Eventi Culturali Italia Variety

BEBE VIO – grande successo all’Allianz Cloud di Milano per la prima edizione di WEmbrace Sport

GRANDE SUCCESSO IERI AL PRIMO APPUNTAMENTO CON

WEmbrace Sport

UNA SERATA BENEFICA FIRMATA BEBE VIO E ART4SPORT
PER PROMUOVERE LO SPORT INTEGRATO,
CON LA PRESENZA DI CAMPIONI OLIMPICI E PARALIMPICI

Grande successo ieri sera, lunedì 25 ottobre, all’Allianz Cloud di Milano per la prima edizione di WEmbrace sport. Un importante evento sportivo benefico organizzato da Bebe Vio e art4sport (@art4sport.org) – l’Associazione fondata nel 2009 dai genitori di Bebe – e presentato da Giorgia Rossi e Martin Castrogiovanni, che ha visto scendere in campo campioni delle Nazionali Olimpiche e Paralimpiche per sfidarsi in quattro discipline (scherma, basket, calcio e pallavolo) in modalità Paralimpica.

Obiettivo, quello di promuovere lo sport integrato e di dimostrare nuovamente al pubblico, ancora estasiato dalle prestazioni di Tokyo 2020, come lo sport paralimpico sia a tutti gli effetti paragonabile a quello olimpico sia dal punto di vista della spettacolarità, che da quello emozionale e competitivo, grazie alla grande capacità ed energia tipiche di chi pratica questo tipo di discipline. Non a caso, con 14 medaglie d’oro, 29 d’argento e 26 di bronzo, la Nazionale Paralimpica ha saputo riconfermare i successi della spedizione Olimpica.

Tra gli atleti che hanno preso parte alla serata all’Allianz Cloud di Milano, i cui fondi raccolti andranno a sostegno della mission di art4sport, Daniele Garozzo – medaglia d’argento nella scherma a Tokyo2020 -, la schermitrice Olimpica Mara Navarria, il giocatore di Basket Giuseppe Poeta, i pallavolisti Cristina Chirichella e Matteo Piano e alcune legend di Inter e Milan tra cui Javier Zanetti, Walter Zenga, Serginho Santos e Maurizio Ganz. Interventi anche da parte del Presidente del CIP Luca Pancalli, del Presidente del CONI Giovanni Malagò, del Sindaco di Milano Beppe Sala e dei rappresentanti del Parlamento Europeo e della Commissione Europea Maurizio Molinari e Antonio Parenti.

Ospiti che arrivano da diversi “mondi”, uniti per una sera dal desiderio di coltivare ulteriormente quel processo di sensibilizzazione sul tema della diversità, che non va vissuta mai come un limite ma, anzi, è sempre più importante imparare a riconoscere come un bene unico e un diritto da tutelare.

Un concetto che è ben rappresentato anche dal nome scelto dall’evento: WEmbrace, infatti, nasce dall’unione delle parole inglesi We Embrace, che tradotte in italiano significano Noi Abbracciamo. Un’azione che può essere compiuta con entusiasmo insieme a un’altra persona ma che è anche da rivolgere a sé stessi. Non a caso, abbracciare i propri limiti è il primo passo per diventare i primi sostenitori del proprio amore individuale. Ed è proprio compiendo questo passo che la diversità diventa il mezzo che porta ciascuno di noi a definire l’unicità del singolo, identificandolo. Ecco così che lo sport, con i suoi valori e la sua funzione sociale, diventa il miglior compagno in questo percorso di accettazione di sé e di chi ci circonda.

