Cinema Iran USA Variety

LAND OF DREAMS – Simin è una donna iraniana in viaggio per scoprire cosa significa essere un’americana libera il film di Shirin Neshat e Shoja Azari

presentato in prima mondiale in Orizzonti Extra
alla 78° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2021.

LAND OF DREAMS

una produzione Bon Voyage Films GmbH, Palodeon Pictures LLC e Land of Dreams LLC
in coproduzione con Fondazione in between Art Film

Diretto da
Shirin Neshat e Shoja Azari
Protagonisti
Sheila Vand, Matt Dillon, William Moseley e Isabella Rossellini
Sceneggiatura di
Jean-Claude Carrière e Shoja Azari
Prodotto da
Amir Hamz, Sol Tryon, Christian Springer
Con il sostegno di
BR/ARTE, Doha Film Institute, Arri, New Mexico Film Office

©Ghasem Ebrahimian, Bon Voyage Films and Palodeon Pictures

Simin è una donna iraniana in viaggio per scoprire cosa significa essere un’americana libera. Lavora per il Census Bureau che, nel tentativo di controllare i suoi cittadini, ha avviato un programma per registrare i loro sogni. Ignara di questa trama subdola, Simin è combattuta tra la sua compassione per coloro di cui sta registrando i sogni e una verità che deve trovare dentro di sé.

Ossessionata dal fatto che suo padre sia stato giustiziato dal regime islamico in Iran, Simin ha sviluppato un meccanismo di strategia, attraverso un mondo di fantasia e recitazione. Cattura i sogni dei suoi intervistati, li impersona segretamente in Farsi (lingua persiana) e li pubblica sui social media dove trova un pubblico iraniano in crescita.

Presto Simin incontra Mark; un vagabondo, un’anima libera e un poeta che le dichiara il suo amore a prima vista; e Alan, un cinico cowboy diventato detective, pieno di machismo e spirito d’avventura americano. Quando Simin entra nella triade, trova divertenti la competizione e i conflitti tra i due uomini e si gode in silenzio il viaggio.
Giocoso e commovente, LAND OF DREAMS riconosce in modo surreale e satirico la grandezza dell’esperimento americano offrendo un segnale di avvertimento per ciò che potrebbe venire.

Note dei registi: Shirin Neshat e Shoja Azari

LAND OF DREAMS nasce dalla collaborazione con Jean-Claude Carrière, un viaggio iniziato nel 2018 a Parigi fino alla sua morte nel gennaio 2021.
Il film è stato ispirato dai nostri viaggi personali come due immigrati iraniani che vivono in America dagli anni ’70 e dalla comprensione di Jean-Claude della cultura americana come cittadino francese. La narrazione è quindi un’espressione della nostra sensibilità e dei nostri punti di vista come tre stranieri su un paese che tutti amiamo e tuttavia osiamo criticare. Stilisticamente il film è diventato una convergenza di un linguaggio profondamente personale, visivo e concettuale con la leggendaria firma di Jean-Claude Carrière come sceneggiatore con il suo senso dell’umorismo, e dell’umanità.

Note di Produzione di Amir Hamz, Sol Tryon & Christian Springer

LAND OF DREAMS non è solo il primo progetto in lingua inglese di Shirin Neshat, è anche uno sguardo artistico e critico sugli Stati Uniti. Parla della preoccupante situazione sociale attuale in America, dove una profonda spaccatura minaccia il tessuto stesso della società.
Ricco di spunti ingegnosi e abilmente raffinati – come le interviste oniriche che ricordano “Le Charme discret de la BourgeoisieBuñuel, 1972, e i momenti surreali, raccontati dal punto di vista della protagonista femminile, che vedono il paesaggio e la topografia cambiare improvvisamente – LAND OF DREAMS ci aveva già profondamente impressionato quando era ancora in forma di trattamento (il documento che presenta l’idea della storia del film prima di scrivere l’intera sceneggiatura).

LAND OF DREAMS invoca eloquentemente temi popolari americani come “The American Dream” o “The Dreamers“, ma allo stesso tempo è praticamente pieno di riferimenti visivi e narrativi al maestro del surrealismo del grande schermo, Luis Buñuel. Le sue creazioni cinematografiche degli anni ’70 in particolare hanno fornito ampia ispirazione per la storia di Shirin, e come tale non è un caso che LAND OF DREAMS segni anche la sua prima collaborazione con lo sceneggiatore di lunga data di Buñuel, il compianto premio Oscar Jean-Claude Carrière, che ha fornito le sceneggiature a sei dei I film di Buñuel.

In LAND OF DREAMS, Shirin punta i riflettori cinematografici su una fascia sociale particolarmente affascinante che, a nostro avviso, merita più che mai di essere raccontata. È una parte della popolazione americana che si percepisce come dimenticata dall’élite costiera, ma che ora ha (ri)guadagnato uno scopo attraverso e nella politica populista americana di oggi.

