FILM TV Italia notizie del giorno su musica est Variety

The Map of Tiny Perfect Things – esce oggi il film su Prime video, l’amore vissuto in un loop temporale

THE MAP OF TINY PERFECT THINGS

su Amazon Prime Video
il film di un amore vissuto sempre nello stesso giorno
i millennials hanno futuro nell’età adulta?

The Map of Tiny Perfect Things racconta la storia dell’adolescente perspicace Mark, che vive contento lo stesso giorno in un ciclo infinito, il cui mondo viene capovolto quando incontra la misteriosa Margaret anch’essa bloccata nel loop temporale. Mark e Margaret formano una partnership magnetica, cercando di trovare tutte le piccole cose che rendono un giorno perfetto. Quella che segue è una storia d’amore con una svolta fantastica, mentre i due lottano per capire come – e se – sfuggire al loro giorno senza fine.

La fertile immaginazione dell’autore Lev Grossman ha portato al mondo la serie di romanzi fantasy molto popolari The Magicians Trilogy e la fortunata serie Syfy basata su di essa, insieme a una serie di altri acclamati libri. Quando gli è stato chiesto di contribuire con un racconto a un’antologia per giovani adulti, Grossman ha deciso di tornare a un’idea su cui stava rimuginando da anni: il loop temporale.

Grossman aveva a lungo preso in considerazione la possibilità di scrivere una storia in cui un solo giorno si ripete apparentemente senza fine.

KYLE ALLEN as MARK and KATHRYN NEWTON as MARGARET in THE MAP OF TINY PERFECT THINGS

Ero sicuro che le possibilità della premessa non si fossero ancora esaurite“, dice. Quando mi è stato chiesto di scrivere la storia, ho iniziato a pensare: se avessi una specie di tenera storia d’amore adolescenziale su una coppia di ragazzi molto loquaci e consapevoli di sé che erano bloccati in un giorno, come sarebbe andata a finire?

Lo scrittore ha visto lo scenario del Ricomincio da capo – Groundhog Day come una metafora appropriata per l’adolescenza. “L’idea che si possa ricominciare da capo ogni giorno è in una certa misura com’è essere un adolescente“, dice.Puoi ancora correggere errori o errori di giudizio. Ma intorno alle 17 diventa tutto più reale. È un momento complicato, che è sia gioioso che stimolante, e anche un po’ agrodolce.

Il racconto, intitolato anche “The Map of Tiny Perfect Things“, è stato pubblicato nell’antologia Summer Days e Summer Nights: Twelve Love Stories di giugno 2017. L’agente di Grossman ha inviato il pezzo ai produttori Greg Lessans e Akiva Goldsman di Weed Road Pictures.

Goldsman, è un acclamato produttore e regista e sceneggiatore premio Oscar® di A Beautiful Mind e dozzine di altri film e programmi TV, ha pensato che fosse una storia potente e bella e voleva contribuire a portarla sullo schermo. Lui e Lessans hanno trascorso tre giorni intensi lavorando con Grossman, che non aveva mai scritto una sceneggiatura prima, delineando la struttura del film. “Lev scrive personaggi autentici, in particolare giovani adulti, molto bene“, dice Lessans.Ha anche superato rapidamente gli aspetti familiari del ciclo temporale e ha trovato alcune idee nuove e interessanti da esplorare“.

I produttori hanno quindi presentato il progetto alla prodigiosa società di produzione, finanza e distribuzione internazionale FilmNation, i cui oltre 100 film passati includono Il discorso del re, Arrival e The Big Sick. “Penso che i racconti brevi spesso facciano grandi film“, afferma il produttore nominato all’Oscar e dirigente di FilmNation Aaron Ryder. “Questa è una storia di formazione sentita che è scritta in modo così bello.”

KATHRYN NEWTON as MARGARET and KYLE ALLEN as MARK in THE MAP OF TINY PERFECT THINGS

Per dirigere The Map of Tiny Perfect Things, i produttori hanno contattato Ian Samuels, che in precedenza aveva diretto la commedia per adolescenti Sierra Burgess Is a Loser, oltre a diversi cortometraggi con elementi fantasy. Secondo Lessans, l’approccio naturalistico e radicato di Samuels lo ha reso la scelta perfetta per dirigere un film che parla della bellezza del quotidiano, con un tocco metafisico. “Suona bene all’interno del concetto di realtà magica che conferisce alla storia il suo impatto emotivo“, afferma il produttore.

Samuels dice che la sceneggiatura, di cui si è innamorato subito, è una storia di crepacuore, ma parla anche della fantasia giovanile di libertà illimitata. “Abbiamo tutti avuto la sensazione di essere bloccati in un momento e di non voler mollare, ma allo stesso tempo di voler andare avanti. Ma c’è anche un aspetto dell’appagamento del desiderio: vivere senza conseguenze è un divertente sogno febbrile da adolescente “.

KYLE ALLEN as MARK and KATHRYN NEWTON as MARGARET in THE MAP OF TINY PERFECT THINGS

Il regista nota che molti millennial oggi sentono che le carte sono impilate contro di loro. “Stanno diventando maggiorenni durante guerre infinite, incertezza economica – e ora una pandemia e disordini civili. L’idea di avere un lavoro fisso e una famiglia, di comprare una casa e tutti gli altri indicatori tradizionali dell’età adulta, può essere difficile da mantenere “.

