Cinema Eventi Culturali Italia Variety

Biennale di Venezia – Mostra del Cinema ecco l’elenco dei titoli della 79ª edizione sono 56 i Paesi rappresentati

La Biennale di Venezia

79ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica
dal 31 agosto al 10 settembre 2022

Oggi alla conferenza stampa sono stati presentati i lungometraggi, cortometraggi, animazioni e serie TV per le sezioni: Venezia 79 (Concorso), Fuori Concorso, Orizzonti, Orizzonti Extra, Biennale College – Cinema. Sono 56 i Paesi rappresentati.

In apertura sono intervenuti Presidente della Biennale di Venezia Roberto Cicutto e il Direttore della 79. Mostra Alberto Barbera.

Viaggiare è per definizione sia un avvicinamento che un allontanamento (…) Mi chiedo se il senso del viaggio non sia in fondo più nel tornare, dopo aver preso le distanze per vedere meglio, o semplicemente per potere vedere.

Wim Wenders, L’atto di vedere, Meltemi Editore, Milano 2022

Intervento del Direttore Alberto Barbera:

”La consueta domanda – che riaffiora ad ogni rinnovato appuntamento festivaliero – su dove stia andando il cinema, non trova questa volta risposte semplici né scontate.
Non sembra in grado di dare responsi l’industria del cinema, lacerata al proprio interno da soggetti contrapposti e perlopiù arroccati su posizioni di difesa corporativistiche.
Non ne vengono a capo neppure i critici, non incerti tra apocalittici e integrati come si diceva un tempo, ma fra scettici delusi e ottimisti ad oltranza sul futuro di un’arte in troppo rapida trasformazione. Sembrano poco interessati a cercare una risposta anche gli artisti, preoccupati soprattutto di intercettare le tante risorse economiche da far impallidire persino il ricordo dell’epoca d’oro del cinema, per cimentarsi nella realizzazione di quanti più film possibile. A scapito, spesso, della qualità che non può non risentire della fretta, dell’accorciamento dei tempi di ripresa e produzione, del mancato sviluppo di sceneggiature che avrebbero bisogno di molta più cura per risultare adeguate e soddisfacenti.

Ma il tempo incalza, le piattaforme premono per nuovi contenuti, anche quei pochi Paesi ancora privi di tradizione cinematografica si affrettano a dotarsi di organismi e strutture destinate a favorirne lo sviluppo, il dibattito di corto respiro sulle cosiddette “finestre” e la prevalenza degli algoritmi lascia il tempo che trova, mentre la maggior parte dei titoli che aspirano ad una distribuzione in sala sono sospesi nel limbo di un’attesa spesso destinata a durare per sempre. Però i festival sono sempre più frequentati, e l’ansia di conquistare un posto al sole nell’agone da sempre temuto e rispettato, sembra indicare un futuro tutt’altro che privo di aspettative e risonanze.

Come non dare ragione a Francis Coppola che a 82 anni compiuti esprime una fiducia illimitata in un domani del cinema e nella sopravvivenza delle sale, dove il responso del pubblico regge la sfida del tempo sin dai tempi di Eschilo, Sofocle ed Euripide? La Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, che si appresta a celebrare i 90 anni dalla sua prima edizione la quale si svolse, lo ricordiamo, dal 6 al 21 agosto 1932 – è il riflesso di questo momento tormentato, percorso da tensioni di ogni tipo, sottoposto a una trasformazione in atto di cui si percepiscono le dimensioni telluriche ma di cui non è concesso di vedere il punto di approdo finale. Ammesso che ne esista uno, in un mondo sempre più fluido e soggetto a cambiamenti repentini e imprevedibili. In un programma più vario del consueto, dove autori affermati trovano posto accanto a registi in cerca di conferme e, soprattutto, a esordienti di talento che ambiscono ad un riconoscimento internazionale, prevale tuttora la sensazione che

il cinema voglia ancora cercare di confrontarsi col pensiero, con grandi temi e grandi interrogativi e con le relazioni profonde che legano gli individui tra loro, la forza dei sentimenti e della memoria e la capacità di spingere lo sguardo anche oltre l’orizzonte del presente”. Prendiamo a prestito le parole di Gian Piero Brunetta, estrapolate dall’opera monumentale che ricostruisce la storia della Mostra del Cinema, nel volume coedito per l’occasione da Marsilio e La Biennale di Venezia. Mille e duecento pagine che si leggono come un grande romanzo d’avventure, intrecciate (queste ultime) con le vicende politiche, sociali e di costume che hanno segnato l’Italia in questi nove decenni. Un regalo magnifico per un traguardo significativo, un viatico considerevole per un viaggio destinato a proseguire ben al di là di questa edizione. Che non ambisce ad essere ecumenica e tranquillizzante, ma interrogatoria e discutibile. Dice Nicola Lagioia che la letteratura ha una straordinaria capacità di “colmare la distanza (a volte enorme) che ci separa da noi stessi”. Sostituite la parola cinema a letteratura, e scoprirete che funziona ancora perfettamente. La Mostra del Cinema di Venezia è anche questo: l’invito ad un viaggio sorprendente, al termine del quale forse non saremo più gli stessi di prima.”

