Comunicati stampa Italia Variety

GIANGILBERTO MONTI e OTTAVIA MARINI – è uscito il video di ALLO CHAT NOIR il brano (1881) è considerato il capostipite della moderna canzone d’autore europea

GIANGILBERTO MONTI E
OTTAVIA MARINI

Disponibile da oggi il nuovo video

ALLO CHAT NOIR

videoclip d’autore

Dopo l’uscita a fine ottobre 2019 per Freecom del CD “MALEDETTI FRANCESI”di GIANGILBERTO MONTI con la voce e il pianoforte di OTTAVIA MARINI, primo disco italiano a vantare il patronage dell’Institut français, ecco il video di “Allo Chat Noir” . Ispirato all’omonimo brano d’apertura dell’album, tratto dalla canzone di Aristide Bruant “Le Chat Noir“, adattato in italiano da Monti ed elaborato musicalmente da Ottavia Marini, il brano (1881) è considerato il capostipite della moderna canzone d’autore europea. Nella versione di Monti & Marini si trasforma in un frammento dallo stile cinematografico.

Diretto e montato da Riccardo Covino e Andrea Trombetta degli Arca Studios di Torino e girato tra gli storici Docks Dora di sabauda memoria, il video vede la partecipazione di Francesca Marini, artist performer, oltre ad un cameo del comico Marco Carena, qui nella veste di un arcigno poliziotto. Giangilberto e Ottavia sono filmati al Teatro Verdi di Milano – un’altra location storica, un tempo sede delle prove del coro scaligero e poi intitolata al grande compositore – durante una pausa delle repliche dello show “Paris Canaille. La canzone d’autore dei maledetti francesi”andato in scena nel febbraio 2020 .

Covino e Trombetta avevano già firmato le riprese del precedente spettacolo musicale di Giangilberto Monti, “Le Canzoni del Sig. Dario Fo”, realizzato con la jazz band di Paolo Tomelleri e recentemente inserito dalla Radio Televisione Svizzera Italiana nella trasmissione “Paganini“(LA1).

Il 21 marzo su Apple Music sono usciti due album di Giangilberto Monti, ispirati, ça va sans dire, alla canzone francese: Canti Ribelli e La Belle Époque della Banda Bonnot. Mentre sul numero di aprile del mensile Vinile l’artista milanese ha firmato un’ampia scheda, “riscoperta necessaria” di Ettore Petrolini. 

La Belle Époque

Canti Ribelli