L’evento – che è stato intrattenuto da Da Move – è stato organizzato da art4sport con il supporto di numerosi partner e realizzato anche grazie al contributo del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri. Hanno patrocinato WEmbrace Sport il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), il CONI, il Comune di Milano e Milanosport. Main Partner dell’evento: Barilla, Toyota, Sorgenia, Nike, Algida (Unilever), Mattel, Costa Crociere, Tommy Hilfiger, Alphazer, Tassoni. Con il sostegno di Intesa Sanpaolo. Tra i Partner Tecnici, invece, ci sono stati: 21 WOL, Cantine Ferrari, Sportissimo e Croce Rossa Milano. I Media partner dell’evento sono stati: La Gazzetta dello Sport, Corriere della Sera, IGPDecaux, Radio Capital, Radio Deejay, DAZN e Telesia. Le Federazioni coinvolte, infine, sono state: FIS, FIP, FIPIC, FISPES e FIPAV, con la partecipazione straordinaria dei club di calcio AC Milan, FC Internazionale Milano e, per il basket in carrozzina, Briantea84.

WEmbrace Sport ha fatto inoltre da apripista a un altro grande progetto in cui l’Oro della scherma Paralimpica è impegnata: la Bebe Vio Academy (BVA).
La BVA è un progetto pensato da Bebe in partnership con Nike, organizzato e gestito dall’Associazione art4sport. Sarà la prima accademia italiana a favore dello sport inclusivo con un programma triennale gratuito di attività multi-sportive rivolto a bambini e ragazzi con e senza disabilità fisiche di età tra i 6 e i 18 anni. Il progetto che comprenderà cinque diverse discipline sportive paralimpiche – quali calcio, atletica, basket in carrozzina, sitting volley e scherma in carrozzina – si svolgerà a Milano, con cadenza bisettimanale, presso il Centro Sportivo Iseo e il Bicocca Stadium.

A dare il via alla Bebe Vio Academy sarà la prima Game Time session, in programma oggi, martedì 26 ottobre: il primo importante momento esperienziale in cui i ragazzi si sperimenteranno, divertendosi, nei vari sport, partecipando anche a workshop dedicati e incontri con grandi campioni olimpici e paralimpici di ritorno da Tokyo 2020.
La Bebe Vio Academy è un percorso che durerà 3 anni con lo scopo di favorire sempre più la conoscenza, l’accettazione e l’integrazione delle diversità partendo dalle nuove generazioni. Gli iscritti all’Academy verranno poi indirizzati verso le società sportive di riferimento per proseguire il percorso iniziato durante le sessioni di allenamento.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni sulla Bebe Vio Academy, https://www.bebevio.com/academy/

ART4SPORT
L’Associazione art4sport ONLUS (@art4sport.org), che ad oggi conta 38 ragazzi, è ispirata alla storia di Bebe Vio, Campionessa di scherma Paralimpica. Alla fine del 2008, all’età di 11 anni, Bebe è stata colpita da una meningite meningococcica che ha portato come conseguenza all’amputazione dei quattro arti. Nel giro di un anno è tornata alla sua vita di prima e uno dei fattori motivanti che l’ha portata a reagire con forza e determinazione è stato il suo desiderio di tornare a praticare il suo amato sport.
I genitori di Bebe si sono allora attivati affinché questo sogno potesse realizzarsi. Sono dunque venuti a conoscenza della realtà delle protesi e delle attrezzature sportive, tutte molto costose, per ragazzi con amputazioni d’arto e si sono scontrati con un’assoluta mancanza di supporto da parte del Sistema Sanitario Nazionale. Da qui è nata la decisione di creare un’Associazione che rappresentasse un punto di riferimento per Bebe e per altri ragazzi con le stesse necessità e con lo stesso desiderio: praticare sport.
art4sport studia, finanzia e progetta protesi, ausili e tutto ciò che serve ai piccoli atleti per praticare un’attività sportiva, supportandoli anche nella ricerca della società sportiva che li possa accogliere e promuovendo la conoscenza e la pratica dello sport paralimpico in tutto il territorio nazionale.