La Mostra per Paesi
Produzioni e coproduzioni dei film della Selezione ufficiale
elenco in ordine Alfabetico

ARABIA SAUDITA
HANGING GARDENS di AHMED YASSIN AL DARADJI (Orizzonti Extra)

ARGENTINA
ARGENTINA, 1985 di SANTIAGO MITRE (Venezia 79)
CAMARERA DE PISO (MAID) di LUCRECIA MARTEL (Fuori Concorso – Cortometraggi)
TRENQUE LAUQUEN di LAURA CITARELLA (Orizzonti)

AUSTRALIA
LOVE FOREVER di CLARE YOUNG (Orizzonti Cortometraggi)

AUSTRIA
VERA di TIZZA COVI, RAINER FRIMMEL (Orizzonti)

AZERBAIGIAN
BANU di TAHMINA RAFAELLA (Biennale College Cinema)

BELGIO
CHIARA di SUSANNA NICCHIARELLI (Venezia 79)
NAJSREЌNIOT ČOVEK NA SVETOT (THE HAPPIEST MAN IN THE WORLD) di TEONA STRUGAR MITEVSKA (Orizzonti)
THE FRUIT TREE di ISABELLE TOLLENAERE (Orizzonti Cortometraggi)

BOSNIA-ERZEGOVINA
NAJSREЌNIOT ČOVEK NA SVETOT (THE HAPPIEST MAN IN THE WORLD) di TEONA STRUGAR MITEVSKA (Orizzonti)

BULGARIA
SPRE NORD (TO THE NORTH) di MIHAI MINCAN (Orizzonti)

CANADA
DEAD FOR A DOLLAR di WALTER HILL (Fuori Concorso)
III di SALOMÉ VILLENEUVE (Orizzonti Cortometraggi)
L’ORIGINE DU MAL (ORIGIN OF EVIL) di SÉBASTIEN MARNIER (Orizzonti Extra)

CILE
BLANQUITA di FERNANDO GUZZONI (Orizzonti)

CROAZIA
NAJSREЌNIOT ČOVEK NA SVETOT (THE HAPPIEST MAN IN THE WORLD) di TEONA STRUGAR MITEVSKA (Orizzonti)

DANIMARCA
KAPAG WALA NANG MGA ALON (WHEN THE WAVES ARE GONE) di LAV DIAZ (Fuori Concorso)
MUSIC FOR BLACK PIGEONS di JØRGEN LETH, ANDREAS KOEFOED (Fuori Concorso)
RIGET EXODUS (THE KINGDOM EXODUS) (ep. 1-5) di LARS VON TRIER (Fuori Concorso – Series)
COPENHAGEN COWBOY di NICOLAS WINDING REFN (ep. 1-6) (Fuori Concorso – Series)
INNOCENCE di GUY DAVIDI (Orizzonti)
NAJSREЌNIOT ČOVEK NA SVETOT (THE HAPPIEST MAN IN THE WORLD) di TEONA STRUGAR MITEVSKA (Orizzonti)

EGITTO
SAHBETY (MY GIRLFRIEND) di KAWTHAR YOUNIS (Orizzonti Cortometraggi)
HANGING GARDENS di AHMED YASSIN AL DARADJI (Orizzonti Extra)

ESTONIA
KÖNE TAEVAST (CALL OF GOD) di KIM KI-DUK (Fuori Concorso)

FILIPPINE
KAPAG WALA NANG MGA ALON (WHEN THE WAVES ARE GONE) di LAV DIAZ (Fuori Concorso)
AUTOBIOGRAPHY di MAKBUL MUBARAK (Orizzonti)

FINLANDIA
INNOCENCE di GUY DAVIDI (Orizzonti)
PALIMPSEST di HANNA VÄSTINSALO (Biennale College Cinema)

