Eventi Culturali Italia Variety

CARTOONS ON THE BAY 2021 – Digital, Live & Hybrid dal 3 all’8 dicembre anche su RaiPlay e MYmovies.it

DIGITAL, LIVE & HYBRIDDIGITAL, HYBRID
PER LA PRIMA VOLTA

CARTOONS ON THE BAY

SARÀ MULTIPIATTAFORMA

il manifesto ufficiale che rende omaggio ai 30 anni di Nathan Never

Tre anime per essere in linea con un mondo in evoluzione, proseguendo un discorso iniziato obbligatoriamente l’anno scorso a causa della pandemia, ma che è servito a sviluppare un nuovo modo di organizzare e comunicare eventi.

Digital, Live & Hybrid come accadrà dal 3 all’8 dicembre. Digital su tre diverse piattaforme, Cartoons on the Bay Channel, RaiPlay e MYmovies.it, che offriranno al pubblico e agli accreditati altrettante diverse tipologie di contenuti, dalle interviste con i protagonisti dell’animazione e del mondo dei linguaggi transmediali alle opere selezionate per i concorsi internazionali, il tutto organizzato con un palinsesto on demand. Un sistema già sperimentato con grande successo nell’edizione 2020, che ha fatto registrare numeri eccezionali per quanto riguarda gli accessi su RaiPlay e le ore di visione, e che si espande quest’anno attraverso MYmovies, la piattaforma streaming dei grandi festival italiani, compresa la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, e dove approda Cartoons on the Bay.

Inoltre dal 3 all’8 dicembre lo schermo del Movieplex de L’Aquila si illuminerà con la magia del cinema per ragazzi, in animazione e live action, un assaggio di quello che sarà il programma di Cartoons on the Bay nella sua edizione estiva.

CARTOONS ON THE BAY – DIGITAL

Fusako Yusaki, maestra dell’arte dell’animazione a passo uno in plastilina e le cui opere televisive hanno fatto crescere quattro generazioni di piccoli spettatori italiani attraverso le trasmissioni della RAI dedicate al pubblico dei giovanissimi, ottiene l’accesso alla Hall of Fame di Cartoons on the Bay dopo aver ricevuto il Pulcinella Award alla carriera alcuni anni fa. Si ritroverà al fianco di Bruno Bozzetto, Don Bluth e Guido Manuli nel museo virtuale del festival. A lei sarà dedicata una ampia retrospettiva sulla piattaforma RaiPlay.

Tommy Tallarico, il più prolifico compositore e sound designer di videogiochi della storia, racconterà la sua esperienza nell’industria che lo vede protagonista da trent’anni, oggi con una nuova avventura che arriva dal passato. Dal Giappone arriva invece Gōichi Suda, che offrirà una visione diametralmente opposta al mondo videoludico rispetto al suo collega statunitense.

Lev Manovich e Henry Jenkins, due tra i maggiori esperti di cultura digitale contemporanea, ci guideranno verso scenari futuri sempre più vicini, in cui le arti e il mondo virtuale sono sempre più legati, anche il cinema, quello che racconta Nicola Guaglianone, sceneggiatore di Lo chiamavano Jeeg Robot, Freaks Out, La befana vien di notte, film che hanno portato il cinema italiano in una dimensione più vicina al concetto di entertainment hollywoodiano contemporaneo.

Tutto questo senza dimenticare di fare il punto sulla situazione dell’animazione e dei mercati a essa collegati in una congiuntura ancora fortemente influenzata dalla pandemia.

IL PROGRAMMA CARTOONS ON THE BAY

LE PROIEZIONI SPECIALI

Trash, ma come diceva Robin Williams ne La leggenda del Re Pescatore, si possono trovare cose meravigliose nella spazzatura. Ed è vero, come in questo caso, una produzione indipendente
italiana, con due registi esordienti, Francesco Dafano e Luca Della Grotta, quest’ultimo vincitore di un David di Donatello per gli effetti visivi de La grande bellezza, che realizzano un lungometraggio d’animazione 3D di altissimo livello e che infatti sta facendo molta strada nel mondo.
Merito anche del messaggio che veicola, attualissimo, ovvero il rispetto dell’ambiente per assicurare
un mondo migliore alle future generazioni.