BARILLA PER WEMBRACE SPORT
Ancora una volta Barilla sceglie l’inclusione e l’integrazione e questa volta lo fa con un “abbraccio”, il gesto d’amore per eccellenza. Il Gruppo di Parma sarà, infatti, partner di WEmbrace Sport, un evento previsto per il 25 ottobre a Milano, durante il quale atleti olimpici e paralimpici giocheranno insieme in quattro diverse discipline per esaltare la bellezza della diversità e dell’integrazione.
Uguaglianza, inclusione e diversità sono parte integrante della cultura aziendale di Barilla, nonché un fattore determinante per il suo modello di crescita e del suo modo di fare impresa, sia sul luogo di lavoro che fuori. Sviluppare il valore di ogni persona, rispettandone l’integrità fisica, culturale e morale è uno degli impegni più importanti per Barilla che, in occasione del Brand Diversity Summit di marzo 2020, è stata citata tra le 20 marche più inclusive e nel 2021 ha ricevuto il Catalyst Award Barilla per il percorso che l’ha fatta diventare un’azienda modello per l’inclusione.
Coerentemente con la sua visione etica, Barilla, nel corso degli anni, ha messo in pratica diverse iniziative e progetti volti alla promozione di diversità e inclusione sociale. Inoltre, i dipendenti dell’azienda sono parte attiva di questo percorso di inclusività con ThisAbility, l’Employee Resource Group che aiuta le persone diversamente abili a esprimere le proprie capacità e a sviluppare appieno il proprio potenziale all’interno del luogo del lavoro. Barilla aderisce anche a The Valuable 500, il movimento globale che mette la disabilità nell’agenda della leadership aziendale.
Sport e attività fisica, poi, sono una parte fondamentale di uno stile di vita sano e mediterraneo e per Barilla, che attraverso i suoi prodotti diffonde la Dieta Mediterranea nel Mondo, il legame con il mondo dello sport ha una storia di lunga data. Il sostegno del Gruppo a WEmbrace Sport fa seguito alla sponsorizzazione di “Giochi Senza Barriere” organizzato dalla famiglia Vio con la loro associazione Associazione art4sport e si inserisce in un percorso di promozione e valorizzazione dello sport e dei benefici dell’alimentazione equilibrata per uno stile di vita attivo che negli anni Barilla ha declinato in varie collaborazioni.

TOYOTA PER WEMBRACE SPORT
Toyota è orgogliosa di continuare a sostenere progetti così importanti legati al tema della mobilità, come WEmbrace Sport.
L’iniziativa, che mostrerà a tutti le capacità e l’energia degli atleti con disabilità e l’altissimo livello raggiunto dallo sport paralimpico, racchiude tutti i valori che ogni giorno Toyota si impegna a consolidare e tutto ciò che ci immaginiamo per la società del futuro, dove la mobilità inclusiva giocherà un ruolo cardine.
In questo contesto la missione di Toyota è quella di affermarsi come una Mobility company, che offre soluzioni integrate di mobilità per tutti, compreso chi è affetto da forme di disabilità. La partnership con WEmbrace Sport ci permette di rinnovare questa sfida e di continuare a sostenere i valori dello sport, allo stesso modo in cui questi atleti lo vivono con determinazione e coraggio, superando ogni giorno i propri limiti.
Ed è proprio nel superare i propri limiti che si inserisce l’iniziativa corporate ‘Start Your Impossible’, per garantire la migliore mobilità possibile a tutti e la libertà di movimento senza alcun tipo di ostacolo, perché solo quando siamo liberi di muoversi tutto diventa possibile. Secondo Toyota, lo sport è tra i fattori fondamentali per creare una società veramente inclusiva, nella quale eliminare ogni discriminazione e barriera e per consentire a tutti gli individui di muoversi liberamente.
Tra Toyota, partner mondiale per la Mobilità dei Giochi Olimpici e Paralimpici, e il mondo dello sport esiste già un legame forte che continua a rafforzarsi a livello globale e locale, e che si esprime nei valori sportivi che aiutano ad accettare e affrontare le sfide più impegnative e a considerare gli ostacoli come traguardi da superare e non come barriere. Valori e obiettivi che sono rappresentati anche dal Toyota Team, un progetto parte della campagna “Start Your Impossible” e nato nel 2017 con atleti olimpici e paralimpici in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020 che annovera prestigiosi atleti italiani del calibro di Beatrice ‘Bebe’ Vio, campionessa paralimpica di scherma, Ivan Zaytsev, capitano della Nazionale di pallavolo, Simona Quadarella e Gabriele Detti, entrambi campioni di nuoto, Ivan Federico, campione di skating, Andrea Pusateri, campione paralimpico di ciclismo, Ilaria Naef, campionessa di WCMX, Arianna Fontana, campionessa olimpica di short track e infine Vanessa Ferrari, campionessa mondiale di ginnastica artistica.

