Italia Musica Variety

COMA_COSE – esce oggi il nuovo album NOSTRALGIA ogni canzone un capitolo della storia di rivalsa di Francesca e Fausto

COMA_COSE

esce oggi il nuovo album

NOSTRALGIA

NOSTRALGIA il nuovo album dei Coma_Cose in uscita per Asian Fake/Sony Music, è un libriccino dal linguaggio futuristico che racchiude un mondo di significati che affiorano da un passato che brucia ancora. Ogni nota è una pagina e ogni canzone un capitolo della storia di rivalsa di Francesca e Fausto; una storia che li ha visti passare dalla rassegnazione di dover rinunciare alla musica, al riuscire a renderla il centro della propria vita. La loro è una favola dai protagonisti improbabili che nel momento in cui si ritrovano a lavorare come commessi scelgono di non rinunciare alla propria fiamma, la loro passione per la musica e con un percorso umano ed artistico si sostengono l’un l’altro fino al palco dell’Ariston.

NOSTRALGIA, prodotto dai Mamakass, come Fiamme Negli Occhi e molti altri brani della band, è un viaggio alla scoperta di ambientazioni e temi nuovi, tradizionalmente assenti o trascurati dalla musica leggera. Meno spazio alla città, alla vita all’aria aperta, molto invece alla solitudine, alla periferia, all’introspezione e all’autoanalisi. Questi sei brani inediti sono l’installazione sonora cresciuta nel corso di un anno anomalo, l’occasione per fermarsi un attimo, scavare a fondo nei ricordi e nelle emozioni del passato per fissarle nel presente: guardarsi indietro e guardarsi dentro con una nuova consapevolezza.

E’ un disco che racconta il presente ricercandolo nel passato, breve ma molto concentrato scava nel profondo dell’animo e analizza il sentimento della nostalgia senza compromessi, il fuoco che arde dall’infanzia, la crescita personale, l’accettazione di se stessi come il primo passo per cercare il proprio posto nel futuro.” – raccontano i Coma_Cose.

NOSTRALGIA è un punto tracciato sulla linea continua della vita, un bilancio che passa necessariamente per la parola Nostalgia-per le fasi della vita che non torneranno- e per la parola Perdono, perdonare sé stessi per lasciare andare tutto ciò è stato motivo di afflizione. Perdono non significa resa, perché quando ci si perdona si fanno propri gli errori commessi.

E ci si accetta. NOSTRALGIA, che già dal titolo si riserva il diritto di essere un qualcosa di molto personale, da oggi è di tutti.

HIGHLIGHTS

  • Fiamme negli Occchi è diventato disco d’oro a sole tre settimane dalla sua release ed è stato fra i brani più apprezzati del 71esimo Festival di Sanremo superando i 16 milioni di streaming audio/video complessivi e piazzandosi nella top five dei brani più ascoltati nelle settimane successiva alla kermesse.
  • Il video di Fiamme Negli Occhi ha superato le quattro milioni e mezzo di visualizzazioni su Youtube.
  • Dopo la settimana Sanremese, i profili social della band sono più che raddoppiati.
  • Il pubblico di ascoltatori su Spotify, passato da 250.000 persone (su base mensile) a oltre 1.7 milioni. La vetrina di Sanremo dunque non si è dunque limitata al brano in gara, ma ha aperto a una conoscenza, e successivo apprezzamento, di tutto il progetto Coma_Cose.

I Coma_Cose sono Fausto Lama e California. Un duo nato nel 2016, una coppia prima nella vita e poi nella musica, che mischia vissuto e gusto sonoro urbano a una poetica cantautorale.

Tra Febbraio e Giugno del 2017 i Coma_Cose pubblicano i primi quattro brani con relativi video e nell’autunno dello stesso anno lanciano con Asian Fake “Inverno Ticinese”, il loro primo EP-manifesto: il risultato di pubblico e critica è esplosivo. In soli 12 mesi i Coma_Cose allargano il proprio pubblico, cominciano a passare in radio e chiudono il 2018 con un centinaio di concerti all’attivo.

Nel 2019 danno vita al loro primo disco “HYPE AURA” cui segue un anno fitto di soddisfazioni e riconoscimenti. Varcano i confini della Penisola: suonano a Parigi in apertura ai Phoenix e allo Sziget Festival di Budapest. Questo è l’anno dei tutto esaurito nei club, tra cui quello all’Alcatraz di Milano che segna un patto d’affetto tra gli artisti e la città d’azione. E l’anno del Primo Maggio a Roma e del Capodanno a Milano in piazza Duomo.

Ottenute le prime certificazioni FIMI (“Post Concerto” e “MANCARSI” sono dischi d’oro) i Coma_Cose cominciano il 2020 all’insegna delle collaborazioni, duettano con i Subsonica e Francesca Michielin e insieme al produttore Stabber danno vita ad un nuovo EP: “DUE”. Nel 2021 partecipano alla settantunesima edizione del Festival di Sanremo incantando con il brano Fiamme negli occhi, che diventa disco d’oro in sole tre settimane e annunciano l’uscita del loro nuovo album, Nostralgia, il 16 aprile.