FRANCIA
L’IMMENSITÀ di EMANUELE CRIALESE (Venezia 79)
SAINT OMER di ALICE DIOP (Venezia 79)
ATHENA di ROMAIN GAVRAS (Venezia 79)
LOVE LIFE di KÔJI FUKADA (Venezia 79)
UN COUPLE (A COUPLE) di FREDERICK WISEMAN (Venezia 79)
LES MIENS (OUR TIES) di ROSCHDY ZEM (Venezia 79)
LES ENFANTS DES AUTRES (OTHER PEOPLE’S CHILDREN) di REBECCA ZLOTOWSKI (Venezia 79)
KAPAG WALA NANG MGA ALON (WHEN THE WAVES ARE GONE) di LAV DIAZ (Fuori Concorso)
POUR LA FRANCE (FOR MY COUNTRY) di RACHID HAMI (Orizzonti)
SPRE NORD (TO THE NORTH) di MIHAI MINCAN (Orizzonti)
AUTOBIOGRAPHY di MAKBUL MUBARAK (Orizzonti)
LA SYNDICALISTE (THE SITTING DUCK) di JEAN-PAUL SALOMÉ (Orizzonti)
CHRISTOPHER AT SEA di TOM C J BROWN (Orizzonti Cortometraggi)
NOCOMODO di LOLA HALIFA-LEGRAND (Orizzonti Cortometraggi)
SNOW IN SEPTEMBER di LKHAGVADULAM PUREV-OCHIR (Orizzonti Cortometraggi)
NEZOUH di SOUDADE KAADAN (Orizzonti Extra)
L’ORIGINE DU MAL (ORIGIN OF EVIL) di SÉBASTIEN MARNIER (Orizzonti Extra)
BANU di TAHMINA RAFAELLA (Biennale College Cinema)
RAGTAG di GIUSEPPE BOCCASSINI (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)
JERRY SCHATZBERG, PORTRAIT PAYSAGE (JERRY SCHATZBERG, LANDSCAPE PORTRAIT) di PIERRE FILMON (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)
GODARD SEUL LE CINÉMA (GODARD CINEMA) di CYRIL LEUTHY (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)

GERMANIA
OBET’ (VICTIM) di MICHAL BLAŠKO (Orizzonti)
TRENQUE LAUQUEN di LAURA CITARELLA (Orizzonti)
AUTOBIOGRAPHY di MAKBUL MUBARAK (Orizzonti)
LA SYNDICALISTE (THE SITTING DUCK) di JEAN-PAUL SALOMÉ (Orizzonti)
RAGTAG di GIUSEPPE BOCCASSINI (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)

GIAPPONE
LOVE LIFE di KÔJI FUKADA (Venezia 79)
ARU OTOKO (A MAN) di KEI ISHIKAWA (Orizzonti)

GRECIA
SPRE NORD (TO THE NORTH) di MIHAI MINCAN (Orizzonti)

HONG KONG SAR
CHROMA 11 di TSANG TSUI-SHAN (Biennale College Cinema – VR)

INDONESIA
AUTOBIOGRAPHY di MAKBUL MUBARAK (Orizzonti)

IRAN
SHAB, DAKHELI, DIVAR (BEYOND THE WALL) di VAHID JALILVAND (Venezia 79)
KHERS NIST (NO BEARS) di JAFAR PANAHI (Venezia 79)
JANG-E JAHANI SEVOM (WORLD WAR III) di HOUMAN SEYYEDI (Orizzonti)
BI ROYA (WITHOUT HER) di ARIAN VAZIRDAFTARI (Orizzonti Extra)
BANU di TAHMINA RAFAELLA (Biennale College Cinema)

IRAQ
HANGING GARDENS di AHMED YASSIN ALDARADJI (Orizzonti Extra)

IRLANDA
THE BANSHEES OF INISHERIN di MARTIN MCDONAGH (Venezia 79)
THE GHOST OF RICHARD HARRIS di ADRIAN SIBLEY (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)

ISLANDA
INNOCENCE di GUY DAVIDI (Orizzonti)

ISRAELE
INNOCENCE di GUY DAVIDI (Orizzonti)
VALERIA MITHATENET (VALERIA IS GETTING MARRIED) di MICHAL VINIK (Orizzonti Extra)

ITALIA
IL SIGNORE DELLE FORMICHE di GIANNI AMELIO (Venezia 79)
L’IMMENSITÀ di EMANUELE CRIALESE (Venezia 79)
CHIARA di SUSANNA NICCHIARELLI (Venezia 79)
MONICA di ANDREA PALLAORO (Venezia 79)
THE MATCHMAKER di BENEDETTA ARGENTIERI (Fuori Concorso)
THE HANGING SUN di FRANCESCO CARROZZINI (Fuori Concorso)
SICCITÁ di PAOLO VIRZÌ (Fuori Concorso)