SORGENIA PER WEMBRACE SPORT
Il nostro incontro con Bebe risale ai primi mesi del 2017, anno in cui diventa testimonial di Sorgenia ed emblema della nostra visione del mondo e della nostra storia, fatta di resilienza, coraggio, determinazione, energia vitale, fiducia. È la prima volta in Italia (e non solo) che una persona con disabilità è chiamata a rappresentare un’azienda solo sulla base di un’identificazione totale di valori e non per interessi commerciali di sorta. Bebe ci rappresenta per “quello che ha”, non per quello che la differenzia. Bebe è per noi anche la paladina di una sostenibilità concreta, capace di tutelare l’ambiente in cui viviamo prendendosi cura delle persone che lo abitano – quali che siano le loro caratteristiche fisiche, culturali, di genere o di orientamento.
L’incontro con art4sport è la naturale conseguenza di questa sintonia totale che ci ha portati a partecipare in prima persona, nel giugno 2017, ai Giochi senza Barriere a Roma. Da allora siamo sempre stati al fianco di questi ragazzi. Oggi, dopo la pausa imposta dal Covid, finalmente vede la luce il progetto WEmbrace Sport, in cui cadono le distanze fra atleti “normodotati” e paralimpici per dare insieme libero sfogo a un’energia che abbraccia tutti allo stesso modo e che include le differenze perché le cancella. Un’energia dalla quale non potevano che farci travolgere e che si accenderà proprio a due passi dalla nostra casa di via Algardi a Milano.
Gianfilippo Mancini, Ceo di Sorgenia

NIKE PER WEMBRACE SPORT
Nike crede nel potere dello sport per accrescere il potenziale umano e costruire una nuova comunità. L’inclusività è un pilastro nel viaggio di Nike verso un mondo migliore e per raggiungerlo, sostiene questo pensiero impegnandosi a far muovere i bambini attraverso lo sport in modo che possano condurre una vita più sana, più felice e più equa.
Insieme ai partner delle comunità locali, Nike sta progettando soluzioni innovative per far giocare, correre e muovere sempre più bambini verso un futuro più luminoso. Per questo motivo, Nike ha scelto di supportare l’evento WEmbrace Sport che ha lo scopo di promuovere lo sport paralimpico e l’integrazione attraverso di esso.
Un obiettivo comune di cui la Bebe Vio Academy (BVA) creata da Bebe con il supporto di Nike, è l’espressione ultima: la prima accademia italiana a favore dello sport inclusivo che coinvolge alla pratica dello sport ragazzi con e senza disabilità fisiche per abbatte le barriere fisiche e psicologiche e contribuire alla creazione di una comunità integrata dove lo sport diventa strumento di inclusione, partecipazione e divertimento.
WEmbrace Sport è l’evento che farà sognare i futuri atleti della BVA, mostrerà loro il vero valore degli atleti con disabilità e farà vedere loro dove potranno arrivare.
Per ulteriori informazioni e iscrizioni sulla Bebe Vio Academy, @bebevio.com/academy/

