concerti Italia Testi Canzoni Variety

RANDOM – pubblica oggi l’album NUVOLE la verità è che il sole è sempre lì, anche se a volte ci appare oscurato

RANDOM

pubblica l’album

NUVOLE

Random pubblica il 2 aprile il suo nuovo album, “Nuvole” (Visory Records – under exclusive license to Believe) in vinile, CD e su tutte le piattaforme digitali.
Prodotto interamente da Zenit, ad eccezione di una traccia prodotta da Junior K (“Altrove”), “Nuvole” si muove al ritmo delle emozioni cantate da Random che, traccia per traccia, compone un album fatto da brani diversi ma uniti da un unico fil rouge di mood e sonorità. 
Le tracce sono state tutte scritte da Random, che si è avvalso della collaborazione di cinque artisti a cui è legato da una grande stima reciproca personale e da una forte affinità artistica:

Gio Evan in “Sole Quando Piove”, Guè Pequeno in “Vacci Piano”, Carl Brave e Samurai Jay in “Cielo Nero” e Etnico in “Vogliono Essere”. Il disco si apre con “Torno a Te”, il brano che ha presentato al 71° Festival di Sanremo.

Nuvole” è un disco di crescita in cui il giovane cantautore, dopo il debutto con l’album “Giovane Oro” e l’EP “Montagne Russe” (certificato Oro), racconta paure, insicurezze e ferite spronando chi ascolta a inseguire i propri sogni che spesso, per timore, vengono lasciati in sospeso.  

Racconta Random: «Ho scelto il nome “Nuvole” perché ha due significati importanti: prima di tutto le nuvole tendono a prendere la forma che più ci piace; e poi le nuvole sono in un certo senso una “barriera superabile”, una specie di intralcio tra noi e il sole, proprio come accade tra gli obiettivi che vogliamo raggiungere e gli ostacoli che risiedono nelle nostre menti. La verità è che il sole è sempre lì, anche se a volte ci appare oscurato

Con oltre 210 milioni di ascolti su tutte le piattaforme digitali Random, non ancora ventenne, è fra i giovani artisti italiani più popolari e già autore di grandi successi: i tre singoli “Chiasso”, “Rossetto” e “Sono un bravo Ragazzo un po’ fuori di Testa” contano un totale di 6 dischi di Platino. I brani sono tutti contenuti nell’EP “Montagne Russe”, uscito a giugno 2020 e certificato Oro.

RANDOM – LIVE 2021
prodotto da  VIVO CONCERTI
SABATO 20 NOVEMBRE 2021 | ROMA @ATLANTICO LIVE
DOMENICA 28 NOVEMBRE 2021 | MILANO @FABRIQUE
info: @vivoconcerti.com

Tracklist

  1. TORNO A TE
  2. SOLE QUANDO PIOVE (FEAT. GIO EVAN)
  3. LIMITI
  4. (LA MUSICA DENTRO) LA MUSICA FUORI
  5. QUELLO CHE MI SERVE
  6. VACCI PIANO (FEAT. GUÈ PEQUENO)
  7. ALTROVE
  8. CIELO NERO (FEAT. CARL BRAVE E SAMURAI JAY)
  9. PUGNALI
  10. VOGLIONO ESSERE (FEAT. ETNICO)
  11. KE VUOI?
  12. AMI MA…

CREDITI
Tutti i brani sono scritti interamente da Emanuele Caso con l’eccezione di: “Sole Quando Piove” (Emanuele Caso e Giovanni Evani Giancaspro); “Vacci Piano” (Emanuele Caso e Cosimo Fini), “Cielo Nero” (Emanuele Caso, Carlo Coraggio e Gennaro Amatore); “Vogliono Essere” (Emanuele Caso e Daniel Patano).
Etichetta: Visory Records – under exclusive license to Believe
Prodotto da Samuel Balice (con la collaborazione di Nicolò Scalabrin in “Pugnali”) con l’eccezione di “Altrove” (prodotta da Umberto Odoguardi e Nicolò Scalabrin)
Registrato presso gli studi del producer Sine a Roma
Mix master: Emanuele Mattozzi (EmyK)
Artwork copertina: Gianni Rossi

TRACK BY TRACK NUVOLE

TORNO A TE 

è un brano che invita a tornare alla spensieratezza con cui si vive il primo amore. Siamo in un periodo difficile, in cui c’è l’urgenza di uscire da una fase in cui ci è stato tolto il rapporto umano: l’abbraccio, darsi il cinque in giro con un amico. Quando tutto questo finirà, vorrei che tutti godessimo ogni piccolo istante della nostra vita al 100%, proprio come si fa quando si vive l’esperienza del primo amore.

SOLE QUANDO PIOVE 

è un pezzo che invita a trovare l’insegnamento “giusto nelle cose  sbagliate, il sole nella pioggia”. Il testo racconta di una ragazza che torna dopo un tradimento, anche se è ancora legata all’altra persona. Ci si ritrova, malgrado tutto, a mettersi nei panni dell’altro, e a decidere di fare la scelta giusta anche se dolorosa: non accettare quel ritorno.

LIMITI 

Il pezzo incoraggia a superare i propri limiti, le proprie paure, per arrivare dove si vuole. Parla del senso di rivalsa che cresce dentro di sé, alimentato dai ricordi fatti di malinconie e piccole disfatte, e che diventa motore per raggiungere i propri obiettivi. La versione strumentale di “Limiti” inizialmente era destinata a  “Sono Luce” che poi Zenit e Shablo hanno prodotto insieme, cambiandola totalmente e donandole una veste diversa.

 (LA MUSICA DENTRO) LA MUSICA FUORI 

È un brano che parla di tutte quelle persone che, pur di non sentirsi escluse da un gruppo o da una situazione, non hanno saputo dire no a circostanze che portano fuori strada, e ora sono “fiori morti in mezzo a quella via”. Il brano vede la collaborazione di Mark Corradetti, bassista professionista Made in Florida, che ha riprodotto in maniera superba le linee che Zenit aveva realizzato in studio.

QUELLO CHE MI SERVE 

Fare ciò che ci serve, non ciò che è comodo. In questa canzone parlo di come sia giusto uscire dalla propria zona di comfort, abbandonare la routine e i meccanismi che ci assicurano di tenere sotto controllo tutte le cose intorno a noi. La strumentale del brano è stata prodotta da Zenit tra il bagno e la sauna dell’appartamento che sta sopra lo studio dove faccio lezione di canto, a Roma, e dove abbiamo registrato l’intero disco. 

VACCI PIANO

Esagerare è sempre dannoso. L’eccesso priva la vita del suo naturale tempo, lasciando un vuoto. E’ giusto dosare le cose che facciamo, ed è giusto rimanere stupiti come bambini per ogni gioia che la vita (con i giusti tempi) ci riserva, senza bruciare le tappe. Per questo pezzo abbiamo deciso di tenere come definitivo il provino registrato il camera di Zenit la scorsa estate, con tanto di ventilatore in sottofondo.

ALTROVE 

Cerco sempre di non cambiare mai, o meglio di essere fedele a quello che voglio e sono; a volte però c’è chi, guardandoti con occhi diversi, vede ciò che vuole. Da questo sentimento è nata Altrove, con cui voglio esortare coloro che come me hanno delle ambizioni e non vogliono scendere a compromessi. Alla produzione, questa volta, c’è Junior K.

CIELO NERO 

Spesso la solitudine è causata dall’indecisione, che porta a mantenere le relazioni in un limbo, un eterno stallo causato dalla paura di andare avanti, dove si cerca di reprimere i propri sentimenti per evitare che si consumino velocemente. “Hai qualcosa e non la vuoi, non ce l’hai più e lo vuoi.”

PUGNALI 

Questo brano parla di affrontare le difficoltà del nostro cammino. Bisogna essere consapevoli del fatto che la vita ci riserva degli ostacoli, che mi piace identificare come pugnali immaginari che durante il percorso dobbiamo sfilare per proseguire sulla nostra strada.

VOGLIONO ESSERE 

Per i miei fan vorrei essere un esempio a cui guardare perché credo che bisogna essere un modello per le nuove generazioni, soprattutto la mia. Penso che non importi quale sia il nostro livello di notorietà. Professore, rappresentante di quartiere o cantante, poco importa: è questo quello a cui si deve aspirare, essere da esempio. Anche questo brano vede la collaborazione di Mark Corradetti al basso.

KE VUOI?

E’ la fase di rinascita, quando non odi più chi ti ha ferito, quando la reale indifferenza nasce dalla razionalizzazione.

AMI MA…

E’ il coraggio di lasciare andare. Quando si è consapevoli che un rapporto non può prendere le forme che desideriamo, quando il possesso diventa l’elemento principale della relazione, è giusto lasciare andare. Il brano vede la collaborazione di Leonardo, direttamente da Barcellona, che ha eseguito perfettamente tutta la linea di pianoforte, precedentemente scritta da Zenit, su uno Steinway Grand Piano a coda.

IG @random_solo

Testo canzone CIELO NERO di RANDOM FEAT. CARL BRAVE & SAMURAI JAY

T’aspetto al tabaccaro dietro l’angolo,
che sono mesi che c’ha scritto torno subito ma dubito davvero che ritorni
Che Ritorniamo
In un tuffo nel passato, passato caffè caldo lo lascio riposare in questo triste bilocale Mentre si ritira il sonno
Un lampione è andato in corto
È la notte che consuma il giorno
È che non so davvero se ti voooglio
A volte vorrei solo stare sooolo
Da un po’ non riesco a restare soooobrio
Uscire da tutto sto manicooomio

Ti vorrei ma quando ti ho
Non so neanche più cosa voglio se ho Ancora bisogno di te
Se un giorno passerà la solitudine Il cielo mi ha detto di no
Un cuore nero non si accende E per questo io ci sarò
E ancora griderò Più forte solo NOI

Ti vorrei ma quando ti ho, mi sento come avessi
Un vuoto dentro che non riesco a riempire da mesi e trovare scuse no, non serve Io non ci ho creduto mai ai per sempre
Graffiami, fammi i lividi
Facciamolo da venerdì fino a lunedì
Torniamo ad essere strani già da martedì
Forse è meglio che tra noi due rimanga così
Perché se ti innamori di me
Finirò per annoiarmi e
Non so se mi fai bene o mi fai male e

Ti vorrei ma quando ti ho
Non so neanche più cosa voglio se ho
Ancora bisogno di te
Se un giorno passerà la solitudine
Il cielo mi ha detto di no
Un cuore nero non si accende
E per questo io ci sarò
E ancora griderò Più forte solo NOI

È che non so davvero se ti voooglio
A volte vorrei solo stare sooolo
Da un po’ non riesco a restare soooobrio
Uscire da tutto sto manicooomio

Ti vorrei ma quando ti ho
Non so neanche più cosa voglio se ho

Ancora bisogno di te
Se un giorno passerà la solitudine
Il cielo mi ha detto di no
Un cuore nero non si accende
E per questo io ci sarò
E ancora griderò Più forte solo NOI