GLI ULTIMI GIORNI DELL’UMANITÀ – Enrico Ghezzi

GLI ULTIMI GIORNI DELL’UMANITÀ di ENRICO GHEZZI, ALESSANDRO GAGLIARDO (Fuori Concorso)
IN VIAGGIO di GIANFRANCO ROSI (Fuori Concorso)
A GUERRA FINITA di SIMONE MASSI (Fuori Concorso – Cortometraggi)
IN QUANTO A NOI di SIMONE MASSI (Fuori Concorso – Cortometraggi)
TI MANGIO IL CUORE di PIPPO MEZZAPESA (Orizzonti)
PRINCESS di ROBERTO DE PAOLIS (Orizzonti)
MANUALE DI CINEMATOGRAFIA PER DILETTANTI – VOL. I di FEDERICO DI CORATO (Orizzonti Cortometraggi)
TRIA – DEL SENTIMENTO DEL TRADIRE di GIULIA GRANDINETTI (Orizzonti Cortometraggi)
AMANDA di CAROLINA CAVALLI (Orizzonti Extra)
ZAPATOS ROJOS (RED SHOES) di CARLOS EICHELMANN KAISER (Orizzonti Extra)
NOTTE FANTASMA di FULVIO RISULEO (Orizzonti Extra)
COME LE TARTARUGHE di MONICA DUGO (Biennale College Cinema)
BANU di TAHMINA RAFAELLA (Biennale College Cinema)
MONO di CHIARA TROISI (Biennale College Cinema – VR)
RAGTAG di GIUSEPPE BOCCASSINI (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)
FRANCO ZEFFIRELLI, CONFORMISTA RIBELLE di ANSELMA DELL’OLIO (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)
SERGIO LEONE – L’ITALIANO CHE INVENTÒ L’AMERICA di FRANCESCO ZIPPEL (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)

KAZAKISTAN
GOLIATH di ADILKHAN YERZHANOV (Orizzonti Extra)
GORNYI LUK (MOUNTAIN ONION) di ELDAR SHIBANOV (Biennale College Cinema)

KIRGHIZISTAN
KÖNE TAEVAST (CALL OF GOD) di KIM KI-DUK (Fuori Concorso)

LETTONIA
KÖNE TAEVAST (CALL OF GOD) di KIM KI-DUK (Fuori Concorso)

MACEDONIA DEL NORD
NAJSREЌNIOT ČOVEK NA SVETOT (THE HAPPIEST MAN IN THE WORLD) di TEONA STRUGAR MITEVSKA (Orizzonti)

MALESIA
QING BIE GUA DUAN (PLEASE HOLD THE LINE) di CE DING TAN (Orizzonti Cortometraggi)

MESSICO
BARDO, FALSA CRÓNICA DE UNAS CUANTAS VERDADES (BARDO, FALSE CHRONICLE OF A HANDFUL OF TRUTHS) di ALEJANDRO G. IÑÁRRITU (Venezia 79)
CAMARERA DE PISO (MAID) di LUCRECIA MARTEL (Fuori Concorso – Cortometraggi)
BLANQUITA di FERNANDO GUZZONI (Orizzonti)
ZAPATOS ROJOS (RED SHOES) di CARLOS EICHELMANN KAISER (Orizzonti Extra)

MONGOLIA
SNOW IN SEPTEMBER di LKHAGVADULAM PUREV-OCHIR (Orizzonti)

NORVEGIA
ALT PÅN EN GANG (EVERYTHING AT ONCE) di HENRIK DYB ZWART (Orizzonti Cortometraggi)

NUOVA ZELANDA

immagine da Pearl – Actress Mia Goth

PEARL di TI WEST (Fuori Concorso)

PAESI BASSI
THE KIEV TRIAL di SERGEI LOZNITSA (Fuori Concorso)
ELELE di SJOERD VAN ACKER (Biennale College Cinema – VR)

PALESTINA
HANGING GARDENS di AHMED YASSIN AL DARADJI (Orizzonti Extra)

POLONIA
CHLEB I SOL (BREAD AND SALT) di DAMIAN KOCUR (Orizzonti)
AUTOBIOGRAPHY di MAKBUL MUBARAK (Orizzonti)

PORTOGALLO
KAPAG WALA NANG MGA ALON (WHEN THE WAVES ARE GONE) di LAV DIAZ (Fuori Concorso)
A NOIVA (THE BRIDE) di SÉRGIO TRÉFAUT (Orizzonti)

QATAR
AUTOBIOGRAPHY di MAKBUL MUBARAK (Orizzonti)

REPUBBLICA CECA
OBET’ (VICTIM) di MICHAL BLAŠKO (Orizzonti)
SPRE NORD (TO THE NORTH) di MIHAI MINCAN (Orizzonti)

ROMANIA
SPRE NORD (TO THE NORTH) di MIHAI MINCAN (Orizzonti)

RUSSIA
KÖNE TAEVAST (CALL OF GOD) di KIM KI-DUK (Fuori Concorso)

SINGAPORE
AUTOBIOGRAPHY di MAKBUL MUBARAK (Orizzonti)

SIRIA
NEZOUH di SOUDADE KAADAN (Orizzonti Extra)

SLOVACCHIA
OBET’ (VICTIM) di MICHAL BLAŠKO (Orizzonti)

