USA Variety

Sentenza U.S.A. – gli operatori dei siti web di pirateria russi devono pagare milioni di danni

Sentenza U.S.A.
gli operatori dei siti web di pirateria russi devono pagare milioni di danni

Il contenzioso FLVTO/Kurbanov ha precedentemente cementato la giurisdizione dei tribunali degli Stati Uniti sui siti Web di pirateria stranieri che causano danni all’interno degli Stati Uniti

Una nuova sentenza conferma che lo *Stream-Ripping viola il diritto d’autore e aggira illegalmente le misure antipirateria e assegna i danni legali

In un caso intentato da più di una dozzina di etichette discografiche, un magistrato statunitense ha raccomandato agli operatori dei siti web di pirateria russi di pagare milioni di danni per aver eluso le misure antipirateria di YouTube e aver violato i diritti d’autore in registrazioni audio. Il premio include danni legali di $ 50.000 per ogni opera protetta da copyright e deve comunque essere valutato da un giudice della Corte Distrettuale degli Stati Uniti. Il magistrato ha anche raccomandato l’emissione di un decreto ingiuntivo contro le attività di pirateria dei siti e ha condannato gli operatori al pagamento delle spese legali e delle spese legali delle etichette.

La sofisticata operazione di pirateria, che ha coinvolto più di 300 milioni di utenti globali in un solo periodo di dodici mesi, ha incoraggiato la violazione del diritto d’autore e poi ha tratto profitto vendendo pubblicità sui suoi siti web. A causa di questa chiara violazione dei principi fondamentali del copyright, diversi governi nazionali tra cui Regno Unito, Australia, Danimarca, Italia, Spagna e persino Russia hanno ordinato ai provider di Internet di bloccare l’accesso a questi siti Web di pirateria commerciale.

La raccomandazione del giudice del magistrato degli Stati Uniti (in allegato) sarà ora esaminata dal giudice distrettuale degli Stati Uniti Claude Hilton per una determinazione e un ordine finali.

Ken Doroshow, Chief Legal Officer della RIAA, ha rilasciato la seguente dichiarazione in risposta a questa sentenza:

Questo contenzioso stabilisce i primi principi vitali che dovrebbero tracciare un percorso per un’ulteriore applicazione contro gli stream-ripper stranieri e altre forme di pirateria online che minano il mercato legittimo della musica“.

Avendo precedentemente confermato la giurisdizione dei tribunali americani sui siti web stranieri che causano danni nel nostro Paeseprincipio fondamentale che consente ai titolari di diritti d’autore statunitensi e ad altre vittime di gravi illegalità online di chiedere un risarcimento l’ultima sentenza del tribunale stabilisce ulteriormente la responsabilità sostanziale di servizi di ripping in streaming come FLVTO per violazione del copyright e chiarisce che l’elusione delle misure di protezione tecnica come il codice a rotazione di YouTube è un atto illegale separato.

Questa sentenza è un importante passo avanti per proteggere artisti, cantautori, etichette discografiche e consumatori da una delle forme più perniciose di pirateria online“.

Fonte RIAA Recording Industry Association of America®

*è il processo di salvataggio dei flussi di dati in un file. Il ripping dello streaming viene spesso utilizzato per salvare contenuti multimediali in streaming audio o video da siti Web come YouTube. Il processo è a volte indicato come destreaming.