Italia Testi Canzoni Variety

ISOTTA – in radio il nuovo singolo IO del progetto discografico WOMEN Female Label & Arts, online il video

ISOTTA

in radio il nuovo singolo

IO

del progetto discografico 
WOMEN Female Label & Arts, online il video

È in radio e disponibile in digitale “IO”, il nuovo singolo della cantautrice toscana
ISOTTA, tra le prime donne a far parte del nuovo progetto discografico WOMEN Female Label & Arts

“IO” esprime quella voglia di realizzare chi si è nel profondo, spiega la forza insita in ognuno di noi a scoprirsi, a diventare ciò che si è, quella forza ribelle che ci fa sentire inadeguati e insoddisfatti quando usciamo dalla nostra dimensione abituale. Scoprire chi siamo veramente potrebbe significare fare i conti con il passato e con le nostre aspirazioni non realizzate.

«Forse nei miei sogni di bambina c’era una ragazza con una vita più stabile, sposata con figli e un lavoro che tutti avrebbero riconosciuto come tale. “Io” – spiega Isotta – comprende gli aspetti del mio essere, del mio approccio alla vita, le mie fragilità e l’ostinazione a voler trovare me stessa. Canta la sensazione di precarietà che fa parte di ognuno di noi e l’esigenza di un sogno da realizzare, quella portaerei ferma ma sempre pronta per partire».

È online su YouTube il video con la regia di Renato Nassi

stream https://isotta.lnk.to/Io_

Biografia, Isotta Carapelli, in arte Isotta, è una cantautrice nata a Siena nel 1992.  Inizia a cantare e a prendere lezioni di canto all’età di 5 anni. Influenzata fin dalla tenera età dai più grandi cantautori italiani e stranieri, inizia a scrivere le sue canzoni all’età di 14 anni, e a partire dai 16 si esibisce dal vivo con svariate formazioni musicali. Il suo stile può essere definito “romantic dark”. Negli ultimi tre anni ha lavorato ad un progetto discografico molto intenso con alcuni produttori e arrangiatori toscani, cercando di mettere in musica e parole tutte le sue esperienze personali, artistiche ed umane.

IG @therealisotta_

Testo canzone IO di Isotta

C’è un continuo chiacchiericcio nella testa 
costantemente in sottofondo fa da giudice 
sei brutto magro grasso stupido 
sei generoso non ci puoi deludere 

se non studi storia non vai alla festa 
basta uno schiaffo perché cade la mia maschera 
fai la brava un giorno l’altro finirà nel verso giusto 
ma me sembra una trappola

Ho una portaerei fermo al posto dell’armadio 
pronta per salpare fare a pugni nell’acquario 
ma non ho paura e non c’è niente che non va 
ma ovunque sia il mio posto non è qua

Sono io che interpreto io 
travestita da io 
con la voce da io 
che assomiglio un po’ a io 
arrabbiata con io 
forse anche troppo

Ero arrabbiatissima con me e 
e mi dispiace tantissimo 
ero arrabbiatissima perché 
perché da bambina ci credevo anch’io 

sono io che interpreto io 
travestita da io 
con la voce da io 
che assomiglio un po’ a io 
arrabbiata con io 
forse anche troppo

Questa notte ci spingeremo così a largo che all’alba ci saremmo perduti 
questa notte ci spingeremo così a largo che…

C’è un veliero che attraversa la tempesta 
mi è rimasta di traverso un’altra favola 
ciurma, non ci arrenderemo mai 
è mezzanotte e il mare è una pozzanghera

Ho bisogno di combattere la noia 
ma qualunque tentativo sembra inutile 
ho fissato così tanto il vuoto che 
credo proprio che si sia preso tutta me

Ho una portaerei fermo al posto dell’armadio 
pronta per salpare fare a pugni nell’acquario 
ma non ho paura e non c’è niente che non va 
ma ovunque sia il mio posto non è qua

Sono io che interpreto io 
travestita da io 
con la voce da io 
che assomiglio un po’ a io 
arrabbiata con io 
forse anche troppo

Sono io che interpreto io 
travestita da io 
con la voce da io 
che assomiglio un po’ a io 
arrabbiata con io 
forse anche troppo

Ero arrabbiatissima con me e 
e mi dispiace tantissimo 
ero arrabbiatissima perché 
perché da bambina ci credevo anch’io

Questa notte ci spingeremo così a largo che all’alba ci saremmo perduti