SLOVENIA
NAJSREЌNIOT ČOVEK NA SVETOT (THE HAPPIEST MAN IN THE WORLD) di TEONA STRUGAR MITEVSKA (Orizzonti)

SPAGNA
EN LOS MÁRGENES (ON THE FRINGE) di JUAN DIEGO BOTTO (Orizzonti)

TAIPEI
POUR LA FRANCE (FOR MY COUNTRY) di RACHID HAMI (Orizzonti)

TURCHIA
RUTUBET (THE MOISTURE) di TURAN HASTE (Orizzonti Cortometraggi)

UCRAINA
FREEDOM ON FIRE: UKRAINE’S FIGHT FOR FREEDOM di EVGENY AFINEEVSKY (Fuori Concorso)
THE KIEV TRIAL di SERGEI LOZNITSA (Fuori Concorso)
LUXEMBOURG, LUXEMBOURG di ANTONIO LUKICH (Orizzonti)
VALERIA MITHATENET (VALERIA IS GETTING MARRIED) di MICHAL VINIK (Orizzonti Extra)

UGANDA
BOBI WINE GHETTO PRESIDENT di CHRISTOPHER SHARP, MOSES BWAYO (Fuori Concorso)

UK
THE ETERNAL DAUGHTER di JOANNA HOGG (Venezia 79)
THE BANSHEES OF INISHERIN di MARTIN MCDONAGH (Venezia 79)
THE SON di FLORIAN ZELLER (Venezia 79)
FREEDOM ON FIRE: UKRAINE’S FIGHT FOR FREEDOM di EVGENY AFINEEVSKY (Fuori Concorso)
THE HANGING SUN di FRANCESCO CARROZZINI (Fuori Concorso)
LIVING di OLIVER HERMANUS (Fuori Concorso)
BOBI WINE GHETTO PRESIDENT di CHRISTOPHER SHARP, MOSES BWAYO (Fuori Concorso)
LOOK AT ME di SALLY POTTER (Fuori Concorso – Cortometraggi)
EN LOS MÁRGENES (ON THE FRINGE) di JUAN DIEGO BOTTO (Orizzonti)
HANGING GARDENS di AHMED YASSIN AL DARADJI (Orizzonti Extra)
NEZOUH di SOUDADE KAADAN (Orizzonti Extra)
THE GHOST OF RICHARD HARRIS di ADRIAN SIBLEY (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)

USA
THE WHALE di DARREN ARONOFSKY (Venezia 79)
WHITE NOISE di NOAH BAUMBACH (Venezia 79)
BLONDE di ANDREW DOMINIK (Venezia 79)
TÁR di TODD FIELD (Venezia 79)
BONES AND ALL di LUCA GUADAGNINO (Venezia 79)
THE ETERNAL DAUGHTER di JOANNA HOGG (Venezia 79)
THE BANSHEES OF INISHERIN di MARTIN MCDONAGH (Venezia 79)
ARGENTINA, 1985 di SANTIAGO MITRE (Venezia 79)
MONICA di ANDREA PALLAORO (Venezia 79)
ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED di LAURA POITRAS (Venezia 79)
UN COUPLE (A COUPLE) di FREDERICK WISEMAN (Venezia 79)
FREEDOM ON FIRE: UKRAINE’S FIGHT FOR FREEDOM di EVGENY AFINEEVSKY (Fuori Concorso)
DEAD FOR A DOLLAR di WALTER HILL (Fuori Concorso)
A COMPASSIONATE SPY di STEVE JAMES (Fuori Concorso)
DREAMIN’ WILD di BILL POHLAD (Fuori Concorso)
MASTER GARDENER di PAUL SCHRADER (Fuori Concorso)
BOBI WINE GHETTO PRESIDENT di CHRISTOPHER SHARP, MOSES BWAYO (Fuori Concorso)
NUCLEAR di OLIVER STONE (Fuori Concorso)

immagine da Nuclear

PEARL di TI WEST (Fuori Concorso)
DON’T WORRY DARLING di OLIVIA WILDE (Fuori Concorso)

immagine da Don’t worry Darling con Harry Styles

LOOK AT ME di SALLY POTTER (Fuori Concorso – Cortometraggi)
CHRISTOPHER AT SEA di TOM C J BROWN (Orizzonti Cortometraggi)
DESPERATE SOULS, DARK CITY AND THE LEGEND OF MIDNIGHT COWBOY di NANCY BUIRSKI (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)
FRAGMENTS OF PARADISE di K.D. DAVISON (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)
BONNIE di SIMON WALLON (Venezia Classici – Documentari sul Cinema)

Elenco dei titoli in Concorso
VENEZIA 79
(in ordine alfabetico per regista)

