FILM TV Italia Musica Sinfonica notizie del giorno su musica est Programmi TV SERIE TV Variety

LE STRENNE DI NATALE -programmi RAI fino a gennaio, la Santa Messa di Natale, speciale con IL VOLO e novità su Rai1, Rai2 e Radio2, Radio3

LE STRENNE DI NATALE

I tradizionali concerti di Natale e Capodanno, le celebrazioni sacre come la Santa Messa di Natale, l’Angelus e la benedizione Urbi et Orbi di Papa Francesco il primo dell’anno, ma anche anteprime musicali esclusive, come quella de “Il Volo” la sera di Natale, tanti film per la famiglia, prime visioni assolute, un film evento come “Natale in casa Cupiello” (trasposizione televisiva dell’omonima opera di Eduardo), documentari, la magia del circo, i canti di Natale con due speciali dello Zecchino d’oro, tanto sport, sci alpino e nordico in testa, e una proposta culturale che spazia dalla storia alla scienza, fino alla programmazione pensata per bambini e ragazzi.

Le giornate in compagnia della Rai, durante le feste di Natale,
saranno divertenti, emozionanti, sempre diverse tra loro e, soprattutto, si potrà decidere di trascorrerle guardando la tv, ascoltando RadioRai o scegliendo la propria tv sulla piatta-forma RaiPlay: tutto per tutti, insomma.

LA CULTURA, LA GRANDE MUSICA, IL TEATRO IN TV

Il primo appuntamento con la programmazione natalizia dedicata alla musica sarà mercoledì 23 dicembre alle 21.15 su Rai5.: Rai Cultura presenterà, in versione integrale, “A riveder le stelle”, la Serata di gala dal Teatro alla Scala, andata in onda su Rai1 lo scorso 7 dicembre.

La musica connoterà in maniera significativa sia la programmazione della Vigilia di Natale sia quella del 25 dicembre: il 24, alle 10.25 su Rai1 (e in replica venerdì 25 alle 16.45 su Rai5), andrà in onda, in diretta dal Teatro alla Scala di Milano, Tre Stelle per il Concerto di Natale della Scala. Saranno Beatrice Rana, Aida Garifullina e Michele Mariotti, ovvero la nuova stella italiana del pianoforte, uno dei giovani soprani più richiesti di oggi e uno dei direttori d’orchestra italiani più affermati della nuova generazione, i protagonisti del tradizionale concerto natalizio scaligero, interamente dedicato, quest’anno, a WolfgangAmadeus Mozart.
Il programma musicale prenatalizio proseguirà, su Rai5, alle 16.45, con “L’enfance du Christ”, dalla Basilica di San Marco in Venezia la Trilogia sacra per soli, coro e orchestra di Hector Berlioz, con maestro concertatore e direttore d’orchestra Isaac Karabtchevsky e l’orchestra e il Coro del Teatro La Fenice di Venezia, per concludersi, alle 21.15, con “Che storia è il Natale – Ezio Bosso racconta Čajkovskij”: l’avventura del grande repertorio classico in tv con una serata controcorrente, registrata nel 2019 e guidata dal compianto Maestro Ezio Bosso, che racconta musica e vita del compositore che più amò la festività del Natale, il grande Čajkovskij, con la Sesta Sinfonia, la celebre Patetica.

La mattina di Natale, venerdì 25 dicembre, si aprirà, sempre dal punto di vista musicale, con una sorpresa per i telespettatori più piccoli, il Concerto di Natale dell’Antoniano di Bologna, che torna in diretta, alle 9.35, su Rai1. In tarda mattinata, alle 12.20, sempre su Rai1, il tradizionale concerto di Natale del Sacro Convento di Assisi, nella Basilica Superiore di San Francesco, giunto alla sua trentacinquesima edizione. In programma brani musicali tratti dal repertorio sinfonico e altri più popolari della tradizione natalizia. L’Orchestra sarà quella del Teatro Carlo Felice di Genova diretta dal Maestro Steven Mercurio, con Andrea Bocelli, Anastasiya Petrishak al violino e Clara Barbier Serrano, soprano.

Ancora su Rai1, alle 20.35, dopo il TG1, l’esclusivo live show de Il Volo.

IL VOLO

Il trio, che in questi anni ha incantato le platee di tutto il mondo, porterà lo spirito del Natale nelle case degli italiani con una performance inedita, cantando “Adeste Fideles”, “Oh Holy Night” e “Astro del Ciel”. L’esibizione avverrà in Piazza Papa Pio XII a Roma, che diventerà per la prima volta teatro di uno spettacolo televisivo di Natale, con la Basilica di San Pietro alle spalle a completare la scenografia con l’albero e il Presepe che ogni anno vengono allestiti tra il colonnato.

Anche la mattinata di sabato 26 dicembre si aprirà, su Rai2, con uno straordinario evento musicale, in onda, in diretta alle 10, dalla splendida cornice del Teatro Rossini di Pesaro: il concerto dell’Orchestra Sinfonica Rossini, formata da 50 elementi diretta dal maestro Pinuccio Pirazzoli, in onore di Santo Stefano, primo martire della Cristianità. Un racconto in musica che vuole essere anche un segnale di ripresa del mondo dello spettacolo messo a dura prova dal disagio attuale del Covid-19. Insieme all’orchestra si esibiranno tantissimi ospiti, tra cui Dodi Battaglia, Ron, Pago, Fioretta Mari, Enzo Avitabile, Giò Di Tonno, Giulia Sol, Fabio Armiliato, Davide Merlini, Francesco Chicchella, Francesca Maresca.

