USA Variety

Ray Angry e Imani Coppola – pubblicano il video della canzone di protesta WTML Don’t Shoot!

Ray Angry e Imani Coppola

pubblicano il video della canzone di protesta

WTML Don’t Shoot!

WTML Don’t Shoot, è una canzone avvincente, è stata creata come risposta urgente e diretta alla brutalità della polizia per creare consapevolezza del movimento Black Live Matters e fornire speranza durante un periodo buio, è ora disponibile e in streaming ovunque tramite S -Curve Records / BMG. Composta ed eseguito da Ray Angry e Imani Coppola, il cento per cento del ricavato della canzone andrà a MusiCares e alla Harlem School of the Arts presso l’Herb Alpert Center.

Meglio conosciuto per il suo lavoro con The Roots e Amy Schumer, tastierista, produttore discografico e compositore Ray Angry è ben noto per aver collaborato con Mark Ronson, Q-Tip, Sting, Queen Latifah, Leslie Odom Jr. e molti altri. Nel 2018 ha pubblicato il suo album strumentale Ray Angry One. Conosciuta per il lavoro con il suo nome e con Little Jackie, Imani Coppola è un’acclamata cantante e violinista.

Un cortometraggio / video di WTML Don’t Shoot ricrea scene di manifestanti per le strade, tutti con indosso maschere WTML (Welcome to My Life). Il video è stato diretto da T.L. Benton (Common, Maxwell, Snoop Dogg, Robert Glasper) e presenta un’apparizione come ospite di Kendra Foster (meglio conosciuta per il suo lavoro con George Clinton, P-Funk Allstars e D’Angelo).

Sul sentimento della canzone, Ray Angry dice: “La musica è un linguaggio universale, che intendo usare per unire le comunità e creare cambiamenti sociali ed economici, che è necessario nelle società di oggi in tutto il mondo. Non sparare – L’ARTE È AMORE

link piattaforme stream https://rayandimani.lnk.to/wtml

Approfondendo ulteriormente la storia e l’importanza di questa canzone, Imani Coppola spiega: “Ray e io avevamo scritto questa canzone durante un campo di scrittura per Leslie Odom Jr. a San Francisco. Non è mai stato pubblicato e sapevo che il movimento BLM cresceva che ora era il momento di rivisitarlo.Il razzismo sistemico, purtroppo, è sempre un argomento rilevante, forse più che mai. Questa canzone è estremamente personale per me poiché mio fratello è stato vittima della brutalità della polizia al liceo. Una stella dell’atletica leggera, della musica e della matematica, brutalmente colpita da due poliziotti in borghese ubriachi senza motivo. Stava semplicemente tornando a casa dopo una corsa ed è finito in ospedale per giorni Durante le proteste ero così fuori di me per la rabbia e la frustrazione, che sono scesa in piazza con il resto del mondo. Ma mi sentivo come se il mio luogo di protesta fosse ed è sempre stato in studio ed è così che posso fare un vero cambiamento nel mondo “.

IG @rayangry
IG @imanicoppola