WHITE NOISE – FILM DI APERTURA
di NOAH BAUMBACH
con Adam Driver, Greta Gerwig, Don Cheadle, Raffey Cassidy, Sam Nivola, May Nivola, Jodie Turner-Smith, André L. Benjamin e Lars Eidinger/ USA / 136’

IL SIGNORE DELLE FORMICHE
di GIANNI AMELIO
con Luigi Lo Cascio, Elio Germano, Leonardo Maltese, Sara Serraiocco / Italia / 134’

THE WHALE

THE WHALE – Director Darren Aronofsky

di DARREN ARONOFSKY
con Brendan Fraser, Sadie Sink, Hong Chau, Samantha Morton, Ty Simpkins / USA / 117’

L’IMMENSITÀ

L’IMMENSITÀ – Actress Penélope Cruz (Credits Angelo Turetta)

di EMANUELE CRIALESE
con Penélope Cruz, Luana Giuliani, Vincenzo Amato, Patrizio Francioni / Italia, Francia / 97’

SAINT OMER
di ALICE DIOP
con Kayije Kagame, Guslagie Malanda, Valérie Dréville, Aurélia Petit / Francia / 122’

BLONDE (la storia di Marilyn Monroe)

Blonde. Ana de Armas as Marilyn Monroe. Cr. Netflix © 2022

di ANDREW DOMINIK
con Ana de Armas, Adrien Brody, Bobby Cannavale, Xavier Samuel, Julianne Nicholson, Lily Fisher / USA / 165’

TÁR

Todd Field’s TÁR will have its world premiere at the Venice International Film Festival. Cate Blanchett stars as Lydia Tár in director Todd Field’s TÁR, a Focus Features release. Credit: Florian Hoffmeister / Focus Features

di TODD FIELD
con Cate Blanchett, Noémie Merlant, Nina Hoss, Sophie Kauer, Julian Glover, Allan Corduner, Mark Strong / USA / 158’

LOVE LIFE

immagine da Love Life

di KÔJI FUKADA
con Fumino Kimura, Kento Nagayama, Atom Sunada / Giappone, Francia / 123’

BARDO, FALSA CRÓNICA DE UNAS CUANTAS VERDADES (BARDO, FALSE CHRONICLE OF A HANDFUL OF TRUTHS)

Bardo immagine (Netflix)

di ALEJANDRO G. IÑÁRRITU
con Daniel Giménez Cacho, Griselda Siciliani, Ximena Lamadrid, Iker Sanchez Solano, Andrés Almeida, Francisco Rubio / Messico

ATHENA
di ROMAIN GAVRAS
con Dali Benssalah, Sami Slimane, Anthony Bajon, Ouassini Embarek, Alexis Manenti / Francia / 97’

BONES AND ALL

Taylor Russell (left) as Maren and Timothée Chalamet (right) as Lee in BONES AND ALL, directed by Luca Guadagnino, a Metro Goldwyn Mayer Pictures film. Credit: Yannis Drakoulidis / Metro Goldwyn Mayer Pictures © 2022 Metro-Goldwyn-Mayer Pictures Inc. All Rights Reserved.

di LUCA GUADAGNINO
con Taylor Russell, Timothée Chalamet, Mark Rylance, André Holland, Chloë Sevigny, Jessica Harper, David Gordon Green, Michael Stuhlbarg, Jake Horowitz / USA / 130’

THE ETERNAL DAUGHTER
di JOANNA HOGG
con Tilda Swinton, Joseph Mydell, Carly-Sophia Davies / UK, USA / 96’

SHAB, DAKHELI, DIVAR (BEYOND THE WALL)
di VAHID JALILVAND
con Navid Mohammadzadeh, Diana Habibi, Amir Aghaee / Iran / 126’

THE BANSHEES OF INISHERIN
di MARTIN MCDONAGH
con Colin Farrell, Brendan Gleeson, Kerry Condon, Barry Keoghan / Irlanda, UK, USA / 109’

ARGENTINA, 1985

ARGENTINA, 1985 – Ricardo Darín and Peter Lanzani (Credits Amazon Studios – La Unión de los Ríos – Kenya Films – Infinity Hill – Ph Lina Etchesuri)

di SANTIAGO MITRE
con Ricardo Darín, Peter Lanzani, Alejandra Flechner, Norman Briski / Argentina, USA / 140’

CHIARA
di SUSANNA NICCHIARELLI
con Margherita Mazzucco, Andrea Carpenzano, Carlotta Natoli, Paola Tiziana Cruciani, Luigi Lo Cascio / Italia, Belgio / 106’ 

MONICA
di ANDREA PALLAORO
con Trace Lysette, Patricia Clarkson, Adriana Barraza, Emily Browning, Joshua Close / USA, Italia / 106’

