Italia notizie del giorno su musica est Showcase Testi Canzoni

EMIS KILLA & JAKE LA FURIA – disponibile da oggi l’album 17 , in radio il singolo MEDAGLIA

“Jake La Furia è la storia del rap italiano: se ci fosse una hall of fame del genere, ci entrerebbe di diritto anche nei primissimi posti” – Rockol

“Jake La Furia è un fuoriclasse del rap nato, e ogni volta che rappa lo dimostra” – Hotmc

“Ogni volta che ci si interroga sui migliori rapper italiani di sempre il nome di Emiliano non manca mai, incastonato nella pietra della storia già dai tempi di Tecniche Perfette e dai mixtape di Blocco Recordz” – Noisey

“Emis Killa è uno di quelli che ha cambiato le regole del gioco” – Onstage

OGGI, VENERDÌ 18 SETTEMBRE, ESCE

17

IL NUOVO ALBUM DI

EMIS KILLA & JAKE LA FURIA

IN CONTEMPORANEA IN RADIO IL NUOVO SINGOLO “MEDAGLIA”

Da venerdì 18 settembre è disponibile in tutti i negozi di dischi, in digital download e nelle piattaforme streaming “17”, l’album di inediti di Emis Killa e Jake La Furia per Sony Music che inaugura la prima collaborazione insieme dei due artisti. Contemporaneamente sarà in rotazione radiofonica il nuovo singolo estratto “Medaglia”.

17” contiene 16 inediti, scritti interamente da Emis e Jake, e “Malandrino”, la traccia che ha anticipato l’uscita dell’album.

Dopo oltre 15 anni di carriera alle spalle che hanno segnato la storia dell’hip hop italiano, con “17” Emis Killa e Jake La Furia, legati da uno stretto e sincero rapporto di amicizia, si uniscono per la prima volta in un progetto discografico volto a celebrare la scuola che ha reso il rap il genere più ascoltato e di successo in Italia oggi, fondendo le tecniche, lo stile e il flow di entrambi. 

Numerose sono le collaborazioni con i migliori esponenti della scena rap di oggi presenti nel disco, che spaziano tra i diversi generi hip hop: da Salmo e Fabri Fibra, colonne portanti del genere, a Lazza e Massimo Pericolo, tra i più interessanti e apprezzati esponenti della nuova scuola, fino a Tedua, rappresentante del drill.

Tra i produttori che hanno preso parte al disco, molti sono i nomi principali della scena attuale rap: tra questi vi sono Big Fish, Chris Nolan, Boss Doms, Low Kidd, 2nd Roof e gli internazionali X-Plosive e Abaz. Viene dato spazio anche alle nuove leve come Dat Boi Dee, Kid Caesar e Young Satana.

Emis Killa ha commentato: “Quando mi avvicinai al rap italiano ero solo un ragazzino, pieno di conflitti interiori, di sogni, e di talento, anche se allora non lo sapevo ancora. I rapper che ascoltavo a quei tempi erano per me dei fratelli maggiori, chi più chi meno mi ha insegnato qualcosa, direttamente o no, nella musica e nella vita. Tra tutti però, Jake è quello che più mi motivò a provarci. Nonostante la mia ascesa, e il mio diventare “uno del giro”, ho sempre vissuto la sua musica da fan, anche dopo esserci conosciuti ed essere diventati molto amici. E da suo fan, oggi desideravo ascoltare un suo disco di quelli scritti con l’attitudine di strada, la stessa che mi ispirò diciassette anni fa. Mai avrei immaginato che lo avremmo scritto insieme”.

La prima volta che vidi Emis Killa era piccolo, arrogante e lampadato. Ma aveva quel fuoco negli occhi che ti faceva capire che ce l’avrebbe fatta. Aveva fame. E talento. Col tempo è diventato un grande rapper, ed è diventato un grande amico, e questo è molto più difficile, ve lo assicuro. Ho sempre pensato che se un giorno qualcuno avesse raccolto la mia eredità, sarebbe stato lui. Non potevo immaginare che avremmo iniziato questo processo facendo un disco insieme” – ha dichiarato Jake La Furia.

