concerti Italia Testi Canzoni Variety

MURUBUTU – pubblica l’album Storie d’amore con pioggia e altri racconti di rovesci e temporali. date nuovi concerti

MURUBUTU

pubblica l’album

STORIE D’AMORE CON PIOGGIA E ALTRI RACCONTI DI
ROVESCI E TEMPORALI

online il video di

IL MIGLIORE DEI MONDI

È finalmente disponibile da oggi per Glory Hole Records il nuovo lavoro in studio di MURUBUTU, STORIE D’AMORE CON PIOGGIA E ALTRI RACCONTI DI ROVESCI E TEMPORALI. Il rapper è pronto a portare il nuovo disco in tutta Italia con un tour in partenza da marzo nei principali club. Un album e un tour attesissimi dai fan, che aspettavano da tempo il ritorno di MURUBUTU e hanno avuto un’anticipazione con il singolo Black Rain feat. Claver Gold e Rancore. Qualcuno aveva già immaginato che la traccia si inserisse nella tracklist di un nuovo album e addirittura ipotizzato quale potesse essere – come ormai da tradizione per MURUBUTU – il concept del nuovo disco: la pioggia.

Così MURUBUTU presenta il nuovo lavoro:

Questo nuovo disco è il mio settimo tributo al connubio fra musica rap e letteratura nonché il mio quinto concept album. I brani che lo compongono hanno tutti un comun denominatore: la pioggia. La pioggia come scenario incantevole o temibile, come illusione del tempo sospeso; la pioggia come dono o punizione, paura o speranza ma soprattutto come metafora delle nostre infinite possibilità esistenziali, tutte contenute dentro a innumerevoli gocce che riflettono il mondo ognuna da una propria unica prospettiva”.

In STORIE D’AMORE CON PIOGGIA E ALTRI RACCONTI DI ROVESCI E TEMPORALI, la pioggia si fa medium narrativo attraverso cui sviluppare concetti complessi come il rapporto con il tempo, il valore della memoria, la metamorfosi dei luoghi nonché fenomeni contemporanei come l’inquinamento, le diseguaglianze socioeconomiche, la dittatura politica, il disagio psichico. Fondamentale il tema dell’amore, presente già nel titolo, declinato anch’esso in tante sfaccettature diverse e relazionato con una tensione fantascientifica che attraversa tutto il disco, caratterizzandolo in modo peculiare rispetto ai precedenti. I rap-conti contenuti nell’album sono ambientati in tanti luoghi, prossimi o remoti, dove la pioggia accompagna spesso la ricerca di un amore o di un equilibrio che pare perduto per sempre e che talvolta verrà riconquistato privilegiando il colloquio col tempo.

video Scritto e diretto da Nicola Corradino, Il migliore dei mondi (Prod. Gian Flores) di Murubutu

Tutti i racconti contenuti hanno registri e suggestioni differenti e risentono dell’influenza di narratori diversi come Wells, Bradbury, Dick ma anche Salvago Raggi, Deledda, Cardoso, Niffenegger, Bonnefoy miscelati con approfondimenti storici e citazioni interdisciplinari.

Il nuovo singolo estratto dall’album, in radio da oggi, è IL MIGLIORE DEI MONDI: il racconto di un giovane scienziato di inizio 900 che cerca di rivivere la relazione sentimentale da poco conclusa con la donna di cui è perdutamente innamorato. Per farlo viaggia indietro nel tempo e prova a deviare il corso di un destino che pare ineluttabile. Il brano, prodotto da Gian Flores, è accompagnato da un video diretto da Nicola Corradino che ne amplia i dettagli e gli scenari, concretizzando nei volti degli attori le emozioni di amore, rabbia, delusione e determinazione, in un piccolo viaggio tra tempo e spazio, dentro e fuori dalla mente del protagonista.

stream https://bfan.link/storie-d-amore-con-pioggia-e-altri-racconti-di-rovesci-e-temporali

Nelle 15 tracce le produzioni sono affidate ai beatmakers James Logan, Gian Flores, XxX Fila e Red Sinapsy, che caratterizzano il disco con un lavoro di produzione attento alle nuove sonorità urban e che dialoga spesso con gli strumenti. Gli ospiti al microfono, oltre alla corista Dia, sempre presente ai live, sono alcuni degli artisti conscious rap più noti come Rancore, Claver Gold nel brano già rilasciato, En?gma, Moder ma anche un veterano illustre come Inoki, un giovane talento come Mattak e uno dei maggiori esponenti italiani della scena reggae internazionale come Lion D. Agli scratch due turntablist di lungo corso: Dj Fastcut e Dj Caster. L’artwork di copertina è invece opera di Capitan Artiglio.

MURUBUTU ha annunciato anche le prime date del tour che lo riporterà sui palchi di tutta Italia. Se il 14 gennaio esce infatti STORIE DI AMORE CON PIOGGIA E ALTRI RACCONTI DI ROVESCI E TEMPORALI, il 5 marzo prenderà il via da Roma (Largo Venue) l’omonimo tour. MURUBUTU farà tappa con le sue Storie d’amore con pioggia poi a Pozzuoli, NA (Duel Club) il 18 marzo, a Firenze (Viper Theatre) il 26 marzo, a Bologna (Estragon) il 1 aprile, a Roncade, TV (New Age) il 22 aprile, a Milano (Alcatraz) il 23 aprile, a Torino (Hiroshima Mon Amour) il 6 maggio.

