Italia Testi Canzoni Variety

FEDERICO SECONDOMÈ – pubblica il singolo 100ANNI un trip che evoca una calma apparente

FEDERICO SECONDOMÈ

pubblica il singolo

100ANNI

Da oggi venerdì 9 aprile è disponibile sulle piattaforme streaming e in digitale “100ANNI” (Sugarmusic S.p.a. / Neverending Mina – Distribuzione Artist First), il nuovo singolo del cantautore veronese FEDERICO SECONDOMÈ.

Il brano è un flusso di coscienza di joyciana memoria: in un’atmosfera onirica, i versi si susseguono dipingendo immagini e sensazioni che trasportano l’ascoltatore nel viaggio mentale dell’artista.

«Con “100ANNI” – racconta Federico – il secondo singolo estratto dalla mia nuova raccolta di brani, voglio confermare quel mondo sonoro nel quale eravamo entrati con “nxn è 1 snitch”. È un po’ come se fosse un trip, che evoca una calma apparente ma che trasuda le mie emozioni attraverso un testo pungente, promiscuo e vero».

link piattaforme stream https://federicosecondome.lnk.to/100ANNI

100ANNI è in linea con la nuova serie di canzoni iniziate con “nxn è 1 snitch”, nella quale Federico fonde il suo gusto cantautorale e il linguaggio urban dal quale proviene, giungendo ad un risultato particolarmente originale, organico ed estremamente minimal.

Federico Secondomè, all’anagrafe Federico Sambugaro Baldini, è un cantautore e produttore di Verona, classe ’95, che nel tempo ha cambiato varie forme artistiche rimanendo tuttavia sempre fedele a se stesso. Dopo un progetto sviluppato con Universal con lo pseudonimo “FAITH”, Federico decide di concentrarsi sulla scrittura in italiano dando vita, insieme a Sugar, al progetto Federico Secondomè, che fonde il nuovo pop con una forte e personale ricerca sonora. Già autore e produttore per diversi artisti come Raphael Gualazzi, Emma Muscat e Greta Menchi (per citarne alcuni in maniera trasversale), Federico dedica ogni sua giornata alla creatività, perché, come lui stesso ammette, non è in grado di fare altro.

IG @federico_secondome

Testo Canzone 100ANNI di Federico Secondomè

Non mi manchi,
A volte te lo dico e poi ti incazzi,
Da 100 anni,
Giorni stanchi,
Con le emozioni che sono petardi
Sui miei fianchi.
Fumo sto back, ye;
Pezzi di te
Sparsi sul letto,
So cosa cerco
E non quel che lascio,
Questo mio amore non vale un Big Mc,
Brucio la tuta con tutta sta cenere,
Mi darei sberle
Fino a sanguinare.
Non mi manchi,
A volte te lo dico e poi ti incazzi,
Da 100 anni,
Giorni stanchi,
Con le emozioni che sono petardi
Sui miei fianchi.
Sali un attimo non sto bene,
Tasche vuote ma rime piene,
Sembra Londra da quanto piove,
In questa città
Ho tutto sotto controllo,
A parte il mio portafoglio;
Sbrigati che è quasi giorno,
Apro un canale su Porn-Hub
Se a continui a scoparmi così;
Qualche ricordo lo conservo dentro
‘Sto paio di jeans…
Un attimo faccio pipì.
Non mi manchi,
A volte te lo dico e poi ti incazzi,
Da 100 anni,
Giorni stanchi,
Con le emozioni che sono petardi
Sui miei fianchi.
Mai scordato il nome
Di chi sa restare in me,
Mai scordato il nome
Di chi sa restare in me.
Non mi manchi,
A volte te lo dico e poi ti incazzi,
Da 100 anni,
Giorni stanchi,
Non mi manchi.