La cover, che vede i due artisti a cavallo con alle spalle Milano in uno scenario apocalittico, è stata realizzata da Paolo De Francesco, che ha già collaborato in passato con alcuni dei più importanti nomi del panorama musicale italiano, tra cui Tiziano Ferro, i Negrita, Daniele Silvestri, Fiorella Mannoia e molti altri.

Il disco sarà disponibile in tre formati: il cd standard, il doppio vinile e la deluxe edition con cofanetto, poster e ciondolo.

A partire da lunedì 21 settembreEmis Killa e Jake La Furia incontreranno i fan in 4 date in totale sicurezza e nel rispetto delle normative anticovid, diventando così i primi artisti a riprendere gli instore dall’inizio della pandemia. Gli eventi si terranno all’interno delle sale cinema The Space in collaborazione con Feltrinelli nelle città di Milano, Torino, Roma, Napoli. Sarà possibile partecipare acquistando da venerdì 18 settembre fino al giorno dell’instore la propria copia fisica nel punto vendita Feltrinelli dedicato per ogni città. All’acquisto, verrà consegnato un pass per partecipare con gli orari specifici e un modulo con tutte le info da presentare firmato il giorno dell’evento.

Finalmente possiamo comunicarvi che siamo pronti a ripartire con un instore tour ufficiale, in piena sicurezza e rispetto delle normative anticovid. Gli eventi si terranno all’interno delle sale cinema The Space in collaborazione con Feltrinelli nelle città di Milano, Torino, Roma, Napoli, tutti a partire dalle ore 14.30.Sarà possibile partecipare acquistando da venerdì 18 settembre fino al giorno dell’instore la propria copia fisica nel punto vendita Feltrinelli dedicato per ogni città. All’acquisto, vi verrà consegnato un pass per partecipare con gli orari specifici e un modulo con tutte le info da portare con voi firmato il giorno dell’evento.Emis Killa

Qui di seguito il calendario completo:

21.09.2020 – Milano, The Space Cinema Odeon, Sala 2

22.09.2020 – Torino, The Space Cinema, Sala 1

23.09.2020 – Roma, The Space Cinema Moderno, Sala 3

24.09.2020 – Napoli, The Space Cinema, Sala 1

Questi i punti vendita Feltrinelli in cui è possibile acquistare la copia fisica per prenotarsi all’instore:

La Feltrinelli Milano – Piazza Duomo

La Feltrinelli Torino – Piazza CLN

La Feltrinelli Roma – Galleria Alberto Sordi

La Feltrinelli Napoli – via Santa Caterina a Chiaia, 23 ang. Piazza Dei Martiri

Amici e colleghi da molti anni, con oltre 20 dischi di platino all’attivo e hit che hanno segnato intere generazioni, hanno già collaborato nei brani di successo “Di tutti i colori”, “Non è facile”, “Fuoco e Benzina” e molti altri. Il duo rap che più ha influenzato la scena italiana è ora pronto a sorprendere il pubblico con le proprie rime in “17”, il primo album di inediti realizzato insieme.

Album “17” TRACKLIST

  1. Broken Language
  2. Malandrino
  3. No Insta (feat. Lazza)
  4. Renè & Francis
  5. Amore Tossico
  6. 666
  7. Sparami (feat. Salmo e Fabri Fibra)
  8. Lontano da me
  9. Maleducato
  10. L’Ultima Volta (feat. Massimo Pericolo)
  11. La mia prigione
  12. Toro Loco
  13. Gli Amici Miei (feat. Lazza)
  14. Medaglia
  15. Il Seme Del Male
  16. Cowboy (feat. Tedua)
  17. Quello che non ho