ALGIDA PER WEMBRACE SPORT
Da anni con orgoglio e passione Algida, brand di gelati amato dagli italiani, è accanto ad art4Sport nella grande sfida di raccontare e vivere la diversità come valore unico e ricchezza per tutti.
Per questo, oggi Algida scende in campo con WEmbrace Sport per fare la propria parte e contribuire ad abbattere barriere e pregiudizi, così come a valorizzare lo sport come momento di aggregazione, realizzazione delle potenzialità di ognuno e inclusione dei diversi talenti.
In Algida crediamo che la vera felicità passi anche attraverso la condivisione e l’inclusione di ogni diversità e per noi ogni tipo di diversità non deve essere solo accettata ma abbracciata poiché ha lo straordinario potere di migliorare la vita delle persone e delle comunità in cui viviamo.
Seguendo il nostro “purpose” ci impegniamo, infatti, a creare e portare momenti di gioia nelle vite di grandi e piccini partendo dalla convinzione che la felicità sia qualcosa su cui possiamo scegliere di agire non solo nel breve termine ma anche nel lungo periodo, contribuendo a dare e cambiare il senso alle nostre vite.
Oggi sosteniamo quindi WEmbrace Sport come momento unico di incontro e celebrazione delle diversità e come eccezionale occasione per sensibilizzare sempre più persone sull’importanza di costruire un mondo più equo e inclusivo.

MATTEL PER WEMBRACE SPORT
A supporto di WEmbrace Sport si affianca Barbie, un partner speciale che la grande famiglia di art4Sport ha avuto modo di conoscere in passato: nel 2019 il brand ha scelto infatti Bebe Vio come Barbie Role Model, celebrando l’atleta per la sua determinazione e per la capacità di non arrendersi mai.
Bebe Vio ha ricevuto il maggior riconoscimento da parte del brand, una Barbie One of A Kind, bambola in copia unica e con le sue sembianze, con lo scopo di celebrare il ruolo positivo nell’aumentare la consapevolezza delle infinite possibilità a disposizione delle bambine.
Barbie, la linea di bambole più inclusiva al mondo la cui missione, dal 1959, è quella di ispirare il potenziale che c’è in ogni bambina, sceglie di continuare a sostenere la diversity e l’inclusione come priorità della propria mission e lo fa anche attraverso il suo supporto concreto a WEmbrace Sport, a ulteriore prova del commitment del brand nel sostegno di una cultura sempre più inclusiva, anche nello sport.

COSTA CROCIERE PER WEMBRACE SPORT
Costa Crociere è orgogliosa di sponsorizzare WEmbrace Sport, l’evento che mira a riunire atleti Olimpici e Paralimpici per una serata all’insegna dello sport integrato, sulla scia del successo dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020.
La strategia di sostenibilità di Costa si fonda su un impegno concreto per costruire un modello di turismo che sia rispettoso dell’ambiente e delle comunità in cui operiamo, impegnandoci per sostenere i bisogni delle comunità e promuovere i valori positivi della inclusione a bordo delle nostre navi e a terra. Viaggiando in tutto il mondo, Costa ha infatti imparato a conoscere e a rispettare la diversità di storie, tradizioni e culture, connettendo attraverso il mare milioni di persone di tante nazionalità che si incontrano a bordo delle nostre navi per esplorare destinazioni diverse e uniche con le proprie identità.
Questo impegno viene reso ancora più concreto dal “Manifesto di Costa per un turismo di valore, sostenibile e inclusivo”, che riassume la volontà della Compagnia di crescere al fianco delle comunità in un’ottica di responsabilità sociale condivisa per un turismo capace di promuovere valori positivi.
L’impegno di Costa alla responsabilità sociale si esprime anche nel lavoro costante della Costa Crociere Foundation, che attraverso progetti sociali e ambientali contribuisce a ridurre le disuguaglianze e promuovere i valori dell’inclusione. Ne è un esempio il lavoro fatto per introdurre gli Adagio Tours, il primo programma nel settore crocieristico ad essere specificatamente elaborato per persone affette da disabilità, poi esteso anche agli ospiti che desiderano ritmi più rilassati nella visita delle destinazioni.

