Cinema Italia Variety

LICORICE PIZZA – disponibile la colonna sonora del film diretto da Paul Thomas Anderson con Alana Haim, Sean Penn

Metro Goldwyn Mayer Pictures
e Focus Features presenta
in associazione con Bron Creative
Una produzione della Ghoulardi Film Company

LICORICE PIZZA

Scritto e diretto da
Paul Thomas Anderson

Con
Alana Haim, Cooper Hoffman, Sean Penn,

Bradley Cooper, Benny Safdie

Licorice Pizza è la storia di Alana Kane e Gary Valentine che crescono, corrono e si innamorano nella San Fernando Valley, 1973. Scritto e diretto da Paul Thomas Anderson (Boogie Nights, Magnolia, Phantom Thread), Licorice Pizza segue le peripezie pericolose del primo amore.

Cresciuti nella San Fernando Valley, Alana Kane (interpretata da Alana Haim) e Gary Valentine (Cooper Hoffman) non si sono mai incontrati prima del giorno delle riprese al liceo di Gary. Alana non è più una studentessa, ma è una giovane donna che cerca di trovare e definire se stessa al di là del suo lavoro poco interessante come assistente di un fotografo. Gary si è già affermato come attore in carriera ed è pronto a dirlo ad Alana nel tentativo di impressionarla. Lei è divertita e incuriosita dalla sua sicurezza soprannaturale e instaurano un rapporto sincero, anche se difficile. Cercando di rafforzare questa connessione con Alana, Gary cerca un’opportunità per lei di essere il suo accompagnatore durante un’apparizione televisiva a New York; d’impulso, lei accetta.

L’apparizione in TV non va esattamente come previsto e una volta tornati in California, ognuno di loro si interroga sul proprio futuro. Nel tempo e man mano che la loro amicizia cresce, Gary persegue opportunità di carriera al di fuori della recitazione e diventa un imprenditore in erba che vende letti ad acqua e apre una sala giochi di flipper; e Alana prende in seria considerazione il suo futuro (inclusa un’incursione nella recitazione). Da soli o fianco a fianco, sia Gary che Alana vivono una serie di epifanie che sono sia clamorose che agrodolci: incontri ravvicinati con un famoso attore (interpretato da Sean Penn), un produttore di Hollywood (Bradley Cooper) e un politico locale ( Benny Safdie). Entrambi consapevoli di sé e in sospeso, Alana e Gary attraversano un tempo e un luogo che portano il brivido del primo amore, l’ingresso nell’età adulta e la scoperta di un nuovo potenziale.

Estratto dell’intervista al regista Paul Thomas Anderson e alla protagonista Alana Haim, realizza dalla scrittrice Rachel Kushner.

Rachel Kushner è l’autrice dei romanzi di fama internazionale THE MARS ROOM, THE FLAMETHROWERS e TELEX FROM CUBA, nonché di un libro di racconti, THE STRANGE CASE OF RACHEL K. Il suo nuovo libro, THE HARD CROWD: ESSAYS 2000-2020 è stato pubblicato nell’aprile 2021. Ha vinto il Prix Médicis ed è stata finalista per il Booker Prize, il National Book Critics Circle Award, il Folio Prize, il James Tait Black Prize, il Dayton Literary Peace Prize, ed è stata due volte finalista per il National Book Award nella narrativa. È una Guggenheim Foundation Fellow e ha ricevuto l’Harold D. Vursell Memorial Award dall’American Academy of Arts and Letters. I suoi libri sono stati tradotti in ventisei lingue.

Alana Haim, Paul ti ha inviato il copione via email e tu l’hai letto. Cosa ne pensi della sceneggiatura e cosa pensi dell’idea che Paul ti avesse scelto come protagonista del suo film?