NOTE BRANO album 17 di Emis Killa e Jack La Furia

BROKEN LANGUAGE
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, Davide Totaro, D. Degrate – Prod. Dat Boi Dee)
La traccia che apre il disco è la più breve di tutto il progetto e si presenta come vero e proprio manifesto di “17”. I due artisti espongono subito le loro intenzioni fin dall’attacco (“Tu sappi che qua non si trappa”), rivendicando la loro appartenenza alla strada fin dalle origini del movimento, e di come, nonostante il tempo passato, siano ancora tra i protagonisti assoluti della scena.
MALANDRINO
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, L. P. Spinosa – Prod. Low Kidd)
Il brano, primo singolo estratto dall’album, racconta la sensazione di ribellione vissuta durante l’adolescenza dei due artisti, quando la fame per il successo si scontrava con la difficile vita di strada. Oggi, Emis e Jake possono guardare al passato con la soddisfazione di chi ce l’ha fatta, nonostante tutte le difficoltà e gli ostacoli.
NO INSTA (feat. Lazza)
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, J. Lazzarini, C. Lazarica – Prod. Kid Caesar)
In “No Insta” Emis Killa e Jake La Furia prendono le distanze da alcune declinazioni del rap contemporaneo, in cui troppo spesso l’apparenza e il personaggio hanno più importanza delle rime e della musica. I due rapper richiamano alla memoria i momenti in cui si sono fatti strada e hanno costruito una reputazione solo con la gavetta e la determinazione, quando i social ancora non esistevano e l’unica carta possibile da giocare era il proprio talento. Lazza, che canta il ritornello,
rappresenta la nuova generazione che ha raccolto il testimone dei fondamenti del rap più autentico.

Lazza ha commentato: “Ketamusic è stato il disco che mi ha spinto a iniziare a scrivere. Qualche anno dopo Ketamusic 2 mi vedeva come unico doppio featuring. Mi sembra di rivivere quel momento, anche se questo disco avrà un peso ben diverso, e io stesso che all’epoca ero solo un ragazzino con meno di una decina di migliaia di supporters, ho in mano una responsabilità ben diversa. Quando ho sentito “Serpi” per la prima volta ho pianto. Oggi non è cambiato niente, mi fa ancora piangere. Mi fa piangere perché non c’è mezza parola che puzza di finto, al contrario di quasi tutto quello che sento dire oggi nei pezzi di chi si avvicina a sta roba. Quando qualcosa è vero rimane, come il fatto che quando Jake rappa non ce n’è per nessuno”.

RENÈ & FRANCIS
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, P. Miano, F. Vaccari – Prod. 2nd Roof)
Il brano è il racconto della vita di Francis Turatello e Renato Vallanzasca, capi delle due bande più note della Milano degli anni ’70. Emis e Jake vestono i panni dei due criminali, raccontando ciascuno il percorso personale e le motivazioni che hanno spinto i due a vivere nel segno della malavita, rimanendo comunque fedeli al proprio credo, fino alla fine.
AMORE TOSSICO
(F. Vigorelli, S. Rampoldi, I. Pozzi, M. Dagani, M. M. G. Franchiolla, W. Somà – Prod. Big Fish) In “Amore Tossico” la voce è solo di Jake La Furia, che su una base ballad racconta un rapporto malato, esausto, che porta il protagonista dentro un vortice senza fine. Chi parla sa quanta sofferenza si trascina con sé questo legame ma al contempo non riesce a farne a meno. 666 (E. R. Giambelli, F. Vigorelli, D. Madeddu – Prod. Young Satana) Questa traccia ripercorre tutti gli stilemi del rap più autentico la strada, le lunghe notti sempre al limite, la vita vissuta al massimo della velocità senza paura delle conseguenze. Lo stile è crudo, la base musicale in 4/4 lascia spazio alle barre e al flow di Emis e Jake, che ancora una volta,
dimostrano i loro punti di forza attraverso la tecnica.
SPARAMI (feat. Salmo e Fabri Fibra)
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, M. Pisciottu, F. Tarducci, P. Miano, F. Vaccari – Prod. 2nd Roof) Questo brano vede la partecipazione di due dei massimi esponenti del rap italiano: Fabri Fibra, colonna storica e vera e propria icona del genere, e Salmo, autore degli album cult “Helvissback” e “Playlist”. I quattro artisti insieme danno vita a un brano di puro intrattenimento, in cui ciascuno porta il proprio stile unico e il flow riconoscibile.

