FILM TV USA Variety

ROCKY IV: ROCKY VS. DRAGO The Ultimate Director’s cut – on demand il film rivisitato da SYLVESTER STALLONE

Una delle serie di drammi sportivi più trionfanti nella storia del cinema ritorna
con un nuovo look in

ROCKY IV: ROCKY VS. DRAGO — THE ULTIMATE DIRECTOR’S CUT

Trascende il semplice fatto di essere un film di boxe:
ora parla di uomo contro macchina, l’aspro individualismo e la lotta contro il sistema

Il regista-sceneggiatore-star SYLVESTER STALLONE ha magistralmente rivisitato e rimodellato il quarto capitolo della saga di Rocky Balboa. Il film contrappone The Italian Stallion al suo più temibile avversario: il gigantesco terrore sovietico Ivan Drago (DOLPH LUNDGREN), che ha ucciso l’amico e mentore di Rocky Apollo Creed (CARL WEATHERS) sul ring.

Durante il fermo dei lavori a causa del Covid-19 del 2020, Stallone ha affrontato la Director’s cut del film pianificato da tempo, rieditando i momenti cruciali, serrando la narrazione, perfezionando il suono, tagliando alcune scene e aggiungendone altre. Il risultato è ROCKY IV: ROCKY VS. DRAGO, che emerge come la messa a punto artistica di un film leggendario e un’affascinante capsula del tempo di un momento della cultura pop in cui l’intrattenimento ha fatto eco ai sentimenti e alle paure del pubblico – in questo caso, l’attrito tra Stati Uniti e Unione Sovietica negli anni ’80 a causa della corsa alle armi nucleari.

ROCKY IV: ROCKY VS. DRAGO offre il pugno a eliminazione diretta immaginato da Stallone, permettendo al pubblico di salire sul ring ancora una volta con un eroe iconico… e il rivale che ha portato il franchise in una nuova direzione.

Rocky IV- Rocky vs Drago the ultimate directors-cut Sylvester Stallone e Dolph Lundgren

Quando è stato rilasciato nel 1985, ROCKY IV è diventato il film di maggior incasso di tutta la serie “ROCKY”. Dallo scrittore, regista e protagonista Sylvester Stallone, ROCKY IV comprende anche Talia Shire, Burt Young, Carl Weathers, Brigitte Nielsen, Dolph Lundgren, Tony Burton, Michael Pataki, Robert Doornick e Stu Nahan. Irwin Winkler e Robert Chartoff hanno prodotto il film originale, con James D. Brubaker e Arthur Chobanian come produttori esecutivi

Il film ROCKY IV: ROCKY VS. DRAGO sarà disponibile on demand e digitale ovunque a partire da venerdì 12 novembre.

Nel 1985, il mondo ha visto Rocky Balboa raccogliere la sfida di combattere, e infine sconfiggere, il combattente russo che ha ucciso l’amico e mentore di The Italian Stallion Apollo Creed in Rocky IV. Rilasciato al culmine delle tensioni tra Stati Uniti e Unione Sovietica,
il quarto capitolo della serie di film di successo iniziata con Rocky, vincitore del premio come miglior film nel 1976, e proseguita con Rocky II (1979) e Rocky III (1982), Rocky IV, a tinte politiche e personalmente impegnativo, è diventato il più grande successo d’incassi del franchise e ha lanciato la carriera della costar Dolph Lundgren, ha reso Ivan Drago il cattivo di tutti i tempi, è diventato uno dei drammi sportivi più amati della storia e ha creato il retroscena per il successo del 2018 Creed II, che ha visto Rocky allenare il figlio di Apollo per una partita contro Il figlio di Drago.

Eppure per SYLVESTER STALLONE – la cui sceneggiatura originale nominata all’Oscar per Rocky ha posto le basi per il viaggio cinematografico di quasi 50 anni del personaggio iconico, incluse due nomination all’Oscar per la sua interpretazione del figlio (immaginario) preferito di Philadelphia, dopo tutti questi anni , ancora un altro giro c’era da fare con Rocky IV: voleva rimontarlo nel film che ha sempre voluto che fosse.

Stallone ha trascorso centinaia di ore in una sala di montaggio di Los Angeles, alla ricerca incessante di filmati inutilizzati, tracce audio alternative, musica alternativa, scene da ritagliare e altre che necessitavano di nuove angolazioni. Tra le altre cose, ha voluto enfatizzare il viaggio interiore di Rocky, l’arco di Ivan Drago, la tragedia di Apollo Creed e aumentare il dramma che è il cuore del film.

Rocky IV- Rocky vs Drago the ultimate directors-cut Carl Weathers e

Tra le entusiasmanti aggiunte ci sono 42 minuti di nuove riprese mescolate senza soluzione di continuità per tutto il film. Altre scene includono Apollo (Carl Weathers) che discute con Rocky e Adrian (Talia Shire) del suo piano per combattere Drago; Adrian racconta a Rocky le sue profonde preoccupazioni per l’imminente match Creed-Drago; un discorso sulla tomba di Duke (Tony Burton) al funerale di Apollo e un incontro teso alla commissione di boxe mentre si discute delle conseguenze di Rocky che andrà a combattere in Unione Sovietica.

