concerti Italia Musica Sinfonica Variety

Teatro Comunale di Bologna – il grande pianista Evgeny Kissin torna protagonista

L’ATTESO RITORNO DI

EVGENY KISSIN

A BOLOGNA

Bologna Festival, Fondazione Musica Insieme e Teatro Comunale di Bologna per la prima volta uniti per un concerto straordinario con il grande pianista, che interpreta il KV 488 di Mozart per il suo debutto con l’Orchestra del Comunale

A dieci anni dal suo ultimo recital bolognese, il grande pianista Evgeny Kissin torna protagonista nel capoluogo emiliano per un concerto straordinario in programma sabato 5 novembre alle 20.30 all’Auditorium Manzoni. A proporlo tre fra le più importanti istituzioni musicali cittadine, unite per la prima volta: Associazione Bologna Festival Onlus, Fondazione Musica Insieme e Teatro Comunale di Bologna.

L’occasione vede il debutto di Kissin con l’Orchestra del Comunale interpretando uno dei concerti per pianoforte e orchestra più celebri e amati dal pubblico di tutte le epoche: il n. 23 in la maggiore KV 488 di Wolfgang Amadeus Mozart, pagina che segnò l’ultima apparizione del Salisburghese al Burgtheater di Vienna come compositore e interprete delle proprie musiche. Scritto nel 1786 al termine di un biennio particolarmente fecondo per Mozart, che lo vide ultimare Le nozze di Figaro e firmare ben dodici concerti, il KV 488 lascia emergere in particolare il timbro dei clarinetti, recente scoperta dell’autore, assumendo tratti sempre più personali rispetto alle forme consuete e al tradizionale trattamento dell’orchestra.

«Quando salgo sul palco per suonare il mio stato d’animo è lo stesso oggi di quando ero bambinocommenta a Bologna il pianista Evgeny Kissin –. Credo che la musica sia uno dei doni più meravigliosi che abbiamo su questa terra, ed è questo che voglio condividere. Da quando è scoppiata la guerra in Ucrainaprosegue Kissinad ogni mio recital eseguo come bis la Polonaise in la bemolle maggiore di Chopin, perché il compositore la scrisse quando la Polonia si era liberata dall’invasione russa. È questo il mio modo di essere solidale con il popolo ucraino. A causa di una tendinite, non potrò eseguirla qui a Bologna, né come sapete eseguirò il “Rach3”, ma dopo il Concerto di Mozart desidero offrire al pubblico un paio di brani fuori programma: il Rondò in re maggiore di Mozart e il Secondo Scherzo di Chopin».

Ex enfant-prodige di origini ucraine da parte di madre e bielorusse da parte di padre, nato a Mosca nell’ottobre del 1971, Evgeny Kissin è oggi un pianista di riferimento nel panorama internazionale: vincitore di due Grammy Awards nel 2006 e 2010, vanta collaborazioni prestigiose come quelle con i Berliner Philharmoniker e Herbert von Karajan, con la London Symphony Orchestra e Valery Gergiev e con la New York Philharmonic e Zubin Mehta.

Direttore d’Orchestra Radu Paponiu

Sul podio bolognese debutta in Italia il rumeno Radu Paponiu