concerti Italia Musica Sinfonica Opera Lirica Variety

Gran Teatro LA FENICE – Concerto di Capodanno con il Direttore Daniel Harding, soprano Rosa Feola, tenore Xabier Anduaga. In diretta su Rai1

Gran Teatro LA FENICE

Orchestra e Coro del Teatro La Fenice
Maestro del Coro Claudio Marino Moretti
Direttore Daniel Harding

soprano Rosa Feola
tenore Xabier Anduaga

prima parte

Beethoven

Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore op. 60

seconda parte

Mozart Le nozze di Figaro Ouverture

Verdi  Il trovatore Chi del gitano i giorni abbella?

Verdi  Rigoletto La donna è mobile

Gounod Romeo et Juliette Je veux vivre dans le rêve

Offenbach Le contes d’Hoffmann Barcarolle

Donizetti La fille du régiment  Ah! Mes amis, quel jour de fête!

Mascagni Cavalleria rusticana Intermezzo

Verdi  La traviata E’ strano… è strano… Sempre libera degg’io

Verdi Nabucco Va pensiero

Verdi  La traviata Libiam ne’ lieti calici

È il direttore d’orchestra inglese Daniel Harding il protagonista dell’ormai tradizionale Concerto di Capodanno dalla Fenice di Venezia, che Rai Cultura propone venerdì 1° gennaio alle 12.20 in diretta su Rai1, con replica alle 18.15 su Rai5. 

Con l’Orchestra della Fenice e le voci soliste del soprano Rosa Feola e del tenore Xabier Anduaga, Harding propone una scelta di brani di grandi operisti italiani ed europei. Dopo l’omaggio a Wolfgang Amadeus Mozart nel duecentotrentesimo anniversario della morte con l’ouverture dalle Nozze di Figaro, la scaletta prevede due pagine verdiane amatissime: l’aria del duca di Mantova «La donna è mobile» dal Rigoletto e il celebre coro «Chi del gitano i giorni abbella!» dal Trovatore; seguirà l’arie di Juliette «Je veux vivre dans le rêve» dal Romeo et Juliette di Charles Gounod. Dopo la splendida Barcarolle dai Contes d’Hoffmann di Jacques Offenbach, di nuovo una prova di bravura per il tenore: l’aria «Ah, mes amis, quel jour de fête!» dalla Fille du régiment di Gaetano Donizetti.

Il celeberrimo Intermezzo dalla Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni farà da introduzione alla parte conclusiva del concerto, affidata a tre brani verdiani: l’aria di Violetta «È strano!… è strano!… Sempre libera degg’io» dalla Traviata e, come da tradizione, i due cori «Va pensiero sull’ali dorate» dal Nabucco e l’immancabile brindisi «Libiam ne’ lieti calici» di nuovo dalla Traviata.
La regia televisiva è curata da Fabrizio Guttuso.

Biografia, Nato nel 1975 a Oxford, Harding ha iniziato giovanissimo la carriera come assistente prima di Sir Simon Rattle alla City of Birmingham Symphony Orchestra e poi di Claudio Abbado presso i Berliner Philharmoniker.

Daniel Harding

Ha ricoperto incarichi presso l’Orchestre de Paris, la Mahler Chamber Orchestra, la London Symphony Orchestra e l’Orchestra Sinfonica della Radio Svedese, ma è stato ospite di tutte le più prestigiose istituzioni musicali del mondo, dai Berliner e Wiener Philharmoniker al Festival di Salisburgo, al Teatro alla Scala. Dirige il Concerto di Capodanno alla Fenice per la terza volta, dopo i successi del 2010-2011 e del 2014-2015.

Biografia soprano Rosa Feola, ha debuttato nel ruolo di Corinna (Il viaggio a Reims) con Kent Nagano all’Accademia di Santa Cecilia all’età di 23 anni.È giunta all’attenzione internazionale vincendo il 2º premio assoluto, il premio speciale Zarzuela e il premio Rolex del pubblico all’Operalia di Plácido Domingo nel 2010.

soprano Rosa Feola

L’anno successivo, ha debuttato nel ruolo di Adina (L’elisir d’amore) al Teatro dell’Opera di Roma,[8] in quello di Susanna (Le nozze di Figaro) al Teatro La Fenice di Venezia, e in quello di Micaëla in (Carmen) alla Deutsche Oper Berlin. Ha cantato Inez ne I due Figaro di Mercadante al Festival di Salisburgo (in coproduzione con il Ravenna Festival, il Teatro Real di Madrid, il Teatro Colón di Buenos Aires) diretta dal Riccardo Muti con il quale ha mantenuto una lunga collaborazione da allora. La registrazione realizzata al Ravenna Festival è stata pubblicata dall’etichetta Ducale.

Nel 2012, con Muti e la Chicago Symphony Orchestra ha debuttato negli Stati Uniti d’America in Carmina Burana di Carl Orff al Millennium Park di Chicago e all’apertura della stagione concertistica della Carnegie Hall di New York. Al Ravenna Festival, con la regia di Cristina Mazzavillani Muti, ha debuttato nel ruolo di Gilda (Rigoletto), uno dei suoi ruoli preferiti, nel quale ha debuttato anche all’Opernhaus Zürich (2013), alla Bayerische Staatsoper (2015), alla Lyric Opera of Chicago (2017), e al Metropolitan Opera di New York (2019). Nel 2014, ha debuttato alla Wigmore Hall per Rosenblatt Recital Series con il pianista Iain Burnside.