Inoltre, ora sono inclusi l’iconico banner di apertura di Rocky (con la scansione del titolo che riempie lo schermo che si sposta dal lato destro dello schermo a sinistra) e i titoli finali classici. Tra le specifiche tecniche potenziate ci sono il Dolby ATMOS rimasterizzato (che colloca ogni voce, strumento o dettaglio del suono nel proprio spazio per aggiungere chiarezza e profondità, elevando la musica e l’atmosfera sonora di ROCKY VS. DRAGO) e Dolby Vision Home Entertainment. Il film sarà presentato per la prima volta in formato widescreen (2.39:1).

Portare un film di successo nel presente, Rocky IV ha debuttato il 21 novembre 1985.

C’erano riprese del film che non vedevo dal 1985: erano così tante riprese che era difficile avvolgevano la mia testa“, dice Stallone. “Era tutto lì. Sapevo che ora potevo portare il pubblico in una direzione diversa, usando il suono e un nuovo schema di taglio. Anche in termini di colore: volevo che la sequenza dell’allenamento russo fosse in un tono più blu e più freddo. E lo scontro finale è ora in tonalità di colore più realistica“.

Le scene di combattimento – sempre la cruda personificazione del cuore, della determinazione e della redenzione nei film di Rocky – sono state riconsiderate tanto quanto tutto il resto.

Rocky IV- Rocky vs Drago the ultimate directors-cut scene originali

I film sulla boxe sono i più difficili da realizzare“, osserva Stallone. “Il dramma deve valere la pena, in modo che tu sappia per cosa sta combattendo un personaggio. Quindi l’incontro di boxe stesso è tutto un altro film, uno senza dialoghi. Nella vita reale, la boxe è sciatta, ruvida e caotica. Non è strutturata. Questo è uno dei motivi per cui ogni combattimento che Rocky ha nei film assume un elemento tematico diverso. La lotta in Russia in realtà ha un aspetto molto futuristico“.

ROCKY VS. DRAGO presenta anche alcune nuove versioni della musica del film, tra cui versioni pulite e alternative dell’emozionante colonna sonora del compositore Vince DiCola e canzoni di James Brown, Survivor, John Cafferty e altri.

Il ritmo del film è diventato un obiettivo primario: Stallone ha voluto rendere più serrato il film, lasciando anche che alcuni momenti avessero più respiro. E poiché alcune scene sono state tagliate, ad altre è stato dato un po’ di tempo per aumentare la loro carica emotiva.

Penso che mi sia mancata la pazienza da giovane regista“, afferma Stallone. “Piuttosto che andare a fondo un momento, ci sono corso attraverso. Ora vedo la fallibilità in questo. Quando sei più giovane, vuoi semplicemente andare al sodo. Ma cosa è più importante, la lotta o arrivare al cuore della lotta? Non credevo in me stesso come regista come faccio ora. Ciò che è prezioso non è lo splendore di qualcosa: è ciò che è sotto lo splendore che conta“.

L’evento principale: Performances in Focus

Le realizzazioni tecniche di ROCKY VS. DRAGO sono solo un livello della nuova versione che Stallone ha creato. Anche i personaggi e le interpretazioni assumono una prospettiva aggiuntiva.

Rocky IV- Rocky vs Drago the ultimate directors-cut – Sylvester Stallone

Ivan Drago, in particolare, riceve una nuova profondità nel re-cut del film di Stallone. Ora, il personaggio è visto come più contemplativo, persino diffidente, mentre combatte nel suo Paese d’origine e quando valuta il circo mediatico in cui è coinvolto quando arriva negli Stati Uniti, incluso Brown che canta la canzone vincitrice del Grammy “Living in America ” prima della lotta di Drago con Creed.

Il tragico arco narrativo di Apollo Creed, la sua fatidica battaglia con il sovietico e il commovente ritratto di Adrian di Talia vengono ampliati.

Senza di lei, non c’è lui“, dice Stallone di Adrian. “Con Adrian, Rocky aveva qualcosa per cui vivere, qualcosa da proteggere“.

Rocky IV- Rocky vs Drago the ultimate directors-cut Sylvester Stallone e Adrian di Talia

Stallone va lontano con ROCKY VS. DRAGO

Rimontare e rinvigorire il quarto film di grande successo della serie Rocky in quello che sarebbe diventato ROCKY IV: ROCKY VS. DRAGO ha naturalmente fatto riflettere Stallone sul viaggio della sua vita.

Non avrei mai pensato che avremmo superato il primo Rocky“, rivela Stallone. “A tutt’oggi, non riesco a descrivere cosa sia Rocky. Forse è proprio questo il bello: che la storia tocca livelli che nemmeno io capisco. Uno dei temi ovviamente è che nessuno passa la vita senza lividi e dolori alle nocche. La vita è una battaglia; ci fa andare oltre ciò che pensiamo di poter fare. Ecco perché ho scritto quella frase per Rocky Balboa nel 2006, “Nessuno colpisce forte come la vita, ti metterà in ginocchio e ti terrà lì se lo permetti“. Tutti si identificano con questo pensiero.

Stallone aggiunge inoltre:Sono contento di aver avuto questa possibilità di entrare in una macchina del tempo. Sono cambiato e il film è cambiato. Sono una persona diversa. Ho vissuto molto nei 35 anni da quando è stato realizzato l’originale. Trascende il semplice fatto di essere un film di boxe: ora parla di uomo contro macchina, l’aspro individualismo e la lotta contro il sistema.