Un ritorno attesissimo dai fan e da MURUBUTU stesso, che per la prima volta avrà con lui sul palco una formazione di musicisti live: ableton, basso, chitarra, tromba e la voce di Dia, già presente in alcuni dei suoi lavori in studio.

Quello che parte a marzo racconta MURUBUTUnon è solo il tour per presentare il mio nuovo album dedicato alla pioggia ma è anche la realizzazione di un sogno che avevo da sempre: unire i beats agli strumenti. Per la prima volta un gruppo di musicisti mi accompagnerà dal vivo rendendo il mio suono più intenso e i miei racconti più vivi e più pulsanti che mai!

Il tour sarà quindi un’occasione per ascoltare i nuovi brani in una veste inedita, e rendere ancora completa l’esperienza del nuovo album STORIE DI AMORE CON PIOGGIA E ALTRI RACCONTI DI ROVESCI E TEMPORALI.

Le prevendite per il tour MURUBUTU – Storie d’amore con pioggia sono disponibili sul circuito Ticketone e nei punti vendita abilitati; per la data di Milano all’Alcatraz sul circuito Mailticket. Info biglietti e prevendite – Django Concerti: info@djangoconcerti.it

Sabato 5 marzo ROMA – LARGO VENUE
Venerdì 18 marzo POZZUOLI (NA) – DUEL CLUB
Sabato 26 marzo FIRENZE – VIPER THEATRE
Venerdì 1 aprile BOLOGNA – ESTRAGON
Venerdì 22 aprile RONCADE (TV) – NEW AGE
Sabato 23 aprile MILANO – ALCATRAZ
Venerdì 6 maggio TORINO – HIROSHIMA MON AMOUR

FB @MURUBUTU

Testo canzone Il migliore dei mondi  di Murubutu Prod: Gian Flores

Cosa guardi tanto tempo quando il cielo tuona?
Fra le nubi viola, io vedo qualcosa
Questo cielo quando cola perde qualche nota, na na na na
Si a quell’ora il cielo nero non piangeva ancora
tu passavi tutti i giorni con l’aria distratta
ti lanciai con la mia voce in volo qualche nota
che creò due cerchi enormi nei tuoi occhi d’acqua, dai
ma tu le nubi non le guardi mai, mai?
Ed io sentii arrivare qualche goccia….. veleggiavo nei tuoi occhi come un marinaio
incantato ora dal tropico della tua bocca
Bella e discinta che mi sembri dipinta
pioggia fitta sull’erba tu eterea, una ninfa
gocce di terra in questa eterna provincia
ricordi di perla persi nella clessidra
ehi….e tu cantavi quella melodia
che inseguiva in volo le falene
ed io volevo che tu fossi mia
tu inclinasti un poco il collo per dire: va bene
era un giorno a dicembre, la pioggia ed il vento
noi sotto un ombrello col sole lì dentro
mischiando i capelli: un frammento d’inverno
e il tempo era eterno e ci guardava in silenzio
e io ti feci una fotografia
in cui tu ridevi ed io guardavo
e suonavamo quella sinfonia: con le note mute e chiuse che produce un bacio
RIT: Quando pioverà sulla città, riapparirò come fosse magia
ma il giorno sai… in cui te ne andrai, riguarderò la tua fotografia
Sono caduti come petali i giorni dal mio calendario
provo a non perderti da secoli, per questo studio il viaggio spazio/tempo per aprire un varco
e il tempo è un riflesso del nostro universo e io ne ho già visto ogni pezzo, sequenza, segmento,
e c’è un futuro più bello, uno tremendo, uno stupendo
ma in ogni futuro diverso io comunque ti perdo, mi pento
e non accetto la parola addio, se piango note ed esce un pentagramma
e non esiste la parola oblio, il tempo viaggia a bassa quota su ali di farfalla
ma tu ogni volta mi cambi, ogni volta mi incanti, mi guardi e mi lasci
ed io che rincorro fra colpi e rimbalzi i tuoi occhi giganti che per il mio cuore sono il migliore dei mondi di Leibnitz
tu mi manchi…
sarà forse questa causa di tuoni e lampi
niente dedica romantica per tuoi rimpianti
leggi della crononautica per cuori infranti…
ciao…torno a guardare la fotografia
dove ti bacio col cielo in agguato
viaggio all’indietro e tu ritorni mia
poi riavvolgo soli e lune e ritorno da capo
RIT: Quando pioverà sulla città, riapparirò come fosse magia
ma il giorno sai… in cui te ne andrai, riguarderò la tua fotografia
io ti detto circa ti amo con ritmo circadiano
di di di da quanto ci incantiamo e ricadiamo, andiamo dai
sai quanto ho meditato che non ti meritavo
l’ho detto ogni meridiana su ogni meridiano
eh ma un cuore spezzato sai non si difende
tu hai mai dato un pezzo di cuore a chi non lo vuole?
quel pezzo è ormai perso e non si riprende e ovunque vada vaga nello spazio per sempre, per sempre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: