FILM TV Variety

MA RAINEY’S BLACK BOTTOM – video anteprima del film in uscita su Netflix

MA RAINEY’S BLACK BOTTOM

video anteprima del film in uscita su
Netflix

Le tensioni aumentano nel corso di una sessione di registrazione pomeridiana nella Chicago degli anni ’20, mentre una band di musicisti attende l’esecutore pionieristico, la leggendaria “Mother of the Blues“, Ma Rainey (vincitrice dell’Oscar® Viola Davis). Verso la fine della sessione, l’impavida e focosa Ma si impegna in una battaglia di volontà con il suo manager bianco e produttore per il controllo della sua musica.

Mentre la band aspetta nella claustrofobica sala prove dello studio, l’ambizioso suonatore di corno Levee (Chadwick Boseman) – che ha un occhio per la fidanzata di Ma ed è determinato a rivendicare la propria carriera nell’industria musicale – sprona i suoi colleghi musicisti in un’esplosione di storie rivelatrici che cambieranno per sempre il corso della loro vita.

Adattato dall’opera teatrale di August Wilson, due volte vincitore del Premio Pulitzer, Black Bottom di Ma Rainey celebra il potere di trasformazione del blues e degli artisti che rifiutano di lasciare che siano i pregiudizi della società a dettare il loro valore. Diretto da George C. Wolfe e adattato per il cinema da Ruben Santiago-Hudson, il film è prodotto da Fences candidati Oscar® Denzel Washington e Todd Black. Colman Domingo, Glynn Turman, Michael Potts, Taylour Paige e Dusan Brown recitano insieme al punteggio del vincitore del Grammy® Branford Marsalis.

Dichiarazione del regista George C. Wolfe

Nella canzone blues “Michigan Water”, il grande jazz Jelly Roll Morton canta in modo seducente: Michigan Water sa di vino di sherry, significa vino di sherry Mississippi Water sa di trementina …Per gli oltre centomila neri che sono emigrati a Chicago dal profondo sud durante i primi vent’anni del secolo scorso, le acque del lago Michigan devono essere state davvero inebrianti. Ma come avvertì Jelly Roll, quelle acque diventarono brutalmente significative nell’estate del 1919, quando un ragazzo di colore di diciassette anni mentre nuotava, attraversò inavvertitamente una linea invisibile di demarcazione razziale, fu attaccato e annegato.

Quando non sono stati effettuati arresti per la morte del ragazzo, i neri sono scesi in strada per protestare. Durante gli scontri che seguirono, una folla bianca prese d’assalto Bronzeville, il quartiere nero di Chicago. Cinque giorni dopo, 37 sono morti, 536 feriti e oltre mille sono rimasti senza casa. Il film Ma Rainey’s Black Bottom, adattato dall’omonima commedia del 1982, è ambientato nell’estate del 1927.

Mentre le stesse braci razziali scoppiate otto anni prima continuano a bollire, entra in un diverso tipo di esplosione, ma non per questo meno pungente
o socialmente significativo. Entra la cantante / autrice / imprenditrice dello spettacolo, la leggendaria Ma Rainey, una donna di colore di Columbus, in Georgia, abituata a obbedire alle regole di nessuno tranne le sue.

Ma Rainey, aliasThe Mother of the Blues“, è venuta dal nord per una sessione di registrazione di un giorno. Incluso nel suo entourage c’è suo nipote Sylvester, la sua nuova fidanzata Dussie Mae e i membri della band Toledo, Slow Drag, Cutler e Levee. Ma Rainey, come creato dal drammaturgo August Wilson, infrange una serie di regole, tra cui quelli dello stesso August Wilson. È l’unico personaggio dei magnifici dieci di agosto che racconta l’esistenza afroamericana durante il ventesimo secolo, basata su una persona reale. È anche l’unico personaggio LGBTQ – Ma era una lesbica dichiarata, che, nella sua canzone “Prove It on Me“, proclama sfacciatamente: Sono uscita ieri sera con una folla di miei amici Devono essere donne perché non mi piacciono gli uomini .

