USA Variety

THE JULIANA THEORY -pubblica il video di INTO THE DARK (Reimagined)

THE JULIANA THEORY

pubblica il video di

INTO THE DARK (Reimagined)

Prendendo spunto dal loro album del 2000, “Emotion is Dead“, The Juliana Theory pubblicano una versione espansiva e orchestrale di una canzone che secondo il cantante Brett Detar ha sempre mostrato The Juliana Theory al suo meglio. “Into the Dark” (Reimagined).

‘Into the Dark’ è senza dubbio la mia canzone preferita dal catalogo della band. Sono sicuro che la canzone deve il suo DNA a tutti i tipi di altri artisti e canzoni, ma per qualche motivo la fusione di come tutti quei pezzi si sono uniti mi è sembrata come se fosse la sua stessa cosa. Se dovessi suonare una persona solo una canzone dal nostro catalogo per rappresentare ciò che è la band, sarebbe “Into The Dark”. Penso che sia solo una grande via di mezzo di tutti i diversi suoni che abbiamo esplorato. È una miscela di pop rock basato sugli hook e rock chitarristico esplosivo senza essere troppo di entrambi. È intimo ma allo stesso tempo inno. Ha un soggetto lunatico e personale nei versi che diventa più universale e pieno di speranza nel ritornello.È una delle prime canzoni che abbiamo veramente sperimentato in studio. Abbiamo campionato e sminuzzato la mia voce e le abbiamo usate al posto dei synth pad. È stata la prima canzone di cui abbiamo scritto una parte attorno a una parte di synth

Facendo cenno ai valzer classici: la registrazione originale di ‘Emotion Is Dead’ aveva un piccolo arrangiamento di archi nel ponte, quindi per questa versione reinventata abbiamo semplicemente raddoppiato alcuni di quegli elementi più orchestrali e cinematografici dell’originale e li abbiamo ampliati e combinati che con l’arrangiamento acustico che abbiamo suonato nel nostro ultimo tour. La canzone ha sempre avuto quella classica dinamica soft / loud che hanno fatto così tante band sulla scia dei Nirvana, quindi abbiamo cercato di accentuarla. Ora le parti più silenziose sono ancora più piccole e più intime ma si espandono e diventano molto più vaste dell’originale. Semmai i testi in qualche modo significano di più per me ora di quando li ho scritti.  ‘I’d give you my hand if you’d reach out and grab it. Let’s walk away from this hell.‘ Non posso contare quante volte un brano musicale è stato effettivamente quella “mano” che ho allungato per afferrarmi per sollevarmi quando stavo lottando. Sono solo contento di poter ancora dedicarmi ad alcune di queste canzoni anni dopo per trovare ancora quella promessa ottimistica di speranza che viveva nei sogni ad occhi aperti della giovinezza “. –Brett Detar su ” Into the Dark “(Reimagined).

Into the Dark” (Reimagined) è la terza virata pubblicata dall’album in uscita
A Dream Away“, in uscita il 26 marzo 2021 tramite Rude Records in collaborazione con Equal Vision Records. Il loro primo album in quindici anni vede il duo – Brett Detar e Joshua Fielder – reimmaginare alcuni dei loro brani più amati attraverso una nuova lente e una nuova prospettiva.

Pre-order/Stream/Download https://tjt.lnk.to/intothedark

L’idea è nata da un tour acustico del 2019 che sarebbe diventato la base del ritorno a sorpresa del duo a fare nuova musica insieme 15 anni dopo. In quel tour, hanno iniziato a ripensare ad alcune delle loro canzoni più amate nello spirito di Unplugged di MTV.

È stata una sfida molto divertente cercare di onorare lo spirito puro e creativo con cui queste canzoni sono state originariamente realizzate mentre si costruisce sulle basi acustiche con mellotron, pianoforti, glockenspiel, legni e una sana dose di archi“, dice Detar.

La band ha anche annunciato il loro primo spettacolo dal vivo a sostegno di “A Dream Away” al Furnace Fest in programma dal 24 al 26 settembre a Birmingham, AL.