Italia notizie del giorno su musica est Variety

THE SHAPE – WE CAN’T HAVE IT ALL anticipa la pubblicazione del nuovo album MORNING, PARADISO

THE SHAPE

WE CAN’T HAVE IT ALL

IL SINGOLO CHE SEGNA LA REUNION DELLA BAND VERONESE
IL NUOVO
ALBUM MORNING, PARADISO 
FUORI A GENNAIO PER LACANTINA RECORDS

l loro ultimo album, Lonely Crowd, è uscito nell’ormai lontano 2015; poi una lunga pausa, vite che prendono direzioni diverse. Ora però i The Shape sono tornati, perché il richiamo della foresta musicale è troppo forte. Pronti a rimettersi in gioco, i ragazzi di Verona si sono chiusi in studio con Martino Cuman (Non voglio che Clara), e hanno registrato un nuovo disco, intitolato Morning, Paradiso, che uscirà a gennaio per LaCantina Records.

We Can’t Have It All è il primo singolo tratto dall’album, di cui presenta una delle varie facce: melodie sognanti, un approccio più chill e malinconico alla composizione, linee vocali quasi d’antan. La musica dei The Shape è un sound che sfugge alle categorizzazioni sommarie di genere musicale, e questo singolo ne è la riprova, muovendosi agilmente fra un basamento rock, sensibilità pop e synth retro.

We Can’t Have It All è un bagno caldo, un momento di riflessione alla fine di una relazione. Ritrovi te stesso rivivendo le sensazioni provate; sogni un finale diverso, ma tutte le insoddisfazioni e le fragilità erano già lì da troppo tempo, ignorate. Malinconicamente ammetti che è tutto finito, ma ora che sei solo ne puoi fare realmente a meno?”

Tracklist Morning, Paradiso

  1. After This
  2. Sweet Devotion
  3. Slower, Slower, Slower
  4. I Will Not Be There
  5. Double Vision
  6. Oh, Angelo!
  7. Every Time You Go
  8. 70 – 99
  9. We Can’t Have It All
  10. Falling from the Atmosphere

Biografia, The Shape è una band nata a Verona che subito trova, tra le colline della Valpolicella, il deserto americano e le larghe distese aride dove la polvere si mischia al sudore e le giornate bollenti si confondono con le notti più buie. Nel 2012 pubblicano il loro primo EP omonimo co-prodotto da Giorgio Canali e, tre anni dopo, il primo LP Lonely Crowd, sotto la produzione di Matteo Franzan. Due fotografie di quegli interminabili paesaggi misteriosi, immaginati e immaginari, un po’ vissuti, un po’ sognati. Dopo essersi persi di vista per anni, nel 2018 tornano a lavorare su un nuovo disco, prodotto da Martino Cuman. Qui il viaggio si ferma, le sonorità si distendono e si ammorbidiscono, rimane però il mistero: non più le notti gelide ma un locale démodé, dove si respira nostalgia e romanticismo. Velluti rossi e gatti persiani invitano ad abbandonarsi alla malinconia sognante, sorseggiando un drink e guardando la festa che si svolge tutt’attorno, imperterrita e danzante.

IG @theshapeband