Altrettanto singolare di Black Bottom di Ma Rainey, presentato per la prima volta a Broadway nel 1984, è che è l’unico spettacolo del ciclo che non è ambientato nell’Hill District di Pittsburgh, il famoso quartiere dei neri in cui August Wilson ha trascorso i suoi anni formativi.

Ma l’unica qualità che il pezzo condivide con il resto del lavoro di August Wilson è il suo linguaggio straordinario; linguaggio tanto esaltato quanto viscerale e crudo.

Mentre i personaggi di Black Bottom di Ma Rainey sermonizzano, filosofeggiano, parlano di merda, si confrontano e condannano, le loro parole a cascata diventano una composizione sinfonica che celebra il dolore, la gioia e la meraviglia di essere neri, umani e vivi.

Per quanto Ma Rainey la figura storica fosse un apripista, nel 1927 il mondo stava iniziando a lasciarla indietro. Bessie Smith, la protetta di Ma e la presunta ex amante, l’aveva eclissata in termini di vendite di dischi e popolarità; e ogni settimana la Duke Ellington Orchestra poteva essere ascoltata alla radio, in diretta dal Cotton Club – la modernità di Le armoniche di Ellington, l’esatto opposto di Ma Rainey e del blues della sua jug band.

Nel film, Levee, il suonatore di corona di Ma, che ha il suo suono musicale e la sua visione del futuro, vede il suo tempo a Chicago come un’opportunità per liberarsi dalle restrizioni che hanno impedito agli artisti / artisti neri di avere le carriere creative che meritano . Levee avrà un futuro pieno di promesse e possibilità, oppure i demoni del suo passato e del nostro come Paese impediranno a lui e a noi di andare avanti, liberi e liberi?

Il blues come forma d’arte mi ha sempre colpito perché ha il potere di trasformare il paradossale (fede contro disperazione, angoscia contro desiderio) in un balsamo per il cuore pieno di speranza.

O per citare Ma Rainey:Il blues ti aiuta ad alzarti dal letto la mattina. Ti alzi sapendo che non sei solo. C’è qualcos’altro nel mondo. Qualcosa è stato aggiunto da quella canzone.

Un incredibile team di registi ha dato vita a questa storia sullo schermo:
• Diretto dal cinque volte vincitore del Tony® Award e vincitore del DGA Award
George C. Wolfe (Lackawanna Blues, The Immortal Life of Henrietta Lacks).
• Prodotto dal vincitore dell’Academy Award Denzel Washington, Academy Award
il candidato Todd Black e Dany Wolf.
• Prodotto esecutivo da Constanza Romero (Giving Voice).
• Sceneggiatura di Ruben Santiago-Hudson (Lackawanna Blues).

• Con costumi disegnati dal costumista vincitore del premio Oscar
Ann Roth (Il paziente inglese).
• E scenografia dello scenografo nominato agli Emmy®
Mark Ricker (Fuga da Dannemora, Bombshell, Trumbo).
• Il candidato all’Oscar Andrew Mondshein (Il sesto senso) ha modificato
la pellicola.
• Fotografia di Tobias Schliessler (A Wrinkle in Time, Dreamgirls).
• Ad eccezione delle canzoni originali di Ma Rainey, la musica del film è
creato dal famoso sassofonista, compositore, bandleader, storico della musica
e il produttore musicale esecutivo Branford Marsalis.

Il potente cast di Black Bottom di Ma Rainey comprende:
• La vincitrice dell’Oscar Viola Davis (Widows, Fences) nel ruolo di Ma Rainey.
• Chadwick Boseman (42, Get On Up, Black Panther) come Levee.
• Il vincitore dell’Emmy Award Glynn Turman (In Treatment, How to Get Away with
Murder) come Toledo.
• Colman Domingo, candidato al Tony and Olivier Award (If Beale Street Could
Talk) come Cutler.
• Michael Potts (Show Me A Hero, True Detective, The Wire) come Slow Drag.
• Taylour Paige (Zola, Hit The Floor) nel ruolo di Dussie Mae.
• Dusan Brown (42) nel ruolo di Sylvester.