’ EBU in merito alle rilevazioni

Questo rapporto è pubblicato dal Media Intelligence Service (MIS) della European Broadcasting Union.

MIS fornisce alle organizzazioni di radiodiffusione dei membri gli ultimi dati di mercato, le ricerche e le analisi necessarie per pianificare le loro strategie future e rimanere all’avanguardia.

I nostri esperti coprono una vasta gamma di argomenti, tra cui tendenze della TV e della radio, sviluppi dei nuovi media, struttura e concentrazione del mercato, finanziamenti e questioni di politica pubblica.

Questa pubblicazione è destinata alla distribuzione pubblica.
Le informazioni possono essere liberamente citate se la fonte è chiaramente indicata.Per linee guida dettagliate su come utilizzare questo documento e i dati in esso contenuti, fare riferimento al nostro EBU-MIS

Si prega di notare che l’EBU non è responsabile per eventuali errori o imprecisioni nei dati forniti da terze parti