Come da tradizione, poi, la musica aprirà il nuovo anno, con due appuntamenti, entrambi a cura di Rai Cultura: alle 12.20, su Rai1, e poi in replica su Rai5 alle 18.30, in diretta dal Teatro La Fenice di Venezia, il Concerto di Capodanno con l’Orchestra del Teatro La Fenice, in questa edizione diretta dal maestro Daniel Harding.
Alle 13.30, su Rai2, e in replica su Rai5 alle 17.30, il Concerto di Capodanno 2021 della Vienna Philharmonic Orchestra, dalla sala del Musikverein, che vedrà in scena per la sesta volta il Direttore d’Orchestra Riccardo Muti.

Mercoledì 6 gennaio 2021, infine, sempre curato da Rai Cultura, il Concerto dell’Epifania, in onda in diretta su Rai1 alle 9.35: dal complesso monumentale di Santa Maria La Nova, l’Orchestra Partenopea eseguirà da vivo alcuni brani tradizionali, con la direzione del Maestro Adriano Pennino. Il tema scelto per questa edizione è sintetizzato in “Abbracciami!”, per richiamare l’attuale, complicato, contesto pandemico, ma anche la necessità di sperimentare nuovi paradigmi di socialità, ai quali richiama anche l’ultima Enciclica di Papa Francesco, “Fratelli tutti”.

Dalla musica al teatro, con diverse produzioni originali, la riproposizione di un successo straordinario e un appuntamento, con la musica e la danza nel primo giorno dell’anno con Roberto Bolle, ormai diventato un classico.
Intanto dal 21 al 29 dicembre, su Rai5, ogni pomeriggio, alle 15.45, arrivano “I fratelli Karamazov”, nella versione realizzata nel 1969 da Diego Fabbri, con la regia di Sandro Bolchi. È lo storico sceneggiato interpretato da Corrado Pani, Lea Massari e Umberto Orsini, che fu campione d’ascolti e protagonista di un grande successo di pubblico e di critica: tratto dal capolavoro di Dostoevskij ripercorre le tragiche vicende della famiglia Karamazov (il padre Fëdor e i figli – Dmitri, Ivàn, Alksej e Smerdjakov) dilaniata da conflitti economici, morali e religiosi. Lo sceneggiato ebbe successo sia in termini di ascolti (registrando una media di 15 milioni di spettatori a puntata, un record anche per l’epoca, quando ancora la concorrenza televisiva era limitata a due sole reti) che di critica.

Quello di quest’anno sarà un Natale certamente diverso dal solito, anche per il teatro. Su Rai3, venerdì 25 dicembre, andrà in onda, alle 21.20, una speciale puntata natalizia di “Qui e adesso”, dal teatro Sistina di Roma in compagnia di Massimo Ranieri e dei suoi grandi ospiti. Sul palco insieme a Ranieri in questa occasione particolare ci saranno, tra gli altri, Renato Zero, Al Bano e Giovanni Allevi. Anche questa volta non ci sarà soltanto il palcoscenico, ma anche il camerino, cornice ideale e naturale per chiacchierare, raccontare e provare, andando al di là dei riti dello show televisivo classico. Un luogo spontaneo per dialogare o cantare insieme, dando spazio innanzitutto alle emozioni e ai sentimenti artistici in comune. In scena anche l’orchestra che segue Ranieri da sempre nei suoi spettacoli, un corpo di ballo di giovani che accompagnerà e si esibirà accanto agli artisti e, come cast fisso del programma, i comici Maria di Biase e The Jackal e il duo musicale Le EbbaneSis. Qui e adesso, poi, chiuderà la propria programmazione con il quarto e ultimo appuntamento, in onda sempre su Rai3 in prima serata, mercoledì 30 dicembre, quando Ranieri saluterà il suo 2020 in compagnia di Gianna Nannini, Nina Zilli, Paolo Jannacci e Irama.

Tre gli appuntamenti di Rai Cultura da segnalare, sempre per il teatro, tutti in onda su Rai5, a partire da sabato 26 dicembre, alle 21.15, con Pinocchio – Il grande Musical. Ispirato al romanzo di Collodi, accolto dalla stampa, sin dal debutto nel 2003, come “la più grande produzione italiana di sempre”, sintetizza la cultura, la creatività e l’identità italiana con uno dei personaggi più emblematici della nostra letteratura. Interpretato dal compianto Manuel Frattini, poliedrico punto di riferimento del musical italiano, con musiche dei Pooh e liriche di Valerio Negrini e Stefano D’Orazio, storico batterista del gruppo recentemente scomparso. Il celebre burattino è senza dubbio uno dei personaggi più famosi al mondo, nato dalla penna di Collodi e rappresentato in centinaia di forme artistiche, dalla letteratura ai film, dalla musica ai videogiochi, fino a dare il nome a un asteroide (Pinocchio 12927).Il successo dello spettacolo, firmato da Saverio Marconi, con le musiche dei Pooh e portato in scena con la Compagnia della Rancia è stato enorme: centinaia di repliche in tutta Italia con oltre 500.000 spettatori, tournèe internazionali in Corea (2009) e a New York (2010), dove lo spettacolo è stato accolto con entusiasmo, a riprova che Pinocchio rimane una delle storie italiane più conosciute all’estero (è stato tradotto in 240 lingue).

Durante le feste di Natale, potrà ritrovare l’atmosfera del palco in “Ricomincio da RaiTre” il 27 dicembre e il 3 gennaio in prima serata, con Andrea Delogu e Stefano Massini e con la direzione artistica di Massimo Romeo Piparo dal Teatro Sistina di Roma: il teatro che sarebbe dovuto andare in scena, le produzioni interrotte trovano qui la loro ribalta televisiva e la possibilità di lavorare di nuovo dal vivo per i propri attori, danzatori, musicisti, cantanti e tecnici.
Mercoledì 30 dicembre, alle 21.15, andrà in onda, invece, il Rigoletto “firmato” John Turturro, con il quale la star hollywoodiana ha debuttato nella regia d’opera. Il nuovo allestimento, realizzato al Teatro Massimo di Palermo in coproduzione con il Teatro Regio di Torino, l’Opéra Royal de Wallonie-Liègee la Shaanxi Opera House, ha scene di Francesco Frigeri, costumi di Marco Piemontese, luci di Alessandro Carletti e coreografia di Giuseppe Bonanno. Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Massimo è impegnato Stefano Ranzani. Protagonisti sul palco George Petean (Rigoletto), Ivan Ayon Rivas (Duca di Mantova), Maria Grazia Schiavo (Gilda) e Luca Tittoto (Sparafucile).