KHERS NIST (NO BEARS)
di JAFAR PANAHI
con Jafar Panahi, Naser Hashemi, Vahid Mobaseri, Bakhtiar Panjeei, Mina Kavani, Reza Heydari / Iran / 106’

ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED
di LAURA POITRAS
USA / 113’

UN COUPLE (A COUPLE)
di FREDERICK WISEMAN
con Nathalie Boutefeu / Francia, USA / 63’

THE SON
di FLORIAN ZELLER
con Hugh Jackman, Laura Dern, Vanessa Kirby, Zen McGrath, Anthony Hopkins, Hugh Quarshie / UK / 123’

LES MIENS (OUR TIES)
di ROSCHDY ZEM
con Sami Bouajila, Roschdy Zem, Meriem Serbah, Maïwenn, Rachid Bouchareb, Abel Jafrei, Nina Zem / Francia / 85’

LES ENFANTS DES AUTRES (OTHER PEOPLE’S CHILDREN)
di REBECCA ZLOTOWSKI
con Virginie Efira, Roschdy Zem, Chiara Mastroianni, Callie Ferreira / Francia / 104’

Rocío Muñoz Morales condurrà le serate di apertura e chiusura della
79. Mostra del Cinema di Venezia

L’attrice e conduttrice Rocío Muñoz Morales condurrà le serate di apertura e di chiusura della 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, diretta da Alberto Barbera.
Rocío Muñoz Morales aprirà la 79. Mostra nella serata di mercoledì 31 agosto 2022, sul palco della Sala Grande (Palazzo del Cinema al Lido) in occasione della cerimonia di inaugurazione, e guiderà la cerimonia di chiusura sabato 10 settembre, in occasione della quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali della 79. Mostra.

Rocío Muñoz Morales nasce a Madrid nel 1988. È un’attrice, conduttrice ed ex modella. Dopo aver mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo in giovane età come ballerina professionista, studia per diventare attrice e debutta in alcune serie per la televisione spagnola. Nel 2012 fa il suo debutto nel cinema italiano nel film di Paolo Genovese Immaturi – Il viaggio e dal 2013 è la protagonista femminile della fortunata serie Un passo dal cielo in onda su Rai1. Lo stesso anno affianca Carlo Conti nella conduzione del 65° Festival di Sanremo durante le cinque serate, e nel 2015 è la protagonista del film Tango per la libertà di Alberto Negrin in onda su Rai1. L’anno successivo è nel cast del film internazionale All Roads Lead To Rome con Sarah Jessica Parker (2016).

Rocío Muñoz Morales

Tornata al cinema italiano, recita nelle commedie Natale da chef di Neri Parenti (2017) e Tu mi nascondi qualcosa di Giuseppe Loconsole (2018). Rocío Muñoz Morales alterna il suo lavoro di attrice in Italia a una carriera che procede parallelamente in Spagna. Conduce per TVE1 l’edizione 2018 di Bailando con las estrellas e nei due anni consecutivi è la presentatrice della lunga maratona televisiva della notte di Capodanno, trasmesse sempre sul primo canale spagnolo TVE1. Sono numerose le campagne pubblicitarie che la vedono come testimonial in questi anni. Nel 2017 avviene l’esordio teatrale in Italia con lo spettacolo Certe notti, a cui sono seguiti Dì che ti manda Picone (2018), Love Letters (2019), Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo Squartatore (2020), Parlami d’amore Mariù (2021) e Fiori d’acciaio (2022).
Nel 2021 è al cinema nel film in lingua inglese They Talk To Me uscito successivamente su Prime Video e nella commedia di Enrico Vanzina Tre sorelle.

A maggio 2022 sarà al centro della serie tv Mediaset Giustizia per tutti di Maurizio Zaccaro e nel film per Sky (Im)perfetti criminali di Alessio Maria Federici. Prossimamente la vedremo in due film di produzioni indipendenti: Uomini da marciapiede di Francesco Albanese per RaiCinema e Troppa famiglia di Pierluigi Di Lallo. Volto amato dalla moda e dalla TV, Rocío è spesso ospite di programmi di successo e ha anche condotto una delle puntate delle Le iene su Italia1. E’ un’attrice naturalizzata italiana, amata non solo per la sua eleganza e per la sua bellezza ma anche per la professionalità e l’amore con i quali affronta ogni suo progetto.

Gli sponsor della 79. Mostra

La 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia si realizza anche grazie al supporto e all’impegno di un qualificato gruppo di aziende di elevato prestigio internazionale. Quest’anno accogliamo nuove realtà che si aggiungono alle altre che la Mostra può vantare da anni. Aziende che La Biennale di Venezia ringrazia anche per il contributo che danno alle attività varie che animano la manifestazione.

I main sponsor della 79. Mostra sono Campari, Armani Beauty, Cartier e Mastercard.