TRASH

Wolfwalkers è l’ultimo gioiello realizzato da Cartoon Saloon, una factory d’animazione con sede a Kilkenny, in Irlanda, che in 20 è riuscita a competere per cinque volte agli Oscar, una volta nella categoria miglior cortometraggio e quattro volte in quella del miglior lungometraggio. La statuetta ancora non è arrivata,
ma è solo questione di tempo per questa produzione fondata da tre amici che ancora oggi non perso l’entusiasmo né tantomeno la voglia di stupire con le loro storie, basate principalmente sulle leggende della loro terra. Wolfwalkers è una di queste, distribuita direttamente sulla piattaforma streaming Apple TV+ e adesso proiettata in una sala cinematografica, il luogo a cui realmente appartiene questa bellissima favola.

Wolfwalkers

Da alcuni anni c’è un punto di riferimento nell’animazione italiana. Una piccola realtà creativa che grazie alla forza delle sue idee è andata alla conquista del mondo. L’arte della felicità, il loro primo lungometraggio, diretto da Alessandro Rak, ha vinto lo European Film Award come miglior lungometraggio d’animazione europeo. Il successivo, Gatta cenerentola, il David di Donatello come Miglior produttore. Yaya e Lenny – The Walking Liberty ha avuto la sua prima mondiale nella Piazza Grande del Locarno Film Festival, di fronte a una platea di oltre 8000 spettatori. Magari a L’Aquila non saranno così tanti, ma l’entusiasmo sarà lo stesso. E forse anche di più.

Yaya e Lenny – The Walking Liberty

Due film diversi che hanno un comune denominatore, anzi due. Uno è naturalmente il Natale, la festa per eccellenza in cui si è tutti più buoni. L’altro è il regista, Francesco Cinquemani, giornalista, sceneggiatore, regista, che dirige alcuni grandi nomi dello star system in due commedie per famiglie perfette per prepararsi al periodo più felice dell’anno. Ad augurare buone feste William Baldwin (Fuoco assassino), Michael Madsen (attore feticcio di Quentin Tarantino), Tom Arnold (True Lies), protagonisti di Ladri di Natale e La stregadi Natale.

IL MANIFESTO UFFICIALE
Quest’anno è firmato da Andrea Cascioli e vede protagonista Nathan Never, l’eroe del futuro della scuderia della Sergio Bonelli Editore, che festeggia i suoi 30 anni di vita. Un poster pensato come la copertina di un albo di Nathan Never, con tutti gli elementi grafici che i suoi lettori hanno imparato a riconoscere sin dall’ormai mitico numero 1. Al fianco di Nathan Never troviamo il sodale Sigmund Baginov, il genio dei computer dell’Agenzia Alfa. Sullo sfondo il Pulcinella di Cartoons on the Bay veglia su entrambi, mentre i compagni dell’Agenzia Alfa e i poster delle precedenti edizioni del festival fluttuano nel cyberspazio. Andrea Cascioli nasce a Roma il 26 Marzo 1964. Inizia a disegnare a 10 anni come autodidatta, a 16 anni scopre la sua seconda passione, la radio, nel 1993 inizia la sua collaborazione con la Sergio Bonelli Editore. È stato docente della Scuola Internazionale di Comics.

Tutte le masterclass che saranno visibili su Cartoons on the Bay Channel, all’interno del sito ufficiale
di Cartoonsbay.rai.it Su MYmovies.it sarà possibile visionare, nella sala virtuale del portale di cinema leader in Italia, i lungometraggi e i cortometraggi in concorso in questa edizione di Cartoons on the Bay.