concerti Eventi Culturali Italia Musica Sinfonica Variety

Il mito di Ercole: Rinascimento e rinascita – tra parole e musica ideato e curato dall’Architetto Paola Cattaneo, promosso e organizzato dall’Orchestra di Padova e del Veneto

Il mito di Ercole: Rinascimento e rinascita

Forte dell’ampio successo di pubblico e di critica dello scorso anno, dal 12 al 30 luglio si terrà la seconda edizione de Il mito di Ercole: Rinascimento e rinascita il progetto culturale tra parole e musica ideato e curato dall’Architetto Paola Cattaneo, promosso e organizzato dall’Orchestra di Padova e del Veneto in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Il programma presenta cinque appuntamenti culturali che si svolgeranno nel mese di luglio lungo un itinerario suggestivo, alla scoperta di cortili e giardini rinascimentali, dove, accompagnati dalle esecuzioni musicali di OPV, alcune delle eccellenze culturali del territorio si confronteranno coinvolgendo il pubblico su alcuni temi specifici legati all’arte, la musica, la gestione dei beni culturali e molto altro ancora. 

L’Orchestra di Padova e del Veneto sarà protagonista con diverse formazioni cameristiche, adeguandosi alle dimensioni dei cortili e dei giardini, con un programma musicale principalmente legato alla musica di Wolfgang Amadeus Mozart nell’ambito della celebrazione del 250° anniversario della visita del compositore austriaco a Padova.

La rassegna promuove un’importante collaborazione tra OPV e molte Istituzioni e Associazioni presenti sul territorio, quali la Basilica del Santo, il Comando Forze Operative Nord, il Teatro Stabile del Veneto, il Museo di Geografia dell’Università degli Studi di Padova, il Museo Terza Armata, il CUAMM Medici con l’Africa, il Gabinetto di Lettura e Società di Incoraggiamento di Padova, l’Associazione Dimore Storiche Italiane, il FAI-Fondo Ambiente Italiano, la Cooperativa Villa Roberti e l’Associazione Amici del Museo Storico della Terza Armata.

Il progetto avvicina il mito di Ercole, simbolo del grande Rinascimento patavino, al difficile periodo che stiamo ancora attraversando. L’immagine dell’eroe avvolto dalle fiamme sul monte Eta, così come raffigurato dalla storica Accademia degli Infiammati, fondata nel 1540 a Padova da un gruppo di aristocratici e intellettuali, simboleggia infatti la rinascita divina di Ercole dopo aver superato le fatiche terrene, facendo proprio il motto “Arso il mortale, al Ciel n’andrà l’eterno”. Dal mito ai giorni nostri, la musica si innalza ancora una volta a simbolo di rinascita della cultura. Per questo motivo, i cinque eventi proposti si terranno in alcuni dei luoghi più rappresentativi del mito di Ercole della città di Padova, tra tutti il Chiostro dei Musici della Basilica del Santo, il Cortile della Loggia Cornaro, il Cortile di Palazzo Bembo e il Giardino di Villa Roberti di Brugine.

Sarà la Lezione-concerto di Giovanni Bietti a inaugurare la seconda edizione della rassegna lunedì 12 luglio presso il Chiostro dei Musici della Basilica del Santo. Compositore, pianista e musicologo, nonché conduttore delle Lezioni di Musica su Radio 3 Rai, la presenza di Giovanni Bietti collega simbolicamente la prima edizione della rassegna, conclusa proprio con un intervento su Beethoven del divulgatore musicale, a quella attuale che si aprirà con un omaggio a Mozart.

In occasione dei 70 anni di CUAMM Medici con l’Africa, la prima organizzazione italiana che si spende per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane e alla quale sarà devoluto l’incasso del progetto culturale, mercoledì 14 luglio il Cortile della Loggia Cornaro accoglierà il dibattito tra Don Dante Carraro, Direttore di Medici con l’Africa Cuamm, e Paolo Di Paolo, tra gli scrittori e drammaturghi italiani più apprezzati. Durante la serata sono previsti due interventi musicali del Quartetto d’archi OPV – formato da Giacomo Bianchi e Laura Maniscalco al violino, Floriano Bolzonella alla viola e Giancarlo Trimboli al violoncello – sulle note del Quartetto n. 1 K 80 “di Lodi” di Mozart e il Quartetto op. 10 L 91 di Debussy.

Lo “stato dell’Arte” nella ripartenza del Veneto post pandemia è il titolo della serata che venerdì 16 luglio vedrà dialogare il Presidente del Teatro Stabile del Veneto Giampiero Beltotto con il Vicepresidente OPV Paolo Giaretta nel Cortile della Loggia Cornaro. Oltre alla partecipazione di ADSI Associazione Dimore Storiche Italiane – sezione Veneto FAI Fondo Ambiente Italiano – il pianista Alessandro Cesaro eseguirà 9 Variazioni su un Minuetto di Duport K 573 e la Fantasia in do minore K 475 di Mozart, oltre alla Sonata n. 13 in la maggiore op. 120, D 664 di Schubert.

Domenica 25 luglio il Giardino di Villa Roberti di Brugine (PD) sarà teatro per l’incontro intitolato Il mito di Ercole tra ville e palazzi del Rinascimento padovano che vedrà l’Architetto Paola Cattaneo, docente in materia di Beni Culturali e Turismo presso l’Istituto Universitario CIELS, confrontarsi con Giulio Bodon, studioso d’arte classica e collezionismo. Per l’occasione I Fiati dell’OPV eseguiranno la Serenata n. 10 in si bemolle maggiore K 361, maggiormente nota come “Gran Partita”, tra i massimi capolavori di Mozart e di tutto il Classicismo musicale.

Venerdì 30 luglio si terrà infine l’incontro conclusivo del progetto culturale presso il Cortile di Palazzo Bembo a 500 anni esatti dalla prima circumnavigazione del globo terrestre compiuta dall’esploratore portoghese Ferdinando Magellano. Silvia Piovan, Ricercatore in geografia e cartografia presso l’Università degli Studi di Padova, e Alfredo Giacon, navigatore, giornalista e scrittore, dialogheranno infatti attorno al tema Circumnavigare il globo sulle tracce di Magellano: 1521-2021 sulle note del Concerto per corno e orchestra n. 2 K 417 e del Concerto per oboe e orchestra K 314 di Mozart. Sul podio dell’OPV si alterneranno il Primo corno OPV Marco Bertona e la giovane oboista Erika Rampin in qualità di solisti.

Per gli appuntamenti di domenica 25 e venerdì 30 luglio ci sarà la possibilità di visitare Villa Roberti di Brugine e il Museo della Terza Armata con accesso libero a partire dalle ore 19.30.

Tutti gli appuntamenti del progetto culturale Il mito di Ercole: Rinascimento e rinascita si terranno alle ore 20.45, con ingresso a partire dalle ore 20.00 (dalle ore 19.30 per Villa Roberti e Museo Storico della Terza Armata). In caso di maltempo questi appuntamenti si svolgeranno presso il centro culturale Altinate.

BIGLIETTI
Biglietto unico 5,00 € acquistabile sul sito @WEBtic
info: biglietteria@opvorchestra.it
Tel. 049656848

L’incasso dei primi quattro appuntamenti sarà devoluto al CUAMM, Medici con l’Africa, mentre per l’evento conclusivo l’incasso sarà devoluto all’Associazione Amici del Museo Storico della Terza Armata.