Per chiudere il 2020, infine, Rai5 propone, il 31 dicembre alle 21.15, una produzione originale di Rai Cultura, “Il barbiere di Siviglia“, firmato da Mario Martone e diretto da Daniele Gatti, l’opera buffa di Gioachino Rossini che ha aperto la stagione 2020/2021 dell’Opera di Roma. Un evento televisivo eccezionale, frutto della stretta collaborazione con il Teatro Costanzi, nell’ambito della collaborazione tra Rai e Teatro, con Martone che ha realizzato non soltanto la regia teatrale, ma ha curato anche la regia televisiva di questa produzione, che ha trasformato il Teatro Costanzi in un vero e proprio set. Nel rispetto delle norme per l’emergenza sanitaria, inoltre, lo spettacolo è stato registrato a porte chiuse.

Rai2 propone, martedì 29 dicembre alle 22.50, “Puck”, in onda dal Teatro Golden di Roma: uno show con alcuni dei più grandi artisti italiani, un evento speciale affidato ad un attore, autore, sceneggiatore e regista tra i più affermati del panorama italiano, come Massimiliano Bruno. Chi è Puck? Puck è probabilmente il personaggio più famoso della storia del teatro: dalle recite amatoriali ai grandi spettacoli, tutti abbiamo incontrato almeno una volta il folletto dispettoso di Sogno di una notte di mezza estate. Puck è in qualche modo il simbolo stesso del teatro, quel teatro che in questo momento è senza voce, che porterà in televisione uno spettacolo di intrattenimento dai registri più diversi, tra performance attoriali ed esibizioni musicali, tra artisti noti amati dal grande pubblico e giovani emergenti. In questa serata speciale Massimiliano Bruno metterà insieme alcuni tra i migliori talenti di teatro, cinema e musica per una mini-maratona che, a due giorni dalla fine di un 2020 che non dimenticheremo, porti leggerezza e speranza sul piccolo schermo. Monologhi sorprendenti, sketch comici, esibizioni musicali rigorosamente live e unplugged e omaggi ai grandi protagonisti della storia dello spettacolo, come quello dedicato a Gigi Proietti: sono solo alcune delle performance che Puck offrirà ai telespettatori. Tra i big che si esibiranno sul palco ci saranno Niccolò Fabi, Stefano Fresi, Anna Foglietta, Massimo Giangrande, Edoardo Leo, Frankie Hi NRG, Vanessa Scalera, oltre naturalmente allo stesso Massimiliano Bruno.
E se il fine anno sarà all’insegna del teatro, Capodanno non farà eccezione, con un appuntamento ormai entrato nella tradizione del primo giorno dell’anno su Rai1.

Ad aprire un anno carico di speranza e aspettative, ancora una volta la rete ammiraglia del Servizio Pubblico ha voluto la bellezza dell’arte e della danza di Roberto Bolle con il suoDanza con me”, in onda in prima serata il 1° gennaio 2021 per la quarta edizione. Pur nelle difficoltà del fare spettacolo di questi tempi, anche quest’anno lo spettacolo dell’étoile dei due mondi viaggia, incontra, abbraccia portando gli spettatori con leggerezza in un mondo altro. Gli ospiti che hanno accettato l’invito di Bolle a danzare con lui sono molti e tutti speciali. Tra loro un mito, Vasco Rossi, che ha scelto proprio “Danza con me” come luogo ideale per lanciare la sua nuova canzone nel segno e nella speranza della rinascita. E molti altri come lui, provenienti dal mondo della musica e del cinema, della danza e del teatro, saranno accanto a Roberto Bolle per questa sorta di rito propiziatorio per un anno diverso.
Il teatro, in mancanza di spettatori, si è spesso reinventato, in questi mesi di pandemia, proprio in tv. E un omaggio al grande teatro vuole essere il regalo che Rai fa al pubblico proponendo su Rai1 il film evento “Natale in casa Cupiello”, la trasposizione televisiva dell’opera omonima di Eduardo De Filippo a 120 anni dalla nascita del grande drammaturgo.

Nella versione in onda martedì 22 dicembre, firmata da Edoardo De Angelis, con Sergio Castellitto e Marina Confalone, torna la famiglia Cupiello, ma nella Napoli degli anni ’50. Una produzione Picomedia e Rai Fiction.

IL CINEMA IN TV PER GRANDI E PICCOLI

Saranno tanti, nel corso delle tre settimane di festa, i titoli dei film proposti dai vari canali Rai e da Raiplay, alcuni dei quali in prima visione assoluta, come “Fuori era primavera – Viaggio nell’Italia del lockdown”, l’opera collettiva di Gabriele Salvatores, in onda su Rai3 sabato 2 gennaio alle 22. Prodotto da Indiana Production con Rai Cinema, è un intimo racconto degli italiani in lockdown: dalle meravigliose piazze italiane vuote, agli eroi in prima linea nelle corsie degli ospedali, ai balconi in festa, alle riprese domestiche. Una testimonianza collettiva filtrata attraverso la regia e la visione di un grande artista che, con un vero e proprio film documentario, restituisce alla nostra futura memoria una fotografia autentica e completa dell’Italia di oggi.