È successo di punto in bianco. Ho ricevuto questa email da Paul ed era senza titolo ed era su Word. Non avevo Word sul cellulare, quindi ho dovuto scaricare immediatamente Word per la formattazione e ho letto lo script. Ero a Londra, ero di fronte alla stazione ferroviaria di St Pancras, era una cosa molto pittoresca ed ero seduta su questo balcone a guardare la stazione ferroviaria e ho letto il copione cinque volte quella notte e mi sono innamorata sia di Gary che di Alana, ed io ero emozionata, volevo solo vederlo. Paul disse: “Perché non provi a leggerlo ad alta voce?” E ho iniziato da lì e abbiamo fatto molti test davanti alla telecamera e sono sicura che se guardiamo indietro a quei test è stato… sono migliorata, grazie a Dio. Tutto è iniziato da lì e sono stato onorata di avere una possibilità di far parte di questo film.

Paul Thomas Anderson: Voglio aggiungere una cosa che sembrava che più dicevo ad Alana che stavamo facendo questo film, più mi guardava confusa… immagino stesse pensando “forse questo non accadrà” o “forse questo non è reale” e mi deluderà all’infinito… la conoscevo abbastanza bene da poter vedere uno sguardo nei suoi occhi che diceva: “Non credo che questo sia davvero quello che accadrà”.

Rachel Kushner: Paul, cosa ti ha dato la sensazione che Alana, che non aveva precedenti esperienze di recitazione, sarebbe stata un’attrice così potente? Sono una scrittrice e tipo, non so fare film, ma quando penso ai registi che lavorano con “non attori” penso a Robert Bresson, che notoriamente non permetteva alle persone nei suoi film di leggere sceneggiatura. Bresson ha semplicemente detto loro come camminare, dove guardare e cosa dire. Ma Alana – questa è una cosa diversa. Lei recita davvero in questo film. La profondità del personaggio che interpreta va fino in fondo. Come sapevi che poteva farcela?

Licorice Pizza

Paul Thomas Anderson: Beh, avevo ragione, suppongo. Abbiamo avuto un rapporto professionale per un po’ lavorando con lei, la sua band, le sue sorelle ed è stata una sensazione istintiva più di ogni altra cosa, ed era probabilmente più dal conoscerla personalmente, la sua ferocia, il suo appetito e il suo talento erano incredibilmente grandi. Sì, può esserci un divario tra avere queste caratteristiche e recitare in un film, ma il lavoro che abbiamo fatto nei video musicali è stato un ottimo suggerimento, ma per quanto io fossi in qualche modo coinvolto, c’era anche una scheggia di una via di fuga anche se sapevo che non l’avrei mai usato e quando abbiamo iniziato a fare i test, era molto chiaro per me che sarebbe stata in grado di farlo e che sarebbe stata solo una grande partner nel farlo.

Rachel Kushner: La via di fuga è stata ovviamente Barbra Streisand.

Paul Thomas Anderson: La via di fuga probabilmente non avrebbe fatto il film se fosse stata davvero terribile, probabilmente l’avrei semplicemente messa in un cassetto e non ce l’avrei fatta ma – quindi è sbagliato dire via di fuga perché era una sensazione che conoscevo e la verità è che non c’era niente che non avesse capito o forse se c’erano momenti un po’ fuori luogo, è una studentessa incredibile e ha questa curva di apprendimento molto ripida ed è stata in grado di adattarsi immediatamente. I musicisti, guarda Tom Waits, hanno una buona storia come ottimi attori. Ci sono cose come, ritmicamente possono muoversi in una stanza e Alana può muoversi in una stanza e può far sembrare le parole come se fossero pensieri che escono dalla sua testa, non solo parole da una pagina.

Rachel Kushner: Beh, visto che ne hai parlato, Tom Waits ha il cameo più incredibile in questo film, dà davvero fuoco alle cose, e non solo letteralmente, in quella scena con luci, fiamme, moto, azione. Sento che hai utilizzato questa presenza unica di Tom Waits in un film così come ha fatto Robert Altman in Short Cuts. Puoi parlarmi del casting e di quel personaggio? L’ho incontrato una volta, tramite un regista di talento che lo voleva disperatamente in un film. L’ha rifiutato. Non dice di sì così spesso, è la mia sensazione.

