Italia Variety

laVerdi – il Vicepresidente Maria Cristina Messa nominata Ministro dell’Università e della Ricerca dal PdC Mario Draghi

Maria Cristina Messa, Vicepresidente della Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi, nominata Ministro dell’Università e della Ricerca del Governo Draghi

Il Presidente Ambra Redaelli assieme a tutti i membri del Consiglio di Amministrazione e dello staff della Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi si congratulano con il suo attuale Vicepresidente Maria Cristina Messa, recentemente nominata Ministro dell’Università e della Ricerca del Governo Draghi.

Laureata con lode in Medicina e Chirurgia con specialità in Medicina Nucleare, Maria Cristina Messa è stata rettore dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca dal 2013 al 2019, essendo così la prima donna a ricoprire tale ruolo in un ateneo milanese e la quarta in assoluto a livello nazionale. Durante tale mandato è stata impegnata nella valorizzazione della ricerca e dell’innovazione come fondamento strategico dell’attività istituzionale, dedicando particolare attenzione ai rapporti tra Università e territorio a livello internazionale. Dal 2015 è Membro della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), con Delega alla Ricerca, oltre a essere, dal 2017, membro dell’Osservatorio nazionale della formazione medico specialistica MIUR. Nello stesso anno è stata nominata componente dell’Osservatorio nazionale della formazione medico specialistica dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Dal 2011 a settembre 2015 è stata Vicepresidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), la più grande struttura pubblica di ricerca in Italia, con l’obiettivo di realizzare progetti di ricerca, promuovere lʼinnovazione e la competitività del sistema industriale nazionale, lʼinternazionalizzazione del sistema di ricerca italiano, e di fornire tecnologie e soluzioni ai bisogni emergenti nel settore pubblico e privato. Maria Cristina Messa è autore di più di 180 pubblicazioni scientifiche, e nel 2014 ha ricevuto il premio Marisa Bellisario “Donne Ad Alta quota”, un riconoscimento che annualmente è rivolto alle donne che si distinguono per la loro professionalità nei campi del management, delle scienze, economia e attività sociali, sia a livello nazionale che internazionale.