Non mancheranno, naturalmente, i titoli natalizi, dai classici Disney a temi più moderni, come “…Con amore Babbo Natale (With Love Christmas)”, una produzione statunitense del 2017 firmata da Marita Grabiak, con Emilie Ullerup, Aaron O’Connell, Rebecca Davis, Lindsay Winch, in onda venerdì 25 dicembre alle 17.05 su Rai1. Melanie, creativa in un’agenzia pubblicitaria segue un progetto insieme a Donovan, che non è molto socievole. In più, Melanie, nel tradizionale scambio di regali tra colleghi è il Babbo Natale segreto di Donovan e viceversa. Per scoprire il regalo giusto da fare, Melanie decide di inviargli delle mail, fingendosi Babbo Natale. Donovan, inizialmente, è infastidito dalla cosa, ma poi fra lui e “Babbo Natale” si crea un bellissimo legame.

Ancora su Rai1, nel giorno di Natale, un’altra prima visione, in onda in prima serata e dedicata stavolta ad un prodotto di animazione, “Gli Eroi del Natale” (USA – 2017), con la regia di Timothy Reckart.

Gli Eroi del Natale

L’asinello Bo sogna una vita migliore rispetto a quella che conduce facendo girare in tondo la macina di un mugnaio prepotente. Un giorno riesce a fuggire, iniziando così un viaggio incredibile, con la dolce pecora Ruth e l’ambiziosa colomba Dave. Insieme a tre spiritosi cammelli e altri eccentrici animali da stalla, i coraggiosi compagni di viaggio avranno un ruolo decisivo nella storia più emozionante di tutti i tempi: infatti aiuteranno Maria e Giuseppe a far nascere il Messia.

E se Rai3, tra il 24 e il 26 dicembre, in seconda serata, propone la fortunata trilogia de “Una notte al Museo”, con Ben Stiller nei panni del guardiano notturno più famoso della storia del cinema, altre tre prime visioni assolute da segnalare sono quelle in onda su Rai2, tutte in prima serata: il 25 dicembre Christmas at the Plaza, produzione Crown Media in anteprima assoluta per il mercato italiano, come Same time next Christmas, firmato invece Disney, anche questo in anteprima assoluta per l’Italia. Il 2 gennaio, infine, sempre alle 21.20 su Rai2, “The Greatest Showman”, con Hugh Jackman nei panni di P.T. Barnum, il più famoso artista circense di ogni epoca.

Anche la programmazione di Rai4 si tinge di romanticismo e magia con il capolavoro di Tim Burton “Edward mani di forbice”, in onda la vigilia di Natale in prima serata. Una fiaba dark che non rinuncia alla tenerezza per raccontare una storia di accettazione del diverso e che si avvale della magistrale interpretazione di un Johnny Depp alle prime armi, affiancato dalla dolce Winona Ryder, all’epoca anche sua compagna nella vita.
Il giorno di Natale, la prima serata di Rai4 rimane nei territori del fantastico con un’altra favola capace di far sognare grandi e piccini, “Peter Pan”, nella versione live-action del 2003 diretta dal regista P.J. Hogan. L’opera immortale di J.M. Barrie prende vita in un film colorato e avventuroso adatto a tutta la famiglia che vanta l’interpretazione del giovane Jeremy Sumpter per il ruolo di Peter Pan e Jason Isaacs in quello del malvagio Capitano Uncino.

Katharine HepburnCary Grant

Quattro cicli in prima serata, durante le feste, per RaiMovie: si parte con Cary Grant, con tre film riportati all’antico splendore grazie a un capillare lavoro di restauro. Domenica 20 dicembre “Susanna!” di Howard Hawks con Katharine Hepburn, May Robson, Charles Ruggles, il 27 “Il sospetto di Alfred Hitchcock” con Cary Grant, Joan Fontaine e Nigel Bruce, e il 3 gennaio “Le mie due mogli” di Garson Kanin con Irene Dunne, Randolph Scott.
Il secondo ciclo è quello dedicato alla trilogia di Sidney Sibilia, “Smetto quando voglio”, in onda martedì 22 dicembre, martedì 29 e martedì 5 gennaio.
Protagonista del terzo ciclo, invece, è la Principessa Sissi: mercoledì 23 dicembre “La principessa Sissi” di Ernst Marischka con Romy Schneider, Karlheinz Böhm e Magda Schneider, mercoledì 30 “Sissi – La giovane imperatrice”, mercoledì 6 gennaio terzo e ultimo episodio con “Sissi – Destino di un’imperatrice”.
Pane, amore” è invece il quarto e ultimo ciclo per le festività natalizie. Il giorno di Natale “Pane, amore e fantasia” di Luigi Comencini con Vittorio De Sica, Gina Lollobrigida e Marisa Merlini, il 1° gennaio “Pane, amore e gelosia”, e venerdì 8 “Pane, amore e…” di Dino Risi con Vittorio De Sica, Sophia Loren e Antonio Cifariello.

TUTTI AL CIRCO

A proposito di circo, sempre attuale nel periodo natalizio, saranno due gli appuntamenti, entrambi su Rai3, con la 44esima Edizione del Festival Internazionale del Circo di Montecarlo, in onda in prima serata giovedì 24 e giovedì 31 dicembre, con la conduzione di Melissa Greta Marchetto. Il Principato di Monaco si prepara a diventare ancora una volta la capitale mondiale dell’arte circense, ospitando, nel suggestivo chapiteau di Fontvieille, quasi 150 artisti provenienti da tutti i continenti, che daranno vita a uno show senza uguali, sfidandosi sotto lo sguardo attento di una giuria presieduta dalla Principessa Stephanie e formata dai maggiori esperti del settore. Un’edizione resa ancora più prestigiosa ed emozionante dalla partecipazione di una delle famiglie circensi più antiche d’Europa, che può vantare fra i suoi ammiratori personaggi come Charlie Chaplin e Maurice Bejart: ospite d’onore sarà difatti il Circo Nazionale Svizzero Knie che presenterà alcuni dei suoi numeri equestri più sensazionali, riportando gli spettatori alle origini del circo, quando proprio il cavallo era il re della pista.