Quello che nasce come gioco fra Fausto e Francesca, in soli 3 anni si afferma come un progetto di riferimento della musica nazionale.

TRACK BY TRACK
link piattaforme stream https://smi.lnk.to/NOSTRALGIA

1 Mille Tempeste

Il viaggio nostralgico dei Coma_Cose si apre con Mille tempeste, track dalle atmosfere dark e a tratti psichedeliche che fanno da tappeto sonoro a un mondo sospeso in balia dell’incertezza e di duemila cose di cui non ci importa niente. Il brano si apre con un intro onirico, preludio delle atmosfere distorte e oscure che esplodono in un potente ritornello caratterizzato da un riff di chitarra elettrica. Francesca e Fausto sono qui testimoni e cantori di una realtà sottosopra, in attesa di un chiaro segnale di cambiamento, perché nonostante tutto rimane forte la speranza di non vivere più sospesi, sotto la volta celeste. Sospesi, in mezzo a mille tempeste.

2. La canzone dei Lupi.

Il racconto introspettivo di Nostralgia prosegue con La canzone dei lupi, scritto a quattro mani da Fausto Lama e California e prodotto con i Mamakass. 3 minuti e 19 scanditi da un beat soft ma deciso, canto libero dedicato all’utopia del rifuggire dalla fame di tutto, che toglie il gusto anche ai sogni. In un mondo in cui tutto si addomestica e tutto si disintegra, Francesca e Fausto difendono quella sfacciata libertà di cui solo i lupi sono fieri custodi. I lupi e noi.

3. Discoteche abbandonate

Con una fotografia chiara e quasi involontariamente attualissima, a tratti spettrale, California dà voce a tutte le Discoteche abbandonate, monologo dedicato alle cattedrali del divertimento, in cui oggi risuona una triste eco di serate non vissute e cocktail mai bevuti –dall’alto la consolle ora è ferraglia Ci guarda come un crocifisso. Eppure il brano non si limita a fotografare la situazione pandemica ma raccoglie sensazioni di abbandoni dei luoghi storici della musica, specie nella periferia, iniziato ben prima dell’emergenza sanitaria. Fausto e i Mamakass vestono il brano con sonorità elettroniche, in cui sintetizzatori e drum ‘n bass fanno da cornice al racconto di tutto quell’effimero che ora, più che mai, è riposto negli angoli della memoria di una generazione che aspetta una nuova libertà.

4. Fiamme negli occhi

La piccola istantanea di una storia grandissima, d’amore e di rivalsa, quella dei Coma_Cose. Con venature dream pop e suoni sbiaditi alla Velvet Undreground, Fiamme negli occhi indaga il desiderio di prendersi cura della propria fiamma, di una passione e di un progetto di vita comune.La melodia è morbida, le liriche semplici e intrise di quotidiano, il sapore è quello di una canzone da spiaggia del futuro, vestita di sonorità inesplorate e coraggiose, dall’elettronica al vintage.

5. Novantasei

Su una struttura rock-alternative/grunge che ricorda vagamente il mondo degli Afterhours, Francesca e Fausto cantano ricordi di un amore ormai passato, in cui si percepiscono sogni ancora da inseguire e malinconie da rivelare. Le strofe più delicate lasciano posto a un ritornello potente, in un brano in cui ancora una volta scoppia, senza far male, quel sentimento nostalgico che fa da fil rouge all’intera raccolta.

6. Zombie al Carrefour

L’ultimo capitolo di questo bigino emotivo, prima dell’appendice –Outro. Il congedo avviene con una passeggiata solitaria all’alba, tra gli scaffali che accolgono un amaro che finisce con il bis e una pastiglia che comincia con la x. La voce di California cammina leggera sulle note di un pianoforte e prende per mano l’ascoltatore, accompagnandolo attraverso i ricordi di un passato che non smette di ardere.

CREDITS

Testi di Fausto Zanardelli e Francesca Mesiano; 
Musica di Fausto Zanardelli, Fabio Dale’ e Carlo Frigerio. 

Prodotto da Mamakass e Fausto Lama 
eccetto “Fiamme negli occhi” e “Mille Tempeste” prodotte da Mamakass. 

Hanno suonato: 
Mamakass: basso, chitarre, tastiere, programmazioni in tutti i brani; 
Fausto Lama: chitarra ritmica in “Novantasei”, pianoforte in “La canzone dei Lupi” e “Zombie al Carrefour”, chitarra elettrica in “Outro (skit)”; 
Luca Arosio: batteria in “Novantasei”. 

Mixato da Mamakass. 
Masterizzato da Luca Arosio e Mamakass at Musx Studio. 

IG @coma_cose