Fabri Fibra ha commentato su Instagram: “ll disco di Emis Killa e Jake La Furia si chiama 17 quindi già mi piace. Spesso mi arrivano critiche da persone che parlano più di quanto ottengono. Ne ho visti tanti di chiacchieroni e ogni volta è sempre lo stesso film. Il ritornello che ho scritto per questo pezzo è dedicato a loro quindi grazie per l’ispirazione”. “Mi sono trasferito a Milano nel 2012, Emis Killa è stata la prima persona che ho conosciuto. Era uno dei rapper più forti della nuova scena, rimasi colpito dal pezzo “K.I.L.L.A.

Nonostante fosse 5 anni più piccolo di me aveva già esperienza da vendere, parlava velocissimo sembrava un extrabeat continuo. Oltre ad essere ancora un caparbio rapper strafottente è una persona dal cuore d’oro! Cosa posso dire di Jake La Furia? Un giorno abbiamo fatto serata insieme, non sono riuscito a stargli dietro. Sono scappato. Le barre in “cani sciolti rmx” sono le mie preferite da sempre. Per me, come per voi, Jake è una vera leggenda!” – ha invece detto Salmo.
LONTANO DA ME
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, J. Ettorre, M. Dagani, M. M. G. Franchiolla – Prod. Big Fish) “Lontano da me” è la frase che il protagonista di questo racconto dice alla propria donna, poiché sa che con lo stile di vita che conduce non sarà mai in grado di portarle la felicità che cerca. Dopo i due brani precedenti, fortemente energici, in questo caso i due artisti riprendono fiato con una ballad dal ritornello fortemente melodico.
MALEDUCATO
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, D. Madeddu – Prod. Y. Satana) Il lato più sfrontato e sfacciato di Emis e Jake emerge in questo brano, in cui i due artisti si
divertono a suon di rime nel raccontare uno stile di vita eccessivo.
L’ULTIMA VOLTA (feat. Massimo Pericolo)
(A. Vanetti, E. R. Giambelli, F. Vigorelli, P. Miano, F. Vaccari, D. Vrettakos – Prod. 2nd Roof) “L’Ultima Volta” racconta la storia di un’amicizia che attraversa molti anni, nasce infatti quando i protagonisti ancora vivevano secondo la legge della strada e la vita regalava ben poco. I percorsi poi sono costretti a dividersi, chi raggiunge il successo e chi, invece, non riesce a liberarsi dalle catene della malavita. Nel brano c’è la partecipazione di Massimo Pericolo, tra le voci più apprezzate della nuova generazione che ha riportato in auge il rap nella sua forma più essenziale.

Il rapper Massimo Pericolo ha dichiarato: “Nel 2009 rappavo già e ovviamente ascoltavo i Dogo; Jake raccontava la strada di Milano e io ci rivedevo tante cose della provincia. In quell’anno è arrivato anche Emis e ha aperto gli occhi a tutti su come, per fare il rapper, l’importante sia rappare. Non si atteggiava né vestiva come gli altri, ma ha vinto il Tecniche Perfette. Sono due artisti che hanno influenzato pesantemente me e il rap italiano. È anche grazie a loro se oggi posso vivere di questa musica, per questo sono felice e orgoglioso di aver partecipato al loro disco.”