DOC E ALTRI APPROFONDIMENTI CULTURALI

Non si fermeranno, durante le feste, gli approfondimenti culturali, i documentari e i programmi dedicati a natura e ambiente.

Alberto Angela

Mercoledì 23 dicembre in prima serata su Rai1 per il programma “Ulisse, il piacere della scoperta” andrà in onda la riedizione di una puntata, dal titolo “Gerusalemme ai tempi di Gesù”, in cui Alberto Angela accompagnerà i telespettatori in un viaggio storico eccezionale, alla scoperta delle straordinarie vicende accadute nella terra di Israele nel periodo in cui è vissuto Gesù. Si tratta di un periodo ricco di fermenti e tensioni, caratterizzato dai difficili rapporti tra gli ebrei e i romani e da un intenso fervore messianico. L’intento di questo straordinario viaggio non è quello di raccontare Gesù, ma definire il contesto in cui si è mosso, insomma la cornice storica, archeologica e sociale attorno alla sua figura.

A seguire, sempre su Rai1, in prima visione assoluta per l’Italia, “Il nostro Papa”. Interpretato da Iago Garcia, per la regia di Marco Spagnoli e Tiziana Lupi, questo docu-film del 2018 – tratto dall’omonimo libro della stessa Lupi, la prima biografia per immagini di papa Francesco – ripercorre le origini della famiglia di papa Bergoglio, l’abbandono dell’Italia per una sorte più fortunata in Argentina, l’infanzia del futuro pontefice vissuta con lo spirito delle radici italiane. Una profonda riflessione sul significato del fenomeno migratorio con un occhio attento all’attualità.

Da giovedì 24 dicembre, poi, anche “Geo si vestirà a festa con Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi che terranno compagnia ai telespettatori di Rai3 ogni pomeriggio per trascorrere, in questo momento così difficile, tre ore insieme. L’attenzione verso gli altri, verso l’ambiente e verso il futuro sono i temi portanti di questo ciclo oltre agli inevitabili riflessi che la pandemia ha comportato sul pianeta e su tutti noi: com’è cambiato il modo di rapportarci con le altre persone, quali conseguenze sulla psicologia dei singoli e della collettività ha determinato il diffondersi del Covid-19 e anche quali ricadute sull’ambiente e sugli animali.

Anche “il Kilimangiaro” resta aperto per le feste. Camila Raznovich racconta con ospiti e documentari il mondo attraverso la lente del Viaggio. Nella puntata di domenica 27 dicembre alle 16.15 tutti i “resident talent” saranno presenti in studio: da Mario Tozzi, alla biologa marina Mariasole Bianco, dall’astrofisico Luca Perri all’alpinista Hervé Barmasse con le sue storie di esplorazioni. Anche il botanico Stefano Mancuso interverrà portando i telespettatori nel mondo delle piante e proponendo anche una sua personale “classifica” del Kilimangiaro da votare su Instagram. Molti dei film maker si collegheranno per presentare i loro filmati di viaggio.

LO SPORT

Il re dello sport, durante le feste di Natale, è senza dubbio lo sci alpino: in questa tranche di stagione la Coppa del Mondo fa tappa in Italia, in Alta Badia, per tre giorni di gare maschili, tra il 20 e il 22 dicembre, e in Francia, in Val d’Isere, per un weekend tutto al femminile. Sei gare da vivere, tutte d’un fiato, su Raisport+HD, in attesa del grande appuntamento del 2021, i Mondiali di Cortina, una delle tante esclusive free-to-air targate Rai del prossimo anno.

DIVERTIMENTO IN FAMIGLIA

Tra gli appuntamenti da seguire “in famiglia”, a partire da sabato 26 dicembre dalle 20.35 alle 22.30, in una versione inedita, torna, su Rai1, un grande classico come “Affari Tuoi (Viva gli Sposi!)”. Il programma è prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy. Alla conduzione di questo varietà, che avrà l’obiettivo di unire spettacolo, gioco, ospiti, momenti di divertimento e musica, ci sarà Carlo Conti. Già il titolo racconta il mood del programma: ogni puntata avrà come protagonista una coppia vicina al matrimonio, alla quale “Affari tuoi” spera di offrire un aiuto importante alla realizzazione della nuova famiglia. In palio una ‘lista di nozze’ ricchissima, con un montepremi massimo di 300.000 euro.

Enrico Brignano

Su Rai2, invece, il 22 e il 29 dicembre, in prima serata, due edizioni natalizie di “Un’ora sola vi vorrei… per le feste”, il fortunato one man show di Enrico Brignano che torna con un doppio appuntamento da sessanta minuti ciascuno che mescola diversi ingredienti: comicità, monologhi, musica e ospiti. Saranno due speciali, uno per Natale e uno per il nuovo anno: in un periodo in cui rimanere in casa è un obbligo, Enrico Brignano porterà allegria a domicilio porgendo i suoi auguri, i suoi pensieri, le riflessioni alla fine di un 2020 così… particolare.

Amadeus

Il 6 gennaio, infine, tradizionale appuntamento, in prima serata su Rai1, con “Soliti Ignoti – Il Ritorno – Speciale Lotteria Italia”, la puntata speciale dello show condotto da Amadeus, abbinato alla Lotteria Italia, dedicata all’estrazione finale dei biglietti fortunati, con il primo premio da 5 milioni di euro. Tanti gli ospiti che arriveranno al Teatro delle Vittorie e che verranno coinvolti nel corso della serata, sia durante la partita, giocata da un concorrente del game show che dovrà abbinare prima le identità e poi risolvere il gioco finale del “parente misterioso”, sia durante il gioco dedicato alla Lotteria Italia. Molti anche i momenti di spettacolo e di intrattenimento per festeggiare, come da tradizione, la Befana supermilionaria.