TOMMY HILFIGER PER WEMBRACE SPORT
Tommy Hilfiger è partner dell’iniziativa di art4Sport, WEmbrace Sport, a sostegno del processo di sensibilizzazione intorno al tema della diversità, un bene unico e un diritto da tutelare.
Guidato dalla missione globale per la sostenibilità e l’inclusività, per creare una moda che accolga tutti e non sprechi nulla, racchiusa nel claim “Wastes Nothing and Welcome All”, oggi Tommy Hilfiger si impegna attraverso le sue campagne e i suoi prodotti, a promuovere e sostenere la diversità e l’inclusione nella moda e nel mondo.
Nasce dunque dalla condivisione di questi valori fondanti, la partecipazione di Tommy Hilfiger come partner della bellissima iniziativa WEmbrace Sport, promossa da art4Sport.

TASSONI PER WEMBRACE SPORT
Tassoni sostiene WEmbrace Sport, l’evento benefico promosso da Bebe Vio che vedrà sfidarsi atleti olimpici e paralimpici e sarà un’occasione di sensibilizzazione sul valore della diversità non intesa come limite, bensì come spinta vitale e, soprattutto, come diritto da tutelare.
Tassoni è da sempre legata al mondo dello sport, come testimoniano molte sue campagne pubblicitarie e le storiche sponsorizzazioni nell’ambito ciclistico, ma non è certamente questo l’unico elemento di connessione con questa iniziativa. Il marchio, infatti, sostiene il talento in tutte le sue forme e lo ha dimostrato scegliendo grandi artisti per realizzare i suoi manifesti pubblicitari o per comunicare nei suoi spot; indimenticabile in questo senso la lunga collaborazione con Mina, da cui è nato il famosissimo jingle Tassoni, che racconta uno spirito innovatore e la volontà di raggiungere obiettivi importanti. I grandi atleti che partecipano a WEmbrace Sport hanno senza dubbio questo stesso spirito e i loro traguardi sono frutto di passione, impegno e ricerca dell’eccellenza, valori che rispecchiano la tradizione Tassoni, e che sono elementi cardine di tutti i marchi del Gruppo Lunelli (di cui oggi Tassoni fa parte).
Un’icona del bere italiano, dunque, sostiene un’icona dello sport italiano come Bebe Vio, atleta e persona straordinaria, con una forza comunicativa che va oltre i suoi incredibili successi sportivi.

INTESA SANPAOLO PER WEMBRACE SPORT
Intesa Sanpaolo sostiene WEmbrace Sport in programma a Milano il 25 ottobre 2021, un grande evento sportivo benefico in cui campioni delle Nazionali Olimpiche e Paralimpiche si sfideranno con l’obiettivo di coltivare ulteriormente quel processo di sensibilizzazione sul tema della diversità, che non va vissuta mai come un limite ma, come un bene unico e un diritto da tutelare.
Il sostegno a questa iniziativa è in linea con l’impegno di Intesa Sanpaolo per la diversità e l’inclusione, impegno espresso sia con policy interne destinate alle proprie persone, sia con progetti verso l’esterno e la partecipazione a numerose iniziative sul territorio. Il Gruppo inoltre, crede fortemente che il ruolo di una banca radicata nel territorio sia quello di concorrerne allo sviluppo non solo economico, ma anche sociale e culturale, con una particolare attenzione verso le nuove generazioni.
La partecipazione a WEmbrace Sport costituisce l’occasione per manifestare, ancora una volta, la prossimità di Intesa Sanpaolo nei confronti dei singoli territori in cui opera e la vicinanza alle comunità. Impegno che si concretizza anche nella promozione e diffusione dei valori sportivi che sono fondamentali per la crescita e la formazione delle nuove generazioni: sana competitività, rispetto delle regole, dinamicità, fair play, superamento dei propri limiti, tutti principi fondanti della società civile condivisi dalla migliore cultura d’impresa.