LA MIA PRIGIONE
(E. R. Giambelli, E. Manozzi – Prod. Boss Doms) È la volta del brano solista di Emis Killa, che in questo brano si spoglia della corazza e mostra un lato più intimo di sé. L’artista con la mente ripercorre gli inizi e cosa il successo gli ha portato via,
tra amici che lo hanno tradito, persone che si interessano solo al suo personaggio e non alla sua persona, e la mancanza di fiducia verso gli altri. Nonostante però certi giorni difficili, Emis può guardare tutto il suo percorso con la forza di chi non rimpiange niente.
TORO LOCO
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, P. Miano, F. Vaccari, I. Abbas – Prod. 2nd Roof, Abaz)
“Toro Loco” è un brano dalle sonorità latine in cui i due rapper dichiarano di aver perso la testa per una donna con cui hanno un rapporto molto passionale.
GLI AMICI MIEI (feat. Lazza)
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, J. Lazzarini, L. P. Spinosa – Prod. Low Kidd)
La seconda traccia che vede la collaborazione di Lazza ha per protagonista un gruppo di amici che vive senza regole e senza leggi, se non quelle della vita di strada, tra episodi di malavita e uno stile di vita sfrenato.
MEDAGLIA
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, J. Ettorre, M. Dagani, M. M. G. Franchiolla – Prod. Big Fish) La “Medaglia” che dà il titolo al brano è la strada, che ha portato i due artisti a essere quello che sono oggi, anche se in fondo nulla nel loro animo è cambiato. Emis e Jake tornano con la memoria agli inizi, quando le possibilità erano poche ma i sogni nel cassetto erano grandissimi, così tanto da aver dato loro la forza di raggiungere i propri obiettivi.
IL SEME DEL MALE
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, P. Miano, F. Vaccari, I. Abbas, T. Keßler – Prod. 2nd Roof, Abaz, X- Plosive) Il brano racconta la vita sregolata dei due protagonisti, che compiono le proprie azioni senza pensare alle eventuali conseguenze, perché ormai troppo macchiati da quello che hanno vissuto.
COWBOY (feat. Tedua)
(E- R. Giambelli, F. Vigorelli, M. Molinari, C. Mazzocchi – Prod. Chris Nolan)
“Cowboy” vede la partecipazione di Tedua, artista della nuova scena che si è fatto notare negli ultimi anni con gli album “Mowgli” e “Orange County”. Nel brano gli artisti guardano alle difficoltà riscontrate durante la loro infanzia, quando i soldi erano pochi e la paura di non farcela tanta.

Tedua ha commentato: “La prima volta che ho ascoltato Jake La Furia andavo in prima media, ero sconvolto da come il nome rispecchiasse l’attitudine al microfono! Divenne da subito il mio rapper preferito, il suo esser schietto, crudo e diretto mi faceva comprendere cose che a quell’età non avrei capito altrimenti. I suoi due singoli “Serpi” e “Vida Locaerano i più forti in circolazione, fu davvero incisivo per me, scrivevo cercando di imitare il suo flow ma soprattutto il metodo di scrittura, totalmente ad impatto. Lui non sapeva neanche che io esistessi ma oggi ho l’onore di poterci collaborare. Spero sia orgoglioso di sapere che sono dove sono anche per merito suo. Ricordo come se fosse ieri la potenza di Emis in freestyle, fu il primo a rompere il canone del rapper vestito largo. Contribuì positivamente all’evoluzione del genere, portandolo alle masse con uno stile unico e davvero fresco, metricamente ed esteticamente impeccabile. Da ragazzino mandai una strofa di “broken dolls” a una mia ex, spacciandola per mia. La prima volta che ho visto “Parole Di Ghiaccio” in tv dissi: “Wow, è riuscito a fare sia una hit radiofonica, sia una perla del rap italiano”. Lui non sapeva neanche che io esistessi ma oggi ho l’onore di poterci collaborare. Spero sia orgoglioso di sapere che sono dove sono anche per merito suo.”

QUELLO CHE NON HO
(E. R. Giambelli, F. Vigorelli, Davide Totaro – Prod. Dat Boi Dee)
Il brano a chiusura dell’album è il culmine di quanto detto nelle tracce precedenti: nonostante tutti i traguardi raggiunti e i sogni realizzati con la fatica e la tenacia, la voglia di superarsi non è ancora terminata. Alla realizzazione personale non c’è mai fine perché tutto ciò che ancora non si possiede è sempre desiderabile.

