Italia SERIE TV Variety

Benvenuti Bambini Vitayemo ditey – RaiYoyo 44 Gatti, Brave Bunnies in lingua ucraina

Вітаємо дітей

Benvenuti Bambini

44 Gatti, Peppa Pig e Brave Bunnies in lingua ucraina

La Rai offre alle migliaia di bambini ucraini rifugiati di guerra in Italia la possibilità di vedere cartoni animati e programmi per ragazzi disponibili nella loro lingua.
Intitolato “Benvenuti bambiniВітаємо дітейin italiano e ucraino, l’insieme delle trasmissioni si potrà guardare da domani in una sezione speciale di RaiPlay. L’offerta verrà progressivamente arricchita.

La RAI vuole essere vicina alle famiglie ucraine che devono allontanarsi dal proprio Paese e dalle proprie case a causa dell’invasione delle truppe russe”, affermano la Presidente della Rai Marinella Soldi e l’Amministratore Delegato Carlo Fuortes. “Offrire programmi di qualità nella loro lingua servirà a favorire momenti di svago mentre bambini e ragazzi sono messi alla prova tra l’altro dal distacco dalle proprie abitudini”, hanno sottolineato Soldi e Fuortes.

44 Gatti

Si parte con tre grandi successi di Rai Yoyo: le 52 puntate della serie “Brave Bunnies”, i simpatici coniglietti coraggiosi ideati dallo studio Glowberry di Kiev, la più popolare serie dell’animazione ucraina; i famosi “44 Gatti”, il cartone italiano di maggiore successo degli ultimi anni; l’amatissima “Peppa Pig” con ben 104 puntate in lingua ucraina.

Brave Bunnies

Disponibili inoltre due film, tra i quali il popolare “Foster & Max” che racconta l’amicizia tra un ragazzo e un cane robot, e l’avventurosa serie Rai a cartoni animati “Farhat. Il principe del deserto”.

Questa prima offerta, a cui si aggiungeranno prossimamente altri titoli, è accompagnata da una selezione di cartoni animati senza dialoghi, tra i quali le popolari serie “Molang”, “One Love”, “Vlady e Mirò” e “Artoonic”.

La Rai ringrazia le case di produzione Kidsme, Rainbow, Betafilm, eOne e MondoTV, per le colonne sonore in ucraino, e le altre che aderiranno alla proposta di Rai Ragazzi di creare un’offerta dedicata ai bambini rifugiati nel nostro Paese.