concerti Festival Musicali Spagna Variety

Primavera Sound 2022 Barcellona -Sant Adrià è sold out, ha venduto 200mila biglietti in poco più di una settimana

Il Primavera Sound 2022 Barcellona – Sant Adrià
è sold out

– Il 20° anniversario del festival ha venduto i suoi 200.000 biglietti in poco più di una settimana

– Una risposta spettacolare al nuovo format dell’evento che nel 2022 durerà 12 giorni

Tra un anno esatto ci accingeremo finalmente a festeggiare l’edizione del ventennale del Primavera Sound che abbiamo aspettato negli ultimi tre anni. Manca ancora molto tempo, troppo, prima che le porte del Parc del Fòrum si riaprano per ospitare la nostra edizione più desiderata, ma sappiamo già che il pubblico ci sarà: il Primavera Sound 2022 Barcellona – Sant Adrià è sold out. In poco più di una settimana, il festival ha venduto i suoi 200.000 biglietti, il che garantisce il tutto esaurito per ognuno dei sei giorni di concerti al Parc del Forum con 80.000 persone al giorno.

Queste cifre indiscutibili confermano che il nuovo format del festival è stato accolto con entusiasmo dal pubblico. Una fiducia che è stata dimostrata anche dalla maggior parte dei possessori di biglietti per l’edizione 2021, che hanno conservato i loro biglietti per l’edizione del prossimo anno. Sarà possibile chiedere il rimborso dei biglietti ancora fino al 15 giugno, quindi i biglietti che saranno nuovamente disponibili, questi verranno distribuiti attraverso la lista d’attesa DICE, alla quale è ancora possibile iscriversi.

Sommando le presenze di tutto il festival, l’edizione 2022 del Primavera Sound Barcellona – Sant Adrià raggiungerà la significativa cifra di mezzo milione di partecipanti. Ma al di là dei numeri, ciò che pone saldamente il Primavera Sound sul podio dei festival di tutto il mondo è la straordinaria risposta del pubblico a una line-up unica nel suo genere. Tale è il suo potere di attrazione internazionale che oltre 100.000 persone viaggeranno da 126 paesi diversi per quello che sarà il primo grande evento della stagione europea dei festival post-pandemici.

Come sempre, questo sforzo titanico non sarebbe stato possibile, né lo sarà, senza la complicità del pubblico, certo, ma nemmeno senza quella degli artisti e di tutti i loro team, desiderosi di tornare on the road e sui palchi. Agli sponsor, collaboratori e partner, ai lavoratori, a tutte le persone coinvolte nel rendere possibile un tale festival: non vediamo l’ora di rivedervi.

Quindi, grazie… X2.