Italia notizie del giorno su musica est Testi Canzoni Variety

VINCENZO INCENZO – da oggi su tutti i digital store l’album EGO, è in radio il nuovo singolo L’AMORE HA UN NOME SOLO, online il video

VINCENZO INCENZO

OGGI ESCE IL NUOVO ALBUM

EGO

DA OGGI IN RADIO IL NUOVO SINGOLO

L’AMORE HA UN NOME SOLO

Da oggi, venerdì  4 settembre, è disponibile nei negozi di dischi, sulle piattaforme streaming e in digital download “EGO” (Verba Manent / distribuito da Artist First), il nuovo album del cantautore, scrittore, regista e autore VINCENZO INCENZO. Inoltre, sempre da oggi, è in radio il nuovo singolo “L’amore ha un nome solo”, Il video, diretto da Luca Brizzi.

link piattaforme stream https://lnk.to/VincenzoIncenzo_EGO

Ego, prodotto da Jurij Ricotti (Andrea Bocelli, Queen, Ariana Grande, Dua Lipa), è un disco romantico e politico, nato da una profonda riflessione dell’artista, che mettendosi coraggiosamente a nudo, racconta tutta la sua rabbia, il suo spaesamento sociale e il suo bisogno d’amore in questo presente smaterializzato, che non ha più identità, voce e differenze.

A proposito del nuovo album, Vincenzo Incenzo afferma:

“Siamo dentro un tik tok planetario in cui ci neghiamo il diritto di parola e usiamo espressioni e comportamenti indotti in un minutaggio delimitato. Nessuno ha più voglia di essere EGO, di rompere la linea, uscire dalla folla e incontrare veramente se stesso.
Io credo che l’uguaglianza abbia valore tra diversi, mi spaventa l’uguaglianza tra eguali.
EGO è il mio urto, a volte doloroso, a volte commosso, a volte passionale, con chi mi passa accanto.
La mia inquietudine politica, il mio studio “matto e disperatissimo”, tutto l’amore che sento in questa stagione della vita, sono finiti in questi versi e in queste musiche, nate in giro per il mondo, per un’opportunità misteriosa che mi è stata concessa dal destino appena in tempo nei mesi prima della pandemia.
Un progetto pensato a 360 gradi, con canzoni, immagini, scene per prossimi concerti; forse il congiungersi definitivo di tutte le mie esperienze artistiche: musica, teatro, letteratura e pittura.
Le nuove sfide sonore, i nuovi linguaggi letterari e visivi, e le esperienze vissute con i più grandi artisti italiani mi hanno illuminato la strada in lunghe, meravigliose notti di creatività.
Ora spero di eccitare, commuovere, donare riflessioni agli altri, che sono la fonte della mia ispirazione sempre; spero di restituire loro quanto furtivamente, quotidianamente, gli rubo, passandogli accanto. Con quella ingenuità mai guarita di credere ancora che una canzone possa spostare, anche di un solo centimetro, in avanti il mondo.”

Questa la tracklist di “Ego”: “Allons Enfants!”, “L’amore ha un solo nome”, “Fuori fuoco”, “Benvenuta”, “Un’altra Italia”, “Il capolavoro”, “Il paradiso”, “Rispondimi”, “L’indifferenza”.

L’amore ha un nome solo”, disponibile da oggi in radio, è una ballad con due anime melodiche che fonde pianoforte ed elettronica e che fotografa con immagini toccanti l’amore assoluto, quello che fugge dalla ragione, “quello che hai lasciato un giorno morire ma che ti inseguirà per sempre, anche quando sembrerà che avrai trovato pace e conforto in un’altra casa e un’altra vita”.

Queste le dichiarazioni del cantautore: «Per preparare questo video ho scritto una vera e propria sceneggiatura, come quando lavoro per il teatro; le note e le parole di “L’amore ha un nome solo” sono arrivate una notte tutte insieme, e ho voluto raccontare in immagini quel momento, come se una presenza pura, dall’alto, (nel video il bambino James Ricotti) stesse guidando le mie mani sul pianoforte. Ho rappresentato fisicamente il tentativo di combattere con i retaggi e i legami indissolubili dell’amore avvolgendomi a centinaia di metri di lenzuola annodate a grandi alberi. La natura non mente, come la nostra pelle. La mia nudità in alcuni passaggi vuole restituire l’idea della nostra verità più intima, più cruda e più autentica, quella verità a cui ci mette di fronte l’amore assoluto, privandoci di qualunque filtro e di qualunque difesa».