RAIPLAY, RAI RAGAZZI, RAI STORIA:
BAMBINI, ADOLESCENTI E NON SOLO

Lo sport, così come le produzioni originali, i documentari, i film italiani e internazionali, le fiction, le opere teatrali, la musica, i cartoons, alcuni titoli inediti e un cofanetto d’archivio dedicato ai thriller e ai gialli più famosi arricchiranno invece l’offerta di RaiPlay per le feste di Natale.

In esclusiva a dicembre saranno disponibili i primi episodi di “Tu non sai chi sono io – Quello che i ragazzi non dicono”, un programma ideato e scritto da Alessandro Sortino in cui la “Generazione Z” si racconta in prima persona.
Arriverà poi la docu-serie con Giovanni Allevi e gli artisti di strada, “Allevi in the jungle”, mentre, in esclusiva, troverà spazio anche la serie tv prodotta da Rai Fiction per RaiPlay, la prima dedicata al disagio psichico degli adolescenti, “Mental”, la storia di quattro ragazzi che combattono per trovare un equilibrio.
Diversi saranno i film disponibili in esclusiva, come Alessandra un grande amore e niente più, la trilogia di Sidney Sibilia “Smetto quando voglio”, i film di Alessandro Siani e Leonardo Pieraccioni e tanti altri titoli italiani e internazionali. Tra questi “La La Land”(anche in lingua originale), “Sette minuti dopo la mezzanotte”, “Biancaneve Mirror Mirror”, “Hugo Cabret”, “Alaska”, “Rosso Istambul”, “La Pazza Gioia”.
Per nonni e genitori ma anche per gli appassionati di ogni età “Natale in casa De Filippo” raccoglie invece le opere più amate del grande maestro Eduardo De Filippo, mentre gli amanti della musica potranno seguire sulla piattaforma digitale Rai i tradizionali concerti di Natale e Capodanno.

L’offerta Strenne 2020 prevede molti titoli dedicati ai più piccoli. Tra i principali prodotti dieci nuovi episodi di “Topo Gigio” e di “BING 4”, le tre serie esclusive “Geronimo Stilton”, “Le storie di Lupin” in prima visione e sette nuovi episodi de “Le avventure di Sherlock Holmes”.
Per i ragazzi, infine, saranno disponibili le serie “Penny on Mars 3” e “Jamie Johnson 5” nonché una selezione tematica di fiction, live action e programmi tv. Tra le proposte “Il collegio”, “Lo straordinario mondo di Zoey” e “Star club”.

Intrattenimento, film e produzioni animate in prima visione che saranno anche tra le proposte di Rai Ragazzi per il palinsesto natalizio di Rai Yoyo e Rai Gulp. Fino al 6 gennaio 2021 tanti appuntamenti per i bambini e le loro famiglie, per un Natale sicuramente diverso dagli altri anni e dove tutti saranno ancora più in casa. Su Rai Yoyo arriva, ad esempio, Volersi bene.

One Love

Perché nulla è impossibile per chi possiede l’aura dell’amore, l’energia più potente dell’universo: è questo il filo narrativo alla base di “One Love”, dieci cortometraggi animati creati da Andrea Zingoni per i bambini di età prescolare, che a partire da martedì 22 dicembre alle 10.20, propone due nuovi personaggi adorabili, Amo e Ama, tra canzoncine e ritornelli per i più piccoli e per tutta la famiglia firmati da Dario Brunori, il noto cantautore Brunori Sas, e Domenico Palermo. Il racconto, la musica, i colori, le parole, il rapporto “sostenibile” con l’ambiente, i valori universali trasmessi, le emozioni protagoniste di ogni singolo episodio, tutto in “One Love” è stato concepito per permettere una stimolante partecipazione da parte del pubblico.

Come da tradizione non mancheranno poi le nuove “Canzoni animate dello Zecchino d’oro”. Da sabato 26 dicembre, appuntamento tutti i giorni, alle 18.55 e alle 21.50 con tutti i videoclip animati delle nuove canzoni della celebre gara canora, prodotti da Rai Ragazzi e Antoniano di Bologna. Tra gli autori delle nuove canzoni figurano anche Simone Cristicchi, Francesco Tricarico, Leonardo Pieraccioni e Paolo Belli. Ma lo Zecchino d’Oro è pronto a scaldare questo Natale anche su Rai1 con appuntamenti speciali nel giorno della Vigilia (alle 17.05) con “L’attesa” condotta da Paolo Belli e Cristina D’Avena e con la partecipazione straordinaria di Edoardo Bennato, e la mattina del 25 (alle 9.35) con “Lo Zecchino di Natale” per cantare i classici natalizi più famosi sempre in compagnia delle voci del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni.

Tornando a Rai Yoyo, per tutto il periodo di Natale
andranno in onda gli speciali sulle festività:

“Mimi e Lisa” (21 dicembre), “Piccolo Grande Timmy – Sorpresa di Natale” (22 dicembre), “Pimpa e Olivia Paperina” (23 dicembre), “Spike 2” (24 dicembre), “Finalmente Natale” (25 dicembre), “Peppa Pig – episodi di Natale” (26 dicembre), “Snow Man e Snow Dog” (27 dicembre), “Molly Monster – Il Film” (28 dicembre), “Zog” (29 dicembre), “Che animale sei?” (30 dicembre), “Trecciolina e Senzasonno” (31 dicembre), “Shaun Vita da Pecora – I Lama in Fattoria” (1° gennaio), “Il topo brigante” (2 gennaio), “L’Ape Maia – Il Film” (3 gennaio), “Mimì e Lisa” (4 gennaio), “Pimpa – Olivia Paperina” (5 gennaio) e “Bing – Speciale Natale” (6 gennaio).