Campari è main sponsor della Mostra del Cinema di Venezia dal 2018.  Avendo come filo conduttore tutto ciò che nasce dalla passione e dalla creatività, il brand presenterà una serie di appuntamenti per favorire il dialogo tra talenti affermati ed emergenti del grande schermo, accompagnando i momenti più esclusivi della Mostra. Inoltre, il brand conferma Campari Boat – In Cinema, la spettacolare installazione sull’acqua presso l’Arsenale di Venezia, e il premio ufficiale Camp​ari Passion for Film Award, volto a valorizzare il contributo che i collaboratori del regista offrono al compimento di ciascun film. 

Per il quinto anno consecutivo Armani Beauty è tra i main sponsor della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Armani Beauty  offrirà un servizio make-up agli ospiti della Mostra, tra cui i VIP che sfileranno sul red carpet. Quest’anno, il marchio celebra il suo rossetto a lunga tenuta, LIP POWER e l’iconico LUMINOUS SILK FOUNDATION, il segreto meglio custodito dai makeup artist.

Per il secondo anno la Maison Cartier è main sponsor della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, contribuendo allo stesso tempo a sostenere la produzione del cinema contemporaneo e a celebrare il talento, la creatività e le emozioni. Nell’ambito di questa collaborazione con la Biennale di Venezia, la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica e Cartier rendono omaggio a registi d’eccezione attraverso il Cartier Glory to the Filmmaker Award, dedicato ad una personalità che abbia apportato notevoli innovazioni nell’industria del cinema contemporaneo

Mastercard è main sponsor e official card della Mostra per il sesto anno consecutivo, confermando anche in Italia l’affinità con il cinema. Mastercard connette i consumatori alle loro passioni attraverso esperienze priceless, creando momenti e sorprese esclusive per i propri partner e possessori di carte. 

Lexus è per il sesto anno consecutivo Auto Ufficiale della Biennale Cinema 2022, rafforzando ulteriormente il legame che unisce il brand premium del Gruppo Toyota al mondo del cinema. Al Lido spazio all’eccellenza e all’innovazione con l’anteprima nazionale del Nuovo Lexus RX, ultimo gioiello elettrificato del brand, e la completa gamma Lexus Electrified che accompagnerà le celebrità sul Red carpet: dal crossover 100% elettrico UX 300e alla raffinata LC Convertible.

RAI è Main Broadcaster della 79. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con Rai Movie TV Ufficiale del Festival. Il Servizio Pubblico è da sempre al fianco della Biennale di Venezia, per raccontare la Mostra, i personaggi e le storie che rendono il Festival unico al mondo. Rai Movie si conferma TV ufficiale della Mostra e trasmetterà i red carpet, i tv call, le conferenze stampa e le Cerimonie di Apertura e di Chiusura.

Vivendi, leader globale nel settore dei contenuti, dei media e della comunicazione si unisce alla Biennale di Venezia come sponsor per i prossimi tre anni della  Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e della Biennale College Cinema. Attraverso la sua raison d’être Creation Unlimited Vivendi rivela i talenti e le idee in nome di una creazione plurale, inclusiva ed originale. L’Italia è un Paese chiave per Vivendi, che intende continuare ad investire nella cultura italiana e a sviluppare le proprie attività nel Paese.

Moët & Chandon, da 11 anni sponsor della Mostra, conferma il suo legame indissolubile con la settima arte e firma con Moët Impérial, lo Champagne che da più di 150 anni è il fiore all’occhiello della Maison, i brindisi delle celebrazioni del grande Cinema insieme alle star, registi e ospiti d’eccellenza.

Repower, operatore elettrico internazionale, rinnova il suo sostegno alla 79. Mostra mettendo a disposizione il suo ecosistema di mobilità elettrica: da Repowere, una delle prime barche 100% full electric, a DINA, la novità di questa edizione, una rastrelliera che ricarica le e-bike, proseguendo con PALINA, lo strumento di ricarica di design, passando per due compassi d’oro al LAMBROgino, il cargobike a pedalata assistita, E-LOUNGE la panchina per la ricarica intelligente sempre per e-bike. 

Thélios, l’esperto di occhiali del gruppo leader mondiale nel lusso LVMH, è lieto di annunciare il suo ingresso tra gli sponsor a supporto della 79. Mostra. Cinema e occhiali sono sempre stati un binomio perfetto, accomunati dalla stessa passione per dare alle persone una visione del mondo. Il fulcro della sua presenza al Festival sarà la Suite Thélios, situata presso l’Hotel Excelsior, un esclusivo salone di accoglienza e showroom.

Completano la squadra delle aziende al fianco della Mostra, UPS, Major Events Media e Canon che fornirà la consueta assistenza ai fotografi accreditati, Radio Italia, la radio ufficiale della Mostra e Cinemeccanica.


https://t.me/musicaestcom