Biografia, VINCENZO INCENZO ha iniziato il suo percorso artistico come autore per Renato Zero, Lucio Dalla, Antonello Venditti, Sergio Endrigo, PFM, Michele Zarrillo, Franco Califano, Ornella Vanoni, Patty Pravo, Al Bano, Tosca, Massimo Di Cataldo, Paolo Vallesi e molti altri. È presente come autore in numerose edizioni del Festival di Sanremo: tra i brani “Cinque Giorni” (Michele Zarrillo), “Che sarà di me” (Massimo Di Cataldo), “L’elefante e la farfalla” (Michele Zarrillo), “L’acrobata” (Michele Zarrillo), “Il passo silenzioso della neve” (Valentina Giovagnini), “Un altro amore no” (Lorella Cuccarini), “L’alfabeto degli amanti” (Michele Zarrillo) e “Nel perdono” (Al Bano). Per il teatro ha scritto la versione italiana del musical “Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo di Gerard Presgurvic e “Dracula Opera Rock” su musiche della PFM, entrambi prodotti da David Zard. Ha scritto e diretto i musical “Diana & Lady D” e “Rosso Napoletano”; con Renato Zero “Zerovskij, Solo Per Amore” e con Ron “Lucio!”, dedicato a Lucio Dalla. Inoltre, ha scritto le canzoni per “Il Principe Abusivo” di Alessandro Siani con Christian De Sica e ha curato la versione italiana delle canzoni di Cole Porter in “Vacanze romane”, riconosciuta come versione ufficiale dalla Cole Porter Society. Ha pubblicato i libri “La Partitura Infernale” (Fonopoli), “Il sorriso d’avorio d’una ragazza d’ebano” (LietoColle), “Cinema Mundi” (LietoColle), “La Canzone in cui viviamo” (No Reply), “Valentina Giovagnini” (Zona), “#Romeo E Giulietta Nel Duemilaniente” (No Reply), “Zero” (Tattica). È direttore artistico e autore della mostra “ZERO” (2014), dedicata a Renato Zero. Per la televisione ha scritto canzoni per la fiction Mediaset “Non smettere di sognare” ed è co-autore della edizione 2013 di “Capodanno di Canale 5” e di “Romeo & Giulietta, una storia mai raccontata” (Raidue). La sua canzone “Creatura Nuda” è entrata nella famosa serie internazionale “Beautiful”. Le sue canzoni appaiono nei film “Il Paradiso all’improvviso” di Leonardo Pieraccioni, “Dalla vita in poi” di Gianfrancesco Lazzotti, “Ho sposato mia madre” di Domenico Costanzo e “Luce oltre il Silenzio” di Giuseppe Racioppi. Del 2018 è uscito in lingua italiana e spagnola “Credo”, il suo primo album da cantautore, prodotto da Renato Zero. Tra i numerosi riconoscimenti ha ricevuto due volte il Premio Luneziail Premio SIAE Autorila Medaglia d’argento della Camera dei Deputati per l’attività d’autoreil Premio Internazionale di Poesia Alfonso Gatto e il Premio Giffoni Film Festival.

IG @vincenzo_incenzo

Testo canzone l’Indifferenza di Vincenzo Incenzo

Dove sono stato mentre il mio Paese sprofondava in fondo al mare
cosa mi ha distratto, cosa mi ha convinto che era solo un temporale
Come ho fatto a non capire che dovevo urlare e mettermi a scavare
che tra le macerie e il fango c’era ancora tempo c’era ancora amore
Come rimanere al buio in una grotta senza neanche una lanterna
o come il destino di essere traditi sempre da chi ci governa
Siamo noi quelle balene annichilite e ormai dagli ultrasuoni in mare
che non sentono più il canto e dal dolore poi si lasciano morire

Di notte mi farei male
per non sentire i miei sogni
innamorarsi di me
Vorrei colpire il mio cuore
che non lo vuole accettare
che un premio al mondo non c’è

E perso in fondo a una stanza
morire di indifferenza

Se accettassimo che siamo tutti quanti in fuga dallo stesso male
senza più ingannarci all’ombra di una vita comoda ma così vile
nelle recite serali nelle cene uccise con un cellulare
con la prova del delitto sotto il tovagliolo il giorno di Natale

Non so più dove scappare
per non sentire il mio cuore
voltarsi contro di me
e te lo voglio confessare
che vorrei essere uguale
a chi non pensa che a sé
E senza più resistenza
morire di indifferenza