Il 2015 e il 2016 sono stati anni importanti per la sua carriera. Ha debuttato nel ruolo di Elvira alla Welsh National Opera in una nuova produzione de I puritani, ottenendo recensioni entusiastiche e vincendo il “Best Female in an Opera Production” del Wales Theatre Awards[20] e il “What’s On Stage Opera Poll 2016” in Gran Bretagna. Del 2015 è il suo primo album intitolato Musica e Poesia con composizioni di Ottorino Respighi, Giuseppe Martucci, Amilcare Ponchielli, Ciro Pinsuti, e Franz Liszt. L’album è stato una “scelta dell’editore” nell’edizione di marzo di Gramophone e ha ottenuto la nomination per Solo Vocal del 2016 al Gramophone Classical Music Awards. La Feola ha ottenuto la nomination come interprete femminile all’International Opera Awards del 2016, assieme a Anna Bonitatibus, Mariella Devia, Christine Goerke, Evelyn Herlitzius e Anna Netrebko.Nel 2016, ha cantato nel ruolo di Nannetta (Falstaff) nei concerti con la Chicago Symphony Orchestra, sotto la direzione di Muti, in occasione del 400º anniversario della morte di William Shakespeare, realizzando così il suo primo recital negli USA a San Francisco. Ha partecipato ai BBC Proms alla Royal Albert Hall di Londra con un concerto di arie di Mendelssohn e Mozart,e interpretato Susanna (Le nozze di Figaro) per il suo debutto con la Wiener Staatsoper. Ancora con la Wiener Staatsope e la direzione di Riccardo Muti a Yokohama (Giappone), ha interpretato Susanna nella storicha produzione di Jean-Pierre Ponnelle. Nel 2017 ha partecipato al Concerto di Capodanno del Gran Teatro La Fenice di Venezia diretta da Fabio Luisi, interpretando musiche di Bellini, Donizetti, e Verdi. Il concerto è stato trasmesso da RAI e ARTE.Ha poi debuttato al Teatro alla Scala ne La gazza ladra diretta da Riccardo Chailly in occasione 200º dalla prima rappresentazione alla Scala (1817). L’opera è stata trasmessa in diretta radiofonica su RAI-Radio3, in diretta televisiva in Italia su RAI 5 e in versione cinematografica in Italia e all’estero su “All’Opera”.

Feola si uniranno a Riccardo Muti e l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini per il concerto inaugurale di Ravenna Festival 2020 del 21 giugno alla Rocca Brancaleone, interpretando musiche di Mozart. Questo concerto nello storico spazio all’aperto con le norme di distanziamento sociale è stato il primo concerto con pubblico in Italia dopo quasi quattro mesi di lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19. È stata trasmessa in diretta radiofonica su RAI-Radio3 e in streaming su Ravenna Festival Live.

Ha debutto nel ruolo di Violetta (La traviata) al Teatro Gabriello Chiabrera del 16 ottobre 2020 con la regia di Renata Scotto che ha il suo debutto con questo ruolo al questo teatro nel 1952.

Biografia tenore Xabier Anduaga Nel 2016 ha partecipato all’Accademia Rossiniana di Pesaro , dove è comparso nel ruolo descritto di Cavalier Belfiore a Rossini opera s’ Il viaggio a Reims . Ha fatto il suo debutto professionale in un’opera in scena al Teatro Arriaga , Bilbao , come il principe in La Cenerentola di Rossini nel 2016. Successivamente è apparso in Le siège de Corinthe di Rossini e altri ruoli al Rossini Opera Festival Anduaga ha interpretato il ruolo da protagonista del Conte Almaviva ne Il Barbiere di Siviglia di Rossini a San Pietroburgo, Rouen, Pechino, Parma e Parigi.

tenore Xabier Anduaga

Come Ernesto (Ricciardo e Zoraide) a Pesaro, come Leicester (Il Castello di Kenilworth) e Gennaro (Lucrezia Borgia) al Donizetti Opera Festival sotto la direzione di Riccardo Frizza, come Don Ramiro (La Cenerentola) al Teatro Verdi di Padova e all’Hamburgische  Staatsoper, come  Conte d’Almaviva (Il Barbiere di Siviglia) all’Opera National de  Paris,  National Center for the Performing Arts di Pechino, al Teatro Regio di Parma e all’Opéra de Rouen, come Nemorino ne L’Elisir d’Amore a Teatro Principal di Palma di Maiorca, come Lindoro (L’italiana in Algeri) al Teatro Regio di Torino, come Arturo in Lucia di Lammermoor al Palau de les Arts di Valencia.

Inoltre, si è esibito a Parigi, dove è apparso in recital per Les Grandes Voix – Les Grandes Solistes con Maciej Pikulski e ha cantato un Bel Canto Gala alla Philarmonie, e ha cantato un recital da solista al New Town Hall di Praga. Nel luglio 2019 è stato nominato vincitore del primo premio dell’Operalia Singing Competition. Anche Xabier ha ricevuto il Premio Zarzuela quella stessa sera.