Italia Testi Canzoni Variety

COLLA ZIO – oggi in radio e su spotify il singolo d’esordio GREMOLADA è il risultato di una combo di esperienze di 5 ragazzi di Milano

COLLA ZIO

FUORI OGGI PER WOODWORM
IL SINGOLO D’ESORDIO DEL GIOVANE COLLETTIVO MILANESE

GREMOLADA

Gremolada, singolo d’esordio dei COLLA ZIO è fuori oggi per Woodworm in radio e su tutte le piattaforme digitaliColla sta per collettivoZio sta per Milano. Basterebbe solo questo a raccontare la musica e la vita di questi cinque ragazzi. Non sanno come definirsi, parlano di Colla Zio come una situa, una cosa, una colla, appunto.

Ma è su questa fluidità che la loro musica pianta fieramente le proprie radici e trova la propria identità: in Gremolada barre e canto si alternano e si intrecciano su un tessuto urban, per tessere un racconto in musica spavaldo e zeppo di riferimenti.

“Una persona può trovare un senso alle cose anche quando non c’è, solo per stare tranquillo quando va a dormire, solo per non essere confuso. Gremolada è il risultato di una combo di esperienze, momenti e pensieri di 5 ragazzi di Milano. Io sono uno dei cinque e in questa canzone vedo il rifiuto di come sta cambiando il mondo adesso, il futuro di come cambierò il mondo domani, il fidarsi di quello che succederà pur non sapendo niente, perché nessuno sa niente. Guarda il cielo: quella nuvola è una canzone, ha una sua forma ma ognuno può vedere ciò che vuole. Gremolada è la mia nuvola e tu puoi vederci il significato che vuoi. Perché io sicuramente non te lo spiegherò”.

COLLA ZIO raccontano la Generazione Z nelle sue incertezze, nella sua freschezza e nelle sue contraddizioni. Raccontano di amicizia, d’amore, dell’immaginario che accompagna la quotidianità di chi ha vent’anni oggi, con l’attitudine e la consapevolezza di chi ha deciso di prendersi la responsabilità di questo racconto. 

link piattaforme stream https://udsc.lnk.to/CollaZioGremolada

Attorno alla Colla si è già radunato un gruppo di professionisti contagiati dall’energia creativa dei cinque ragazzi e della loro musica. La release di Gremolada (distribuita da Universal Music Italia) sancisce l’inizio del percorso discografico del giovane collettivo milanese con Woodworm e di quello editoriale in co-publishing con Sony ATV. Il brano è prodotto dai Colla Zio con Riccardo Montanari e Giacomo Carlone, la grafica di copertina è a cura di Jacopo Lietti – Legno con il giovane fotografo Andrea Casagrande. Allo styling Loreto Mancini. I COLLA ZIO hanno iniziato per gioco, ma ora fanno sul serio.

WHO THE HECK ARE COLLA ZIO?

La storia dei COLLA ZIO inizia qualche anno fa: ogni sera un gruppo di amici, di fra come si definiscono, si ritrova per strada e canta, quasi per gioco, con la stessa naturalezza con cui si incontrano al campetto di quartiere per tirare a canestro, o a girare la città sulle loro bighe. Che ci siano sbirri, zarri, tipe ad ascoltarli, cantano a squarciagola e quello che cantano piace. Non solo al loro gruppo di amici, piace persino alle sciure. Piace nonostante non sappiano bene cosa stiano facendo, nonostante prima della polifonia ci fossero solo i cori da stadio intonati tanto per far casino in metro.  

Così decidono di scrivere la prima canzone su una base trovata su YouTube. Dopo la prima, molte altre, qualcuna più carina, altre meno. Da quel momento, la storia dei COLLA ZIO è fatta di incontri e di scontri, di tentativi fallimentari e pene d’amore, con connessioni e idee sempre nuove. Un’unica sola costante: la voglia di fare musica e di coinvolgere sempre più fratelli. Alcuni rimangono i primi ascoltatori e giudici presi bene, anzi benissimo, altri entrano nel collettivo fino ad arrivare alla formazione definitiva: due Andrea, due Tommaso e un Francesco.  IG @collazioriose

COLLA ZIO sono:  

Andrea Armo Arminio – ventiquattro anni, del segno del leone 
Andrea Mala Malatesta – vent’anni per sempre, del segno del sagittario 
Francesco Lampo Lamperti – ventidue anni, del segno del cancro 
Tommaso Berna Bernasconi – ventidue anni, del segno della vergine 
Tommaso Petta Manzoni – diciannove anni, del segno del toro 

Testo canzone Gremolada dei COLLA ZIO

Seduto su una balla di fieno, non credo siamo in tanti
non credo alla rima baciata, non credo alla mia età.
Calma piatta, voglio farlo su una Maserati.
Frate in gamba, quinta scanna
Guido ma non ho la patente,
vendo biloca’ chiama me se vende.
Mi scusi agente, ma qua la gente non capisce perché mi hanno ritirato i documenti.
“Prego documenti”, ce li avete voi
se fai lo sbirro puoi parcheggiare dove vuoi.
Ti comporti come ti hanno insegnato o fai l’opposto perché ti hanno segnato
quindi adesso non lo so
Spari grosse pam pam con lei ballo il can-can
brum brum te la rubo pappappero
mi fumo un pappero, muovo le scacchiere
in mano c’ho il bicchiere chino del pampero del Pam
ballo la salsa sta dentro le ossa come gremolada
come la tua donna – non è una santa –
commensale alla tavola degli dei
Guido ma non ho la patente
vendo biloca’ chiama me se vende
Mi scusi agente, ma qua la gente non capisce perché mi hanno ritirato i documenti
(×2)
Ho scannato e sono andato fuori pista
la Senna, ho il Tamigi nella penna
i tuoi amici fanno i grigi col mio squad che è la Coop come i cop
lei che lo vuole alla coque, cambia punto di vista alla svelta.
La mia cricca Chicca Chicca, Kid Cudi no
non siamo pari mio fratello è Forrest Gump
perché corre come un tassi fa passi sul parquet
mezza pippa tu dimmi chi cazzo se la pippa
La tua merda senza flow, vieni che ti pelano.
Quante volte ho sbagliato avrei voluto farlo apposta
Tutto perché non ho mai superato mai il primo strato
la verità è nel centro di una grande Matrioska.
La scossa, tu che ridi e piangi tutta rossa
e un frate con le sbarre nelle ossa e mi ricorda non ho tempo
(ed ogni volta che lo faccio poi mi pento)
Guido ma non ho la patente
vendo biloca’ chiama me se vende
Mi scusi agente, ma qua la gente non capisce perché mi hanno ritirato i documenti
(×2)
e non lo so, la vita han detto che provvederà
ma sento solo il freddo nelle ossa e mi ricorda non ho tempo.