FILM TV Italia Variety

DONNIE DARKO – se non l’hai visto è giunto il momento! il mondo finirà tra 28 giorni, il film verrà trasmesso per il ciclo Cult Fantasy

DONNIE DARKO

se non l’hai visto è giunto il momento!
il mondo finirà tra 28 giorni

su Rai4
(canale 21 del digitale terrestre)
per il ciclo Cult Fantasy


Il film, diretto da Richard Kelly e interpretato da Jake Gyllenhaal, Patrick Swayze, Drew Barrymore, Jena Malone e Maggie Gyllenhaal, racconta la storia dell’adolescente Donnie, la cui quotidianità viene stravolta quando la turbina di un aereo precipita durante la notte nella sua stanza, mentre il ragazzo vaga in stato di sonnambulismo nella periferia della città. 
Ma una strana visione ha segnato Donnie: un’inquietante presenza in costume da coniglio gli ha annunciato che il mondo finirà tra 28 giorni. È solo frutto di un incubo? 

Il film Donnie Darko è nato alla fine del 1997, quando Richard Kelly, 23 anni, si era diplomato alla USC School of Cinematic Arts di Los Angeles. Mentre guadagnava soldi come assistente in una casa di post-produzione, ha pensato al suo futuro e ha deciso di scrivere la sua prima sceneggiatura per un lungometraggio. Il compito all’inizio spaventò Kelly perché non voleva produrre qualcosa di scarsa qualità. Ma nell’ottobre 1998 Kelly ha ritenuto che fosse il momento giusto per scrivere una sceneggiatura e ha scritto Donnie Darko in 28 giorni, lo stesso periodo di tempo del film. Il periodo dell’anno ha influenzato Kelly per ambientare il film intorno ad Halloween.

Richard Kelly ha deciso di scrivere qualcosa di “ambizioso, personale e nostalgico” sugli anni ’80 che “si è spinto oltre i limiti combinando la fantascienza con un racconto di formazione“. Kelly ha riassunto che la sceneggiatura, doveva essere “un ricordo divertente e commovente dell’America suburbana nell’era Reagan.” Ha ricordato una notizia che aveva letto da bambino, che in seguito chiamò una leggenda metropolitana, su un grosso pezzo di ghiaccio che cadeva dall’ ala di un aereo e si schiantò contro la camera da letto di un ragazzo, che in quel momento non c’era e quindi scampò alla morte. Kelly si è ispirato a quella notizia per sviluppare un’idea iniziale di un motore a reazione che cade su una casa, e nessuno è riuscito a determinarne l’origine e ha costruito il resto della sceneggiatura da lì. A un certo punto Kelly ha pensato di sostituire il motore a reazione con un pezzo di ghiaccio, come aveva letto. Kelly era irremovibile nell’ambientare il film nel 1988, pensando che sarebbe stata una novità esplorare l’epoca e rappresentare una società che non aveva mai visto in un film prima.

In seguito ha ammesso di sentirsi sotto pressione per rendere l’ambientazione più contemporanea. Tuttavia, non riuscì a capire come far funzionare la storia in un simile ambiente e mantenne l’ambientazione originale. La prima bozza prevedeva che Donnie Darko si svegliasse originariamente in un centro commerciale, piuttosto che in un campo da golf. Kelly ha trovato le idee per le esperienze di schizofrenia paranoide di Donnie dalla ricerca online sull’argomento. Riteneva che un disturbo così ampio che è difficile da definire fosse “un ottimo modo per fondare una storia soprannaturale” in senso scientifico. La prima bozza era di circa 145 pagine. Dopo averlo letto, il produttore Sean McKittrick ha ricordato di “non aver mai letto nulla di simile prima” e ha contribuito a perfezionare la sceneggiatura rendendo la storia abbastanza comprensibile.

Le riprese si sono svolte in 28 giorni, la stessa durata degli eventi del film, nel luglio e nell’agosto 2000. La maggior parte del film è stata girata a Long Beach, in California. Le scene del campo da golf sono state girate al Virginia Country Club e le scene della scuola sono state girate alla Loyola High School. Le scene di “Carpathian Ridge” sono state girate sulla Angeles Crest Highway. Kelly è aumentato di peso a causa dallo stress delle riprese per via di un programma serrato, oltre alla pressione di giustificarsi con gli altri per poter dirigere il film.

Le musiche e la colonna sonora di Donnie Darko

La colonna sonora del film è stata composta dal musicista e cantautore di San Diego Michael Andrews. Richard Kelly sapeva che il budget limitato del film gli ha impedito di assumere “Thomas Newman o Danny Elfman” per comporre la colonna sonora, quindi ha cercato qualcuno “giovane e affamato e davvero talentuoso“. Andrews è stato raccomandato dal fratello di Juvonen, Jim. La sequenza di apertura del film è impostata su “The Killing Moon” di Echo & the Bunnymen. L’inquadratura continua dell’introduzione del liceo di Donnie Darko presenta in primo piano la canzone “Head over Heelsdei Tears for Fears. Il gruppo di danza di Samantha “Sparkle Motion” si esibisce su “Notorious” dei Duran Duran. “Under the Milky Way” di The Church viene riprodotto dopo che Donnie e Gretchen emergono dalla sua camera da letto durante la festa. “Love Will Tear Us Apart dei Joy Division appare anche nel film diegeticamente durante la festa e le riprese di Donnie e Gretchen al piano di sopra. Nonostante il film sia ambientato nel 1988, la versione riprodotta non è stata rilasciata fino al 1995.

Nella director’s cut, la musica della sequenza di apertura è sostituita da “Never Tear Us Apart” degli INXS; “Sotto la Via Lattea” viene spostato sulla scena di Donnie ed Eddie che tornano a casa dall’incontro di Donnie con il suo terapista; e “The Killing Moon” viene suonata mentre Gretchen e Donnie tornano alla festa dalla stanza dei genitori di Donnie. La sequenza finale del film presenta una cover al pianoforte di “Mad World” del gruppo new wave inglese Tears for Fears, cantata dal musicista americano Gary Jules, un compagno di scuola di Andrews. Nel 2003, la cover di “Mad World” è stata pubblicata come singolo ed è stato numero 1 nel Regno Unito per tre settimane, durante le quali è stato il numero 1 di Natale di quell’anno.

Donnie Darko è diventato in breve tempo un vero e proprio fenomeno, segnando indelebilmente il cinema fantastico e alimentando una serie di teorie che appassionano ancora oggi i numerosi fan della pellicola.
A seguire, prosegue la seconda stagione in prima visione di “The Strain”, la serie fanta-horror ideata e prodotta da Guillermo Del Toro.

Donnie Darko va in onda venerdì 6 agosto alle 21.10 su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) per il ciclo Cult Fantasy.