Testo canzone MALANDRINO Emis Killa
Quando ero ancora un ragazzino 
Volevo fare il malandrino 
Per strada insieme a mio cugino 
Coi pacchi sotto al motorino come Spadino
Sembrava un film di Tarantino
Balordi che ho ancora vicino
Fanno le buste in magazzino
Col ferro sotto al lavandino come il padrino
Qui in zona basta una chiamata
E tu sparisci abracadabra
Puttane spie e gente di strada
Attorno a me come Sinatra
Mi porto in tour tutta la squadra
Tutto il locale ci squadra
Questo fa Tony Montana
Ma quando ci passa davanti nasconde orologio e collana 
Per fare la fresca mio fra suda freddo in dogana
Finisce al fresco così tanto tempo che arreda la cella come fosse casa
Quando andavo a scuola da bambino
La gente nella classe mi chiamava malandrino
E avevo già l’orecchio fino
Per le sirene “nino nino”
Quando ero ancora un ragazzino 
Volevo fare il malandrino 
Per strada insieme a mio cugino 
Coi pacchi sotto al motorino come Spadino
Sembrava un film di Tarantino
Balordi che ho ancora vicino
Fanno le buste in magazzino
Col ferro sotto al lavandino come il padrino
Metti il gettone che si vola  
Gli scooter su una ruota sola 
Facciamo dentro ai fogli viola 
Le righe in una botta sola tipo vecchia scuola
Eppure camminiamo ancora 
Sopravvissuti ai pericoli 
Alle lame nel buio dei vicoli
Qui da prima della trap prima dei bicchieri di lean e prima del Vicodin 
Vivo pure dopo l’overdose  
Sono Pablo sono Keyser Söze
Sono in giro a calpestare queste piazze con la suola delle scarpe nuove
Tra la mia gente senza paura senza la pula 
Ho fatto i soldi senza fortuna senza fattura
Macchine nere timbrate 
Portano i dischi d’oro sulle strade 
Per ricordargli di onorare il padre frate
Quando ero ancora un ragazzino 
Volevo fare il malandrino 
Per strada insieme a mio cugino 
Coi pacchi sotto al motorino come Spadino
Sembrava un film di Tarantino
Balordi che ho ancora vicino
Fanno le buste in magazzino
Col ferro sotto al lavandino come il padrino

Testo canzone NO INSTA Emis Killa ft Lazza 
Anche nella sfiga nera vita vera no insta
Mio fratello muove fili alzando kili oh issa
Con lei prima mi presento e poi la bagno col Cristal
Le metto le palle dentro come fossi un golfista
Metto sia la fama che la strada in una A16
Tu zio dici il nome del quartiere ma non sei di lì
Nella disco tutti rigidi fra sembra Medellìn
Dammi il cash o vado 
Cazzo me ne fotte a me dei drink
Non mi adeguo a questa wave
Mi spiace non so che dirvi
Questi rapper col marsupio a tracolla sembrano sbirri
Va bene spenderne un po’
Ma prima impara a investirli
Versace Balmain e Gucci ma ancora non sai vestirti
Parlate e non ve le date
Più finti di SmackDown
Fra non sono io a parlare di strada
È il mio background
Sfasciato in occhiali neri al momento del check out
Di ieri ricordo solo la cena e poi black out
Come mai chi è di strada per la strada non parla di te?
Da bambino avevo i buchi nelle Air
E i miei sembravano usciti da una banlieue
So che a tutti quanti quelli come noi non gli davi un euro
E se penso a quanto spendo forse era meglio
5 kili da Vuitton come fosse niente
Fra mi insegnano il bon ton ma mi scordo sempre
Da bambino sono stato solo in strada non su Insta
Io facevo rotolare i dadi dentro a una bisca 
Ti ringrazio padre che quel giorno hai dato una spinta 
Tutta dentro a mamma che si è fatta mettere incinta 
Oggi faccio e passo il mignolo tra i denti e lo sa Dio com’è
La Furia qui è il campione della gente alla Sadio Mané
E schiaccio quella figa che hai visto sulla rivista fra
Nel cell avevo un social di foto prima di Instagram 
Brre! Raffiche di Uzi sopra i negozi chiusi 
Bottiglie e bocchini fra in 4 immersi in una Jacuzzi
Oggi ci abbassano la testa e dicono mi scusi 
Compriamo in contanti i locali da cui eravamo esclusi 
Ti offro la vista ma no foto e no Insta 
Che mio fra tiene 3 k in uno zaino dell’Eastpack
Non vede la tua faccia di cazzo e come ti vesti
Ma la strada conta tutte le volte che la calpesti 
Come mai chi è di strada per la strada non parla di te?
Da bambino avevo i buchi nelle Air
E i miei sembravano usciti da una banlieue
So che a tutti quanti quelli come noi non gli davi un euro
E se penso a quanto spendo forse era meglio
5 kili da Vuitton come fosse niente
Fra mi insegnano il bon ton ma mi scordo sempre