Su Rai Gulp la grande novità è l’arrivo delle nuove stagioni di due serie di successo, a partire dalla terza stagione di “Penny On M.A.R.S.”, la serie italiana di grande successo internazionale dove sogni, segreti, amicizia e amore vivono a ritmo di musica: l’appuntamento è dal lunedì al venerdì, alle 20.20.

In un nuovo anno scolastico in cui le sue certezze in amore e amicizia vengono messe a dura prova, Penny decide di anteporre a sé stessa i bisogni degli altri, da una parte aiutando sua madre, che ha subito uno shock, a rimettersi in piedi e a lottare per l’affido di Pete; dall’altra spronando Vicky, ballerina talentuosa, ma sfigurata a causa di un grave incidente, a mettersi in gioco al M.A.R.S. e a maturare, trasformandosi da brutto anatroccolo a cigno.

Giovedì 24 dicembre, invece, alle 17.25 e alle 22.20, andrà in onda, in prima visione, lo special I colori del Natale. Un mediometraggio prodotto da Rai Ragazzi e Enanimation sul Natale delle minoranze cristiane in Medio Oriente, che vede protagonisti due ragazzini che riescono a ritrovare nelle piccole cose lo spirito della festa. Un film di fantasia che trae spunto dalle sempre maggiori difficoltà e pericoli per festeggiare la ricorrenza che incontrano queste comunità.
Anche nel palinsesto natalizio di Rai Storia conferme, novità e produzioni speciali, decisamente dedicate ai più grandi, come “Il patrimonio in gioco. L’eredità immateriale dei giochi tradizionali”, un appuntamento firmato “Italia. Viaggio nella bellezza”. Dal Lancio del Maiorchino a Novara di Sicilia, al gioco del Pallone del Bracciale di Treia, nelle Marche, fino ad arrivare al Zugo de l’Ovo di Sezano, in Veneto: giochi che affondano le loro radici in tempi antichi, e che grazie alla costanza e alla passione delle loro comunità vengono ancora praticati e insegnati alle nuove generazioni. Un’eredità immateriale raccontata da Brigida Gullo con la regia di Eva Frerè, in onda in prima visione lunedì 28 dicembre alle 21.10.

Per Binario Cinema, invece, ecco “The Social Network”, il racconto della nascita e dell’impetuosa crescita di Facebook, oggi il più popolare social network del mondo, ideato tra la fine del 2003 e l’inizio del 2004 dall’allora diciannovenne Mark Zuckerberg, e poi sviluppato con un ristretto gruppo di ragazzi, come lui studenti all’università di Harvard. Un’avventura intellettuale e imprenditoriale con molte luci, ma anche qualche ombra, centrata sul genio di Zuckerberg e raccontata in tutta la sua complessità. Il film ha vinto 4 Golden Globes (miglior film drammatico, regia, sceneggiatura e colonna sonora) e 3 premi Oscar(sceneggiatura, montaggio e colonna sonora). Regia di David Fincher. Con Jesse Eisenberg, Andrew Garfield, Justin Timberlake, Armie Hammer, Max Minghella, Brenda Song, “The Social Network” andrà in onda domenica 3 gennaio alle 21.10.

L’offerta per bambini e ragazzi è sempre stata prioritaria per il Servizio Pubblico. Ed è cresciuta e cambiata nel corso del tempo. Un’offerta che sarà ripercorsa, con la consulenza di Aldo Grasso, nel nuovo e ultimo appuntamento con “Storie della tv”, in onda martedì 5 gennaio alle 21.10, dedicato a “La Tv dei ragazzi”, per spiegare come il pomeriggio dagli anni ‘50 agli anni ‘90 sia stato fortemente improntato all’offerta televisiva per i più piccoli della Rai TV, come già accadeva in radio, ma in più con l’elemento visivo.

LA RADIO SOTTO L’ALBERO

Natale di RadioRai, oltre alla normale programmazione, verrà declinato in maniera differente su Radio2 e su Radio3.

La risposta di Rai Radio2 alle fredde notti “a cavallo” di Capodanno, saranno “Gli Invischiati Speciali”: dal 28 dicembre all’8 gennaio, dalle ore 21 alle 24, dal lunedì al venerdì, Giada Pari e Andrea Santonastaso saranno in missione per risolvere il dilemma che quest’anno vale triplo: “che facciamo per queste feste?”.

Giada Pari e Andrea Santonastaso

Dal 3 gennaio, invece, prende il via “Magazzini musicali”, in onda dalle 18 alle 19, con Melissa Greta Marchetto e Gino Castaldo: la linea narrativa del programma è costruita attorno alla presentazione delle classifiche settimanali FIMI-Gfk che saranno il punto di partenza e il pretesto per una narrazione più ampia del mondo della musica e delle sue connessioni con i linguaggi e le tendenze della società attuale.

Serena Autieri

Il 2021, poi, segna il debutto in radio di Serena Autieri ai microfoni di Rai Radio2, con “La Serendipity”: da lunedì 4 gennaio, dalle 14 alle 16, in diretta dagli studi di via Asiago, cinque puntate speciali in onda su Radio2 e in diretta streaming su RaiPlay. Attrice di teatro, tv e cinema, conduttrice, cantante e doppiatrice, Serena Autieri si cimenta con una nuova avventura, la radio, mettendo al centro della discussione e dei racconti un tema affascinante: la capacità o la fortuna di fare per caso inattese e felici scoperte, mentre si sta cercando altro. Dal 4 all’8 gennaio, al mattino, dalle 10.35, Nek, con Andrea Delogu e Carolina Di Domenico, incontra cinque grandi musicisti italiani, le loro storie la loro musica:

Alza la Radio”, questo il titolo del programma che sarà anche in streaming video su RaiPlay. A seguire, da mezzogiorno alle 14, arrivano nella squadra di Radio2Gli Autogol”, ovvero Alessandro Iraci, Michele Negroni, Alessandro “Rollo” Trolli. Ogni giorno per una settimana, il trio comico porterà in radio alcuni tra i più interessanti temi di attualità e i vari personaggi da loro interpretati. Oltre a questo non mancheranno i giochi con gli ascoltatori e ovviamente una parentesi dedicata alla passione che li accomuna a molti italiani, il calcio.

