FILM TV Italia Variety

La Repubblica di Corea – è protagonista su RAI4 con il film cult TRAIN TO BUSAN e a seguire SEOUL STATION

Una prima e una seconda serata del cinema asiatico con il 
Ciclo Missione Oriente.
La Repubblica di Corea è protagonista con il film cult
TRAIN TO BUSAN
e a seguire il film d’animazione
SEOUL STATION

Stavolta saranno gli zombi a fare da trait d’union alla programmazione. sarà proposto il cult “, lo zombie movie proveniente dalla Corea del Sud e diretto da Yeon Sang-ho che ha conquistato pubblico e critica di tutto il mondo. Presentato alla 10^ edizione della Festa del Cinema di Roma, Train to Busan è diventato in breve tempo un classico contemporaneo del genere. Un virus di origine ignota che trasforma le persone in zombi si diffonde rapidamente in Corea del Sud, costringendo il governo a mettere in atto una legge marziale. Seok-wu è un uomo d’affari che deve accompagnare la piccola figlia Su-an a Busan dalla madre, da cui è divorziato. I due decidono di affrontare il viaggio in treno, ma quando sul veicolo sale una ragazza che presenta delle strane ferite sul corpo, la situazione precipita immediatamente nel caos e sul treno si diffonde il morbo letale che trasforma in morti viventi.

A seguire, in prima visione assoluta, sarà trasmesso il film d’animazione “Seoul Station”, diretto sempre da Yeon Sang-ho, una sorta di prequel di Train to Busan incentrato sul paziente zero del virus che trasforma gli esseri umani in famelici morti viventi.

Nella stazione di Seul, un anziano senzatetto si sente male. Quando un suo amico torna dalla farmacia con delle medicine, scopre con orrore che l’uomo è diventato uno zombi.

Hye-sun, una ragazza che in passato lavorava come prostituta, ora vive con il fidanzato Ki-woong, un nullafacente che le chiede di fare la escort poiché non riescono a pagare l’affitto. Dopo un acceso litigio, i due si separano e vengono coinvolti nel caos scoppiato nella stazione di Seul. Hye-sun si rifugia con pochi superstiti in una stazione di polizia, dove finiscono intrappolati all’interno di una cella.

Nel frattempo Suk-gyu, padre di Hye-sun, rintraccia Ki-woong e lo interroga circa la situazione di sua figlia. I due vanno a casa di Hye-sun, scoprendo che la padrona di casa è diventata una zombi.

Alla stazione di polizia arrivano dei soccorsi che permettono a Hye-sun e ad un signore anziano di fuggire dalla cella e rintanarsi in un’ambulanza. L’uomo impazzisce quando si rende conto è proprio dall’ospedale che sembrano arrivare molte segnalazioni, così tenta di prendere il controllo del volante, facendo capovolgere l’ambulanza. Insieme a Hye-sun si dirige verso la metropolitana.

Giunto alla stazione di Hoehyeon, Ki-woong telefona a Hye-sun, ma la loro conversazione attira l’attenzione di alcuni infetti. Fortunatamente riescono a mettersi in salvo, solo per rendersi conto che la polizia antisommossa li ha messi in quarantena.

I sopravvissuti soccombono poco alla volta, e il numero degli infetti aumenta sempre di più. Dopo un discorso sulla sua povera posizione nella società, il signore anziano cerca di condurre una rivolta, ma viene subito ucciso con armi da fuoco, gettando la folla in preda al panico. La quarantena viene invasa dagli infetti, ma Hye-sun riesce a scappare.

Hye-sun si nasconde in una sala mostra vuota, comunica a Ki-woong la sua posizione, poi si addormenta. Dopo che Ki-woong la risveglia, arriva anche Suk-gyu, che si rivela essere non il padre di Hye-sun, ma il suo precedente sfruttatore. Nel tentativo di proteggerla, Ki-woong cerca di colpire con un coltello Suk-gyu, che però lo picchia e lo uccide. Hye-sun cerca di scappare, ma Suk-gyu prima le dice che il suo vero padre se n’è andato per sempre, poi la lega ad un letto, intenzionato a violentarla. Hye-sun sviene, allora Suk-gyu cerca di rianimarla, e nel guardarle i piedi nota un vistoso graffio, segno evidente che Hye-sun è infetta. Hye-sun si rianima e lo uccide. Le ultime inquadrature mostrano il corpo di Ki-woong e gli infetti che devastano la quarantena.

A partire dalle 21.20 Train to Busan Mercoledì 23 giugno su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) e a seguire Seoul Station