Italia notizie del giorno su musica est Variety

Daryoush Francesco Nikzad – autore e scrittore di lunga esperienza a livello nazionale, tra cinema e teatro ha pubblicato il libro di poesie NON SCOMODIAMO BAUDELAIRE. Per trovare l’amore, o fare un disastro

NON SCOMODIAMO BAUDELAIRE

La raccolta di poesie di

Daryoush Francesco Nikzad

Per trovare l’amore, o fare un disastro

Non scomodiamo Baudelaire” è la prima raccolta di poesie del 37enne italo-iraniano Daryoush Francesco Nikzad, autore e scrittore di lunga esperienza a livello nazionale, tra cinema e teatro.
Un’opera prima che sarebbe dovuta uscire a febbraio 2020, ma la pandemia ha sconvolto i piani e la sua pubblicazione è avvenuta lo scorso maggio.

Daryoush è nato a Teheran e vive in Italia dall’età di due anni, ha studiato Scienze Politiche e Comunicazione ed attualmente scrive per teatro, cinema, narrativa e pubblicità. Collabora a un progetto editoriale innovativo di scrittura collettiva con la casa editrice Nowhere Books, culminato in un romanzo sperimentale dal titolo “8 corde tese” ed è autore di spettacoli teatrali che hanno calcato centinaia di palcoscenici in tutta Italia, come “Bukowski – a night with Hank”, “Hamburger” e “to be or not to be Chaplin”, nonché di racconti pubblicati sulla rivista “Crapula”, sulla raccolta “Racconti Pugliesi” e altre riviste online.

Non scomodiamo Baudelaire” è il suo libro-esordio, alla cui realizzazione ha contributo Tutto Il Nostro Sangue, la poliedrica rassegna musicale affezionata all’etica del diy che tra Milano e Bergamo, ogni mese, dal 2017, spazia con le sue line up in termini di genere musicale proposto ed in relazione alla provenienza dei musicisti coinvolti.
Da organizzatore di concerti a promotore di carta inchiostrata, ma con il medesimo obiettivo da perseguire: supportare le produzioni inedite indipendenti e la condivisione tra artisti.

Le poesie erano nella testa di Daryoush e nei suoi quaderni da tempo, oltre un anno, ed a trasformare appunti e idee in una raccolta ci ha pensato un bagno al tramonto, la scorsa estate, in Puglia, che ha sancito la collaborazione con i curatori Tutto Il Nostro Sangue e ha reso i suoi componimenti un progetto concreto, culminato nella stampa in 300 copie numerate a mano.
Il titolo della raccolta, “Non scomodiamo Baudelaire”, “è stata semplicemente una frase illuminante pronunciata dal mio psicologo – racconta Nikzad a Foggia Città Aperta – appena l’ho sentita ho pensato subito che potesse diventare il titolo del mio libro, era perfetta”.

L’opera è un libro di declino e amore, quest’ultimo, considerato dall’autore tema centrale del suo esordio, tematica che

racchiude tutti i sentimenti, dal più bello ai più nefasti” perché “scrivere d’amore significa rappresentare un po’ tutto l’animo umano. Io ho scritto per vedere la mia vita dal di fuori e per cercare una vita che non esiste”.

Accompagnato dalla prefazione di Qwerty Project e dalla foto di copertina di Domenico D’Alessandro, “Non scomodiamo Baudelaireè disponibile sul canale Bandcamp di Tutto Il Nostro Sangue, in alcune librerie sul territorio italiano oppure contattando l’autore tramite i suoi profili social o via email. Per chi è della provincia di Foggia, Daryoush effettua la consegna a domicilio della sua poesia, in bicicletta.

link Bandcamp

@tuttoilnostrosangue.bandcamp.com/merch/non-scomodiamo-baudelaire

Visualizza questo post su Instagram

Dal libro “Non scomodiamo Baudelaire”. Tre sono i modi per ricevere una copia: – mi scrivete un messaggino in privato – mandate una mail a d.francesco.nikzad@gmail.com – @tuttoilnostrosangue (link in bio) La prefazione è del poeta @project_qwerty La foto di copertina è di @dome.dalessandro Le foto al libro sono di @claudiamatruda . . . . . . . . #poesia #nikzad #nonscomodiamobaudelaire #baudelaire #poesiaitaliana #amore #letteratura #lettura #letture #poesiacontemporanea #poesiadamore #poesiasenzaveli #citazioni #poem #poems #poetry #lovepoems #pornpoetry #nuovevoci #nuovipoeti #poetiinediti #poeti #love #amore #cesarepavese #francoarminio #letteraturacontemporanea #poesiagiovanile #instapoet

Un post condiviso da •Daryoush Francesco Nikzad• (@d.francesco.nikzad) in data:

ESTRATTO
Soffiami l’estasi nei polmoni,
baciami le ossa
e rimetti in piedi
questa carcassa d’uomo.
Schiantami
in un frontale di corpi,
e come polvere di vetro
ce ne andremo a passeggio
leggeri e luminosi
nel tramestio dei nostri guai.

TEMATICHE PRINCIPALI
Poesie d’amore e declino.

OSSERVAZIONI SULLO STILE
Le poesie di “Non scomodiamo Baudelaire” raccontano l’amore, il declino, la quotidianità e il tempo con uno stile essenziale e di
straordinaria lucidità. Il procedere dei versi segue l’andamento del pensiero nel suo sorgere, accostando il concreto e l’astratto e sfidando
la logica in serrate armonie di contrari. I versi impiegano un lessico disadorno, in cui spiccano poche punte peregrine. La voce poetica, in
dialogo con se stessa o con un “tu” silenzioso, cattura il lettore all’ascolto grazie a un’attenta scansione dei ritmi.

L’AUTORE
Daryoush Francesco Nikzad è nato a Teheran nel 1983. Vive in Italia dall’età di due anni, ma non ha ancora trovato la sua casa. Ha
studiato Scienze Politiche e Comunicazione; attualmente scrive per il teatro, cinema, narrativa e pubblicità. Lavora anche come attore,
bartender, cameriere, poeta, bagnino, benzinaio e alzatore di gonne. Intervistato recentemente da se stesso, dichiara: mi brucia lo
stomaco.