Comincerà con 3 volte Natale, invece, il Natale di Radio3, per questo Natale così strano, così diverso dagli altri anni. C’è l’allusione ai tre Natali, quello passato, quello presente e quello futuro. Il passato verrà interpretato attraverso il repertorio, con le cose belle andate in onda negli anni e che saranno materiale sonoro che arricchirà il “canto” del 25 dicembre. Il presente con le testimonianze che ci circondano, il futuro anche attraverso le prospettive scientifiche. Un racconto lungo un giorno che quasi dissolverà il palinsesto, con un’idea, un linguaggio, un sentimento capaci di interpretare la storia di questo Natale pandemico. Il giorno di Natale sarà una sorta di Canto di Natale che cercherà di rappresentare l’unicità di questo momento intessuto da contributi sonori: musica, teatro, poesia, racconto, incursioni dei conduttori in tutte le trasmissioni, pezzi di film. Ma il Natale di Radio3 è iniziato prima, l’8 dicembre con il calendario dell’avvento da seguire con delle lettere di Natale. Il titolo dell’iniziativa è “Cara Radio3”. Lettere per un Natale inconsueto”. Dall’8 al 25 dicembre infatti Radio3 è la destinataria privilegiata di diciotto lettere di Natale scritte da esponenti del mondo della cultura e della società civile. A loro è stata chiesta una riflessione, un pensiero, un augurio da condividere in questi strani giorni di festa del 2020. All’inizio di “Fahrenheit”, “Radio3 Suite”, “Piazza Verdi” e “Zazà”, ci saranno le parole di Valerio Magrelli, Bianca Pitzorno, Michelangelo Pistoletto, Carlo Rovelli, Concita De Gregorio, Alessandro Bergonzoni e molti altri che, attraverso Radio3, si rivolgeranno a tutta la comunità degli ascoltatori. Un po’ come le lettere a Babbo Natale anche se in quelle soprattutto si “chiede” mentre in queste si tratta di “dare”, “regalare”, per ritrovare il calore dello stare insieme. Ogni lettera andrà in onda due volte al giorno: all’interno di “Fahrenheit” alle 15 e di “Radio3Suite” alle 20.30 (saranno coinvolti, agli stessi orari, anche “Zazà” e “Piazza Verdi” nel fine settimana). Queste lettere rappresenteranno un filo conduttore, un calendario dell’Avvento, una sorta di finestra quotidiana che si apre con un dono, un racconto sul Natale che viviamo.
Racconto di Natale per eccellenza, capace di condurre nel cuore dello spirito natalizio. Storia di rinascita. Riflessione sulla natura umana. Radio Techetè per queste festività propone “Canto di Natale” di Charles Dickens. O meglio, ripropone lo sceneggiato radiofonico in sei puntate che da quel libro è tratto, che andò in onda nel dicembre 1978 su Radio2, con la traduzione e l’adattamento di Nora Finzi, la regia di Gianni Casalino e Quinto Parmeggiani nel ruolo dell’avaro Ebenezer Scrooge. Un programma realizzato nel Centro di Produzione Rai di Torino, che Radio Techetè rilancia non a caso in questo Natale, nell’anno del 150° dalla morte di Charles Dickens (giugno 1870), uno degli scrittori inglesi più importanti e amati di tutti i tempi. Ma anche perché vuole tornare a raccontare questa storia di cambiamento, ripartenza, solidarietà, speranza in occasione di un Natale che arriva in un momento così complicato per tutto il mondo a causa della pandemia. Danilo Angelelli introdurrà le sei puntate insieme a Gianrico Carofiglio, Marzia Dati, insegnante, presidente della filiale italiana della Dickens Fellowship, a Ian Dickens, presidente della sede centrale della Dickens Fellowship, a Londra, discendente di Charles Dickens, a Lucinda Hawksley, scrittrice (tra i suoi libri, “Dickens and Christmas”), docente, discendente di Charles Dickens e a Marisa Sestito, già docente di Letteratura inglese presso l’Università di Udine, autrice di diversi lavori su Dickens.
Rai RadioLive, infine, il canale digitale dedicato al racconto del territorio con le sue tradizioni culturali ed enogastronomiche, con i suoi borghi pieni di meraviglie spesso sconosciute ed i suoi itinerari da percorrere, ha scelto di offrire ai suoi ascoltatori il meglio delle puntate dei programmi che parlano del nostro Paese. Torneranno quindi, durante le feste, i migliori cammini di “10 passi nella storia”, le peculiarità di “Sue Eccellenze”, le montagne de “Il Rifugio”, gli incontri di “A spasso con Radic”, i tragitti di “Percorsi Italiani”, le descrizioni dei Borghi più Belli d’Italia con “Weekend Live”:
Proseguirà, invece, il viaggio di “Non solo performing arts” dentro la Quadriennale di Roma 2020, della quale il canale è media partner, con puntate dedicate a nuovi artisti che espongono le proprie opere al Palazzo delle Esposizioni.
Come non si fermerà “Questioni di Stilo” con le puntate dedicate alle iniziative promosse da Rai Responsabilità Sociale e con la promozione di libri e tentativi di proseguire, anche in questi tempi, con gli spettacoli teatrali utilizzando lo streaming e la modalità on line.