Allo stesso modo affascinante è il modo in cui la narrazione di Shirin prima sostiene gli stereotipi comuni e poi li abbatte. È risaputo che non ci sono deserti nel Mid-West americano, dove si svolge la storia di LAND OF DREAMS. Tuttavia, Shirin sceglie di utilizzare quelle stesse immagini iconiche che sono diventate sinonimo di America in virtù dei propri media. È un omaggio a “The Searchersdi John Ford (e a molti altri film del Vecchio West), in cui un’area di 30 miglia quadrate della Monument Valley appare spesso rappresentativa dell’intero paese LAND OF DREAMS unisce il nostro bisogno di continuare e arricchire il nostro impegno in film artisticamente importanti per il grande schermo. Siamo davvero onorati di aver fatto parte di questo magico viaggio.

CAST

Sheila Vand
Matt Dillon
William Moseley
Isabella Rossellini
Christopher McDonald
Anna Gunn
Robin Bartlett
Gaius Charles
Joaqium de Almeida
Nicole Ansari
Mohammad B. Ghaffari

INTERNATIONAL SALES – BETA CINEMA BETA CINEMA

Una sussidiaria del gruppo di media europei Beta Film di Jan Mojto, è una società di vendita mondiale e cofinanziamento di lungometraggi di qualità che combinano grandi storie, fattibilità commerciale e integrità artistica. L’impronta di Beta Cinema spazia dai vincitori dell’Oscar® ai B.O. e successi in streaming, come “The Lives of Others”, “Il Divo”, “Downfall” e il due volte candidato all’Oscar® “Never Look Away”, al successo di Netflix “Calibre” e al pluripremiato B.O. successi come “Woman At War” e “System Crasher”. I momenti salienti del momento includono i film in concorso a Berlino 2021 “I’m Your Man” di Maria Schrader (vincitrice dell’Orso d’argento) e “Next Door” di Daniel Brühl, il film di Venezia “Nowhere Special” e il thriller psicologico “Kindred” con Fiona Shaw e Jack Lowden

PALODEON PICTURES

Fondato nel 2020, Palodeon è la musa ispiratrice dei co-creativi marito e moglie, Sol Tryon e Rebecca Comerford. Una pluripremiata società di produzione cinematografica e musicale indipendente con sede a Ojai California e operante in tutto il mondo, Palodeon combina il talento del regista Tryon con l’esperienza dello scrittore e musicista Comerford per presentare contenuti originali che ispirano ed esplorano la condizione umana attraverso il cinema e musica. Tryon detiene numerosi premi dai migliori festival e dagli Independent Spirit Awards per i suoi lungometraggi narrativi e documentari, che hanno ottenuto uscite cinematografiche negli Stati Uniti e all’estero. Tali film includono Bomb The System, Weapons, Explicit Ills, Starlet, Monogamish, Weed The People, The Reunited States e il suo debutto alla regia, The Living Wake, con Jesse Eisenberg, Jim Gaffigan, Ann Dowd e Mike O’Connell. Tryon ha prodotto molti dei film di Shirin Neshat, incluso il suo ultimo lungometraggio, LAND OF DREAMS, in una collaborazione che dura da vent’anni.
Comerford è meglio conosciuta per il suo lavoro come cantante e compositrice. Come concertista solista si è esibita in sedi quali Carnegie Hall, Avery Fischer Hall/Lincoln Center, The J. Paul Getty Museum Los Angeles, Symphony Space, Alhambra Theatre Spain, Spoleto Music Festival Italy, Aspen Music Festival e Connect Beyond Festival in Asheville, Carolina del Nord.
La sua Opera da camera elettronica, Nightingale and the Tower, è stata presentata in anteprima mondiale nel maggio del 2019 al Libbey Bowl di Ojai. È apparsa in diversi film sia come cantante che come attrice e le sue canzoni e orchestrazioni originali sono presenti in LAND OF DREAMS. I progetti attualmente in produzione includono “Amerikatsi”, con protagonista lo scrittore/regista Michael Goorjian, l’adattamento animato dell’opera “The Nightingale” e “The Tower”, il documentario “The End of Alzheimers” e la serie episodica senza sceneggiatura “In The Eye Of La tempesta”.

BON VOYAGE FILMS

Bon Voyage Films è stata fondata nel 2015 con uffici ad Amburgo e Berlino dal produttore e regista Amir Hamz e dal produttore e capo della produzione Christian Springer. La società ha prodotto film di successo come “The Nightmare” (Toronto, 2015). Dalla primavera 2017, Bon Voyage Films fa parte della rete creativa di All3Media Group e l’attore Fahri Yardim si è unito al team come produttore. Nel 2019, la società ha girato il lungometraggio “Curveball” di Johannes Naber, presentato in anteprima nel 2020 alla Berlinale di Berlino. Allo stesso tempo, la serie in sei parti “Diary Of An Uber Driver” è stata prodotta per la piattaforma di streaming Joyn e la serie di docu “Fahri’s Search For Hapiness” per ProSieben. Nel 2020, Bon Voyage Films ha anche prodotto il lungometraggio “Axiom” ed è stato uno dei principali produttori del film indipendente statunitense LAND OF DREAMS di Shirin Neshat, che è stato invitato a Venice Int. Filmfestival nel 2021. “Safahri”, una docu-serie di fascia alta per Sky, è attualmente in post-produzione. Bon Voyage Films lavora con scrittori e registi con i quali vuole ispirare, sfidare e commuovere il pubblico in modo duraturo.
La società di produzione si concentra anche su lungometraggi e formati seriali, nonché sui principali documentari cinematografici.