Paul Thomas Anderson: Con piacere. Beh, avevo scelto Sean Penn per interpretare la parte di Jack Holden e stavamo pensando a chi avrebbe potuto interpretare questa parte di Rex Blau, e Sean ha suggerito Tom. Si conoscevano. Ho pensato che fosse un’idea ispirata e potremmo sempre chiedere e forse saremmo stati fortunati e lui avrebbe detto di sì. L’ha fatto, è sceso e ci vuole molto per rendere Sean Penn non la persona più cool nella stanza, sai, e improvvisamente Tom Waits era nella stanza, Tom Waits era la persona più cool nella stanza.

Rachel Kushner Era incredibile, il suo linguaggio del corpo e la sua voce. Lui e Sean Penn, nelle loro scene indelebili, suonano entrambi come fumatori in lista d’attesa per tracheotomie. Da Tom Waits è come, sì, quella è la sua voce. Ma per Sean Penn, la sua voce nel film ha questo incredibile, profondo, ricco rombo ghiaioso. Sembra quasi una specie di gag, ma è anche così potente e meraviglioso. Voglio dire, la voce di Sean Penn non è così naturalmente bassa, giusto?

Paul Thomas Anderson: La voce di Sean Penn non è così bassa, ma è un grande attore e Sean Penn iniziava a parlare con quella voce e devi vedere com’è una star del cinema.

Rachel Kushner: Paul, come ti ho detto dopo aver visto il film per la prima volta, mi sembrava che fosse il tuo American Graffiti. Licorice Pizza è un film completamente originale, ma intendevo nel modo in cui rendi omaggio. Il tuo film è un San Valentino per la San Fernando Valley, come quello di George Lucas lo è per Modesto. Ricordi la scena all’inizio di AG in cui il personaggio di Toad si schianta con la sua Vespa? È così divertente. Ho saputo solo ieri sera che non era scritto. L’attore aveva appena scaricato quella Vespa per sbaglio e George Lucas ha tenuto accesa la telecamera. È successo qualcosa del genere sul set di Licorice Pizza?

Paul Thomas Anderson: Tutti i bambini nel film, non sono attori, sono nostri amici, amici delle mie figlie e dei miei figli e li ho fatti sedere e gli ho fatto guardare American Graffiti e il motivo per cui li ho fatti guardare il film, ho detto ora vedrete succedere qualcosa che è un incidente all’inizio del film e noterete che l’attore non si ferma, non si gira e dice mi dispiace, ho fatto schiantare questo motorino, e continua la recitazione. Quindi, se succede qualcosa, continua a recitare. L’ho mostrato loro perché i miei figli fanno film e a volte sono più ossessionati dai difetti del film che dal film stesso, hanno sempre una bobina di errori che è fantastica. Ma ho detto, i migliori errori sono quelli che puoi tenere nel film, sai, quindi speravamo che accadessero degli incidenti come se qualcuno facesse schiantare qualcosa, non è mai successo niente.

Rachel Kushner: (tornando alla storia del film) Sembrava che Gary stesse deliberatamente sabotando gli sforzi di Alana per cercare di separarsi da lui ed essere un adulta. Che incidente perfetto per la storia tra loro. Devo chiedere della performance di Bradley Cooper nei panni del produttore/parrucchiere/fidanzato di Barbra Streisand, Jon Peters. Quella performance è così abbagliante e ridicola nel miglior modo possibile. Semplicemente… esplode. Parlami di Jon Peters e del lavoro con Bradley su quel personaggio.

Paul Thomas Anderson: I ragazzi che conosco che avevano la compagnia di letti ad acqua di Fat Bernie mi hanno raccontato delle storie e hanno detto che un giorno sono andati a casa di Jon Peters per consegnare un letto ad acqua e io ho detto, sbavando, perché la reputazione di Jon Peters era smisurata come pazzo produttore di Hollywood, hanno detto: “Niente, era il ragazzo più simpatico del mondo, ci ha fatto entrare in casa sua e abbiamo sistemato il letto ad acqua, stava andando al cinema con Barbra e abbiamo pensato che fosse così bello, ” e ho pensato, beh, non è molto buono nel film. Dobbiamo fare qualcosa di molto più interessante.

