Comunicati stampa Italia Testi Canzoni Variety

SAMUELE CARA -VERTIGINI, Una ballata intensa che racconta la voglia di andare avanti senza rimpiangere quello che ti sei lasciato dietro, ora su spotify

SAMUELE CARA

in radio e digital dal 4 Giugno 
Il nuovo singolo
prodotto da MOLLA

AURORA DISCHI / METATRON / ARTIST FIRST

“VERTIGINI” è il nuovo singolo di Samuele Cara,prodotto dal cantautore di casa INRI, MOLLA.
Una ballata intensa che racconta la voglia di andare avanti senza rimpiangere quello che ti sei lasciato dietro, perché vivere è come scalare le montagne: non devi guardarti alle spalle, altrimenti rischi le vertigini.

Il graffio nella voce dell’interpretazione di Samuele si poggia con intensità sulle soluzioni orchestrali , che fondono i ritmi indie pop e la canzone d’autore, creando un delicato tappeto sonoro su cui scorrono “sospese” le parole del testo di Eros Pancrazi:

“Capitano i momenti in cui si prova una sorta di vertigine e si vede tutto con assoluta lucidità: si riscoprono energie e potenzialità nascoste, si comprende che si è stati codardi o troppo deboli. E sono i momenti in cui la nostra vita cambia.”

Il brano è stato scritto da Samuele, Eros Pancrazi e MOLLA.

Biografia, Samuele Cara nasce a Palestrina (RM) il 21/10/1997. Inizia ad interessarsi alla musica all’età di 13 anni, nel suo Background musicale ci sono Rino Gaetano, Beatles e Oasis. Partecipa a diversi contest e festival, e viene premiato come artista promettente dell’anno 2018 con la canzone Dimmi Che Non Mi Vuoi. Lo stesso pubblica i due singoli “L’amore eccetera” e “Voglio Te”. Nel 2020 arriva il brano “Un posto lontano” scritto con GIANNINI e la collaborazione con Eros Pancrazi e MOLLA con il quale produce i brani del nuovo Ep .

Mix e Mastering: Rudi Fiasco
Edizioni: Metatron / Aurora Dischi
Label: Aurora Dischi
Distributor: Artist First

Testo canzone VERTIGINI di Samuele Cara

Abbiamo perso le parole
Le abbiamo ritrovate dopo un Sorso di liquore
Ci siamo raccontati vita sogni Ansie e paure
Ci siamo chiesti cosa volessimo da noi due
Abbiamo raggiustato tutti i pezzi mezzi rotti
Lasciati a terra come sigarette e panni sporchi negli occhi tuoi ho visto quella voglia di lanciarsi i
miei aspettavano un motivo per buttarsi
E soffro ancora di vertigini
Se guardo fuori la finestra
Però sei tu quella che
Mi fa girare la testa
Tra le mie mani
Ho messo le tue
Negli occhi tuoi ho visto il giorno e la noyte
Se non mi senti
Strillo ancora più forte più forte più forte
Tra le tue mani c hai messo le mie
Nelle mie idee sei il centro tutte le volte
Se non ti sento
Grida ancora più forte più forte più forte
Abbiamo perso le parole
Le ho ritrovate mentre scrivevo una canzone
Negli occhi tue le stesse paure le stesse storie
Chissà che hai fatto con tutte le paranoie che avevi tu
E non mi dire che domani è già lunedì
Che non ci siamo persi nulla restando qui
Che se cambi programmi poi
Mi calcoli
E soffro ancora di vertigini
Se guardo fuori la finestra
Però sei tu quella che
Mi fa girare la testa
Tra le mie mani
Ho messo le tue
Negli occhi tuoi ho visto il giorno e la noyte
Se non mi senti
Strillo ancora più forte più forte più forte
Tra le tue mani c hai messo le mie
Nelle mie idee sei il centro tutte le volte
Se non ti sento
Grida ancora più forte più forte più forte
Strillo ancora più forte
Ma comunque rimani
Se l amore ci frega ci scombussola i piani
Se c’è un muro davanti
Se saremo distanti
Grida ancora più forte forte