Italia Variety

PIERPAOLO LAURIOLA – online il video LE NOSTRE FRAGILI CERTEZZE il cantautore racconta la “giostra di paura e di coraggio” in cui siamo immersi

LE NOSTRE FRAGILI CERTEZZE 

è il nuovo video di 

PIERPAOLO LAURIOLA,

secondo singolo tratto dal nuovo disco di inediti 
CANZONI SCRITTE SUI MURI
.

Sorretto da un ritmo incalzante, il cantautore racconta la “giostra di paura e di coraggio” in cui siamo ormai quotidianamente immersi, alla ricerca di un lenimento per tutte le cicatrici, mentre i giorni che passano sono “canini che mordono forte”.

La regia del video è di GRAHAM ROBINSON con la collaborazione della coreografa NATALIE SU ROBINSON. Un’ambientazione urbana e attori giovani sono in primo piano in un video notturno ma ricco di freschezza e di sorrisi rubati.

Questa canzone parla di due persone che cercano una strada comune. Mi è stata ispirata da una vicenda personale. Nel testo della canzone si parla di accettazione e di fiducia. Un ritornello funky, in cui chitarre e suoni sintetici creano una bella atmosferaC’è una frase della canzone che dice: In quei giorni giocavamo a segnare il confine tra chi credevamo di essere e chi eravamo davvero. Questa frase può rappresentare bene il periodo recente che abbiamo vissuto. Possiamo diventare davvero migliori di prima?”

BIOGRAFIA, PIERPAOLO LAURIOLA è nato a Manfredonia nel 1975. Inizia a scrivere e a suonare la chitarra nei primi anni novanta. Dopo una parentesi bolognese al Dams si trasferisce a Milano dove attualmente vive. Negli anni si è fatto strada facendo numerosi concerti, scegliendo una forma di indipendenze artistica molto coraggiosa.

Come solista ha pubblicato tre album di inediti. Autore e compositore dai primi anni ‘90, ha suonato anche negli Eco, Five v. One, Catarsi e Pliskin.

Attraverso la musica ha supportato numerosi progetti sociali tra i quali l’apertura di un asilo nel quartiere popolare di Medina, al centro di Dakar, Amnesty International Italia con Amnesty in Rock, i bambini del Mozambico attraverso Humana People to People, e la dodicesima edizione di A Maggio A Baggio con il progetto Errare Humanum Est, Liberare tutti i sogni con uno speciale concerto con i detenuti del carcere minorile Beccaria. Il cantautorato è il suo riferimento con aperture al Rock e al Pop internazionale. Il suo ultimo album si intitola CANZONI SCRITTE SUI MURI.

DISCOGRAFIA
1992 – Esce Il demotape di Lontano da qui che viene trasmesso da numerose radio in particolare Radio RAI nella trasmissione DEMO e in rotazione frequente su Radio Ciccio Riccio e Radio RockFM.
2012 – Esce l’album POLVERE. Segue una stagione di concerti molto intensa che lo ha visto protagonista per ben cinque volte alle Scimmie, storico locale sul Naviglio Pavese a Milano.

2014 – Il 27 Gennaio 2014 viene presentato TARLI, un mixtape che raccoglie B-Side, Showcase, live-version e rarità. L’esperimento è quello di avere un disco aperto in cui inserire costantemente nuove idee e collaborazioni da far maturare nel tempo. Il progetto finisce con l’uscita di L’EGO che ne diventa il risultato finale.
2015 – Esce L’EGO. Un album che mi piace definire come “un amichevole schiaffo”. È “un album biologico” perché colpisce e cattura l’attenzione verso quella musica che hai dentro e che decidi di mettere a nudo senza manomissioni ed effetti speciali.
Il disco è stato presentato per la prima volta live il 5 Marzo del 2015 allo Spazio Teatro 89. Il concerto ha avuto anche uno scopo sociale poichè tutto il ricavato è andato all’associazione UnAltroMondo Onlus. Garderie Unautremonde è il progetto, avviato nel 2008, per l’apertura di un asilo nel quartiere popolare di Medina, al centro di Dakar, che mescola moderni edifici a realtà molto povere, dove vivono centinaia di donne e bambini provenienti dai villaggi rurali. L’impegno di UnAltroMondo Onlus è volto anche a favorire l’educazione scolastica.
2020 – Il 16 marzo, viene presentato in anteprima il video di SCUDO E RIPARO su SENTIREASCOLTARE. Il 13 maggio esce CANZONI SCRITTE SUI MURI, presentato in anteprima su ROCKON.
“Il disco porta questo titolo perché è il nome che ho dato al primo testo che ho scritto subito dopo un’esperienza significativa fatta a sostegno del progetto Errare humanum est presso il carcere minorile Beccaria in uno speciale concerto che ha visto il coinvolgimento dei detenuti. È un disco che ha come tema fondamentale quello della trasformazione”.

IG @pierpaololauriola