Ho immaginato questo scenario che sembrava avere senso non avendo mai incontrato Jon Peters, solo ascoltando la sua reputazione e abbellendola e facendo selvaggiamente un altro deposito per qualsiasi tipo di produttore cinematografico fuori misura, il più grande del periodo negli anni ’70. Mantenere il suo nome Jon Peters era importante perché all’epoca usciva con Barbra Streisand e immagini che l’ombra debba incombere sul personaggio di Alana perché Barbra era all’apice della sua popolarità in quel momento. Quindi diventa questa punta in un mondo più grande fuori dalla valle. Jon Peters viveva a Encino, aveva un salone a Encino, questa è una creazione ma da quello che ho capito non è lontano dalla verità, Bradley Cooper — Bradley è un attore fantastico e volevo lavorare con lui da molto tempo, quindi l’opportunità di farglielo fare era di fronte a noi e ha deciso di farlo, il che è stato grandioso. Sono andato da Jon Peters e gli ho detto che avrei fatto questo film e lui ha detto, fantastico, non leggo davvero nulla, quindi dimmi di cosa si tratta. Gli ho descritto la storia e lui ha detto, oh questo è fantastico, questa è una grande storia, chi mi interpreta? Ho detto, Bradley Cooper e lui ha pensato che fosse un ottimo casting.

LICORICE PIZZA DISPONIBILE LA COLONNA SONORA

Disponibile su tutti i digital store la colonna sonora ufficiale di “Licorice Pizza”, il nuovo film dell’acclamato regista già candidato all’Oscar Paul Thomas Anderson che uscirà nelle sale cinematografiche italiane prossimamente. A partire dal 10 dicembre, e già in preorder, saranno disponibili anche il formato CD e doppio LP.

La colonna sonora, formata da 20 tracce, composta da Jonny Greenwood (Radiohead) e curata dal regista Paul Thomas Anderson, presenta l’inedita traccia “Licorice Pizza“, suonata dallo stesso Jonny Greenwood e include brani di David Bowie, Nina Simone e Paul McCartney, Wings, Donovan, Sonny & Cher, Gordon Lightfoot e molti altri.

Licorice Pizza”, il cui titolo è un omaggio dichiarato allo storico negozio di dischi della California, è la storia di due ragazzi, Alana Kane (Alana Haim) e Gary Valentine (Cooper Hoffman) che crescono e si innamorano l’uno dell’altra nella San Fernando Valley nel 1973. Nel cast del film sono presenti, tra gli altri, Sean Penn, Bradley Cooper, Tom Waits e Benny Safdi. L’uscita della pellicola è prevista in tutti gli Stati Uniti dal 25 dicembre, mentre in Italia arriverà nel 2022. 

“Licorice Pizza” Tracklist:
stream https://isl.lnk.to/LicoricePizzaOST

  1. July Tree – Nina Simone
  2. Stumblin’ In – Chris Norman & Suzi Quatro
  3. Sometimes I’m Happy – Johnny Guarnieri
  4. Ac–Cent–Tchuate The Positive (Single Version) [feat. Vic Schoen & His Orchestra] – Bing Crosby & The Andrew Sisters
  5. Blue Sands [feat. Buddy Collette] – Chico Hamilton Quintet
  6. But You’re Mine – Sonny & Cher
  7. My Ding-A-Ling (Live At Fillmore Auditorium, San Francisco, CA/1967) [feat. Steve Miller Band] – Chuck Berry
  8. Peace Frog – The Doors
  9. Let Me Roll It – Paul McCartney And Wings
  10. Life On Mars? – David Bowie
  11. Slip Away – Clarence Carter
  12. Diamond Girl (Album Version) – Seals and Crofts
  13. Greensleeves – Mason Williams
  14. Barabajagal – Donovan
  15. Softly Whispering I Love You – The Congregation 
  16. Licorice Pizza – Jonny Greenwood (chitarrista solista dei Radiohead)
  17. If You Could Read My Mind – Gordon Lightfoot
  18. Walk Away – The James Gang
  19. Lisa, Listen To Me – Blood, Sweat & Tears
  20. Tomorrow May Not Be Your Day – Taj Mahal