Quando l’attore Kyle Allen, che interpreta Mark, ha letto la sceneggiatura, si è subito identificato con il desiderio che la vita rallentasse un po ‘. “Penso che molti ragazzi vorrebbero quasi che il tempo si fermasse“, dice. “Oggi tutto cambia a un ritmo folle. Non vuoi occuparti di tutte le cose che stanno per accadere. E dal modo in cui ne hanno parlato i realizzatori, potrei dire che sarebbe stato molto sottile e genuino. Questo mi ha davvero emozionato.

Mark ha sperimentato il loop temporale così tante volte che è diventato una routine, ma non ha ancora incontrato nessun altro che ne sia consapevole. “Quando Margaret appare all’improvviso, la sua realtà va in frantumi”, dice Allen. “Dopo aver seguito il ciclo insieme un paio di volte, creano un gioco in cui cercano di trovare tutte le piccole cose perfette in questa città in questo giorno.

Kathryn Newton, che interpreta Margaret, ha entusiasmato i critici nel 2020 interpretando un brutale serial killer che abita il corpo di un adolescente insicuro in Freaky. “Kathryn è una tosta“, dice Allen.Guida un rullo compressore su un bidone della spazzatura. La sua anima sanguina continuamente dai bulbi oculari.

KATHRYN NEWTON as MARGARET and KYLE ALLEN as MARK in THE MAP OF TINY PERFECT THINGS

Nei panni di Margaret, Newton cattura la vulnerabilità spinosa di un’adolescente precoce. “Amo una storia d’amore“, dice. “Questo è una che non avevo mai letto prima. C’è molta magia nel film. “
Margaret tiene Mark a debita distanza, ha paura di prendere parte pienamente alla vita, sta indietro e guarda, dice Newton. Sebbene abbia una buona ragione per voler vivere lo stesso giorno più e più volte, rifiuta di rivelarlo a Mark. “Non vuole che nulla cambi nella sua vita. A malincuore si innamora di questo ragazzo e questo rovina davvero le cose. Il film parla di lei che impara ad amare se stessa in modo da poter andare avanti.”

Per il film, Grossman ha ampliato il mondo di Mark, sviluppando relazioni più strette con la sua famiglia e presentando il suo migliore amico nerd Henry (Jermaine Harris), che distribuisce consigli incompleti senza distogliere gli occhi dal suo gioco sparatutto in prima persona preferito. “Mark aveva bisogno di qualcuno con cui parlare in modi che ci dessero un’idea dei suoi pensieri e gli fornissero una prospettiva“, spiega Grossman.Sfortunatamente il suo amico è un po ‘incapace.

Ignaro dell’anomalia temporale in cui Mark è bloccato, Henry offre molti suggerimenti ma nessuna soluzione.Tutto ciò che Henry dice viene dal cuore“, dice Harris, “ma sta cercando di battere questo livello del gioco. Tutti hanno quell’amico. Sta ascoltando ma la sua piena attenzione è altrove.

La famiglia di Mark è composta dalla madre lavoratrice di solito assente; suo padre disoccupato, che passa le giornate a scrivere un libro sulla guerra civile; e sua sorella Emma di 14 anni, interpretata da Cleo Fraser. “Mi piace molto la premessa, soprattutto l’idea di piccole cose perfette“, dice Fraser, il cui curriculum include ruoli ricorrenti in “Trasparente” e “L’unicorno”. “Ho avuto momenti in cui forse incontro uno sconosciuto o succede qualcosa che sembra una scintilla dentro di me. All’improvviso il mondo sembra perfetto.

La vita sul set è diventata una celebrazione quotidiana per Fraser quando ha appreso che Allen ama ballare tanto quanto lei.Mi stava insegnando tutte queste mosse di James Brown o facendo il moonwalk, il che è stato davvero fantastico”, ricorda. “Facevamo sempre queste piccole feste da ballo.”

Scritto dal romanziere, giornalista e sceneggiatore Lev Grossman (“The Magicians”) e diretto dall’artista multimediale Ian Samuels (Sierra Burgess Is a Loser), ha come protagonisti Kathryn Newton (“Big Little Lies”, “The Society”) e Kyle Allen (” American Horror Story “,” The Path “), insieme ai membri del cast Jermaine Harris (” Ballers “), Anna Mikami (Birds of Prey,” Instinct “), Josh Hamilton (Eighth Grade,” Ray Donovan “) e Cleo Fraser (” The Unicorn “,” Transparent “).

Ian Samuels (Sierra Burgess Is a Loser) dirige da una sceneggiatura di Lev Grossman (“The Magicians”), adattata dal racconto di Grossman. Il film è prodotto da Aaron Ryder (Arrival, Pieces of a Woman) di FilmNation Entertainment, Ashley Fox (Promising Young Woman, The Courier) e Akiva Goldsman (A Beautiful Mind, Cinderella Man) di Weed Road Pictures e Greg Lessans (My Best Ragazza dell’amico, stormo di tizi). Glen Basner (Looper, Midnight Special), Alison Cohen (Greyhound, The Rover) e D. Scott Lumpkin (Doctor Sleep, Tracers) sono i produttori esecutivi. Il direttore della fotografia è Andrew Wehde (Eighth Grade, “Grand Army”). La scenografa è Kara Lindstrom (Den of Thieves, Dear John). La costumista è Abby O’Sullivan (Countdown, Frozen River). Il coordinatore degli stunt è Chuck Borden (Doctor Sleep, Darkman). Il compositore è Tom Bromley (Angelfish, Stages). Il curatore è Andrea Bottigliero (Defending Santa, Sierra Burgess Is a Loser).