Belgio Eventi Culturali Italia Polonia Variety

UNIONE EUROPEA – Le Nazioni europee hanno firmato i trattati a occhi chiusi? sempre più Paesi dell’Unione mostrano insofferenza

UNIONE EUROPEA

Le Nazioni europee hanno firmato i trattati a occhi chiusi?
sempre più Paesi dell’Unione mostrano insofferenza

Di oggi 8 ottobre 2021 l’ennesima insofferenza di uno dei Paesi dell’UE, il governo polacco mostra sempre di più di volersi allontanare dagli accordi presi, a seguito dell’ultima sentenza della corte costituzionale della Polonia, non riconoscerà più le leggi dell’Unione Europea.

Solo nel 2004 la Polonia è entrata a far parte dell’UE e a 17 anni da quella data sembra che l’attuale governo vede solo punti negativi nel progetto dell’Unione.

Spesso si dimentica il motivo della nascita dell’Unione Europe, non è solo economica, che non è di poco conto visto le grandi economie mondiali che ci si trova ad affrontare. Ma soprattutto per l’incubo e la vergogna della seconda guerra mondiale, arrivata dopo secoli di guerre che hanno afflitto il continente europeo.

Molti altri Paesi dell’Unione stanno andando contro i princìpi europei, invece di adoperarsi per rendere l’Europa migliore, ma per le solite questioni di potere preferiscono andare contro, è più facile. Come l’Ungheria che a questo punto può far parte della Russia a pieno titolo, visto che i governo sono allineati.

Le contraddizioni saltano agli occhi, ottengono vantaggi economici, supportano i cittadini bielorussi sotto l’egemonia dell’attuale presidente, ma poi tolgono i diritti ai loro cittadini, come la legge sull’aborto emanata recentemente in Polonia.

Di seguito la dichiarazione della
Presidente della Commissione europea
Ursula von der Leyen:

Sono profondamente preoccupata per la sentenza di ieri del Tribunale costituzionale polacco. Ho incaricato i servizi della Commissione di analizzarlo in modo completo e rapido. Su questa base, decideremo i prossimi passi.

L’UE è una comunità di valori e leggi. Questo è ciò che unisce la nostra Unione e la rende forte. Sosterremo i principi fondanti dell’ordinamento giuridico della nostra Unione. I nostri 450 milioni di europei si affidano a questo.

La nostra massima priorità è garantire che i diritti dei cittadini polacchi siano protetti e che i cittadini polacchi godano dei vantaggi concessi dall’appartenenza all’Unione europea, proprio come tutti i cittadini della nostra Unione.

Inoltre, i cittadini dell’UE e le aziende che operano in Polonia hanno bisogno della certezza giuridica che le norme dell’UE, comprese le sentenze della Corte di giustizia europea, siano pienamente applicate in Polonia.

I nostri trattati sono molto chiari. Tutte le sentenze della Corte di giustizia europea sono vincolanti per le autorità di tutti gli Stati membri, compresi i tribunali nazionali. Il diritto dell’UE ha il primato sul diritto nazionale, comprese le disposizioni costituzionaliQuesto è ciò che tutti gli Stati membri dell’UE hanno sottoscritto come membri dell’Unione europea. Useremo tutti i poteri che abbiamo ai sensi dei Trattati per garantire ciò.

link Commissione europea https://ec.europa.eu/info/strategy_it

Statement by European Commission President Ursula von der Leyen
Brussels, 8 October 2021
I am deeply concerned by yesterday’s ruling of the Polish Constitutional Tribunal. I have instructed the Commission’s services to analyse it thoroughly and swiftly. On this basis, we will decide on next steps. The EU is a community of values and laws. This is what binds our Union together and makes it strong. We will uphold the founding principles of our Union’s legal order. Our 450 million Europeans rely on this. Our utmost priority is to ensure that the rights of Polish citizens are protected and that Polish citizens enjoy the benefits granted by membership of the European Union, just like all citizens of our Union. Moreover, EU citizens as well as companies doing business in Poland need the legal certainty that EU rules, including rulings of the European Court of Justice, are fully applied in Poland. Our Treaties are very clear. All rulings by the European Court of Justice are binding on all Member States’ authorities, including national courts. EU law has primacy over national law, including constitutional provisions. This is what all EU Member States have signed up to as members of the European Union. We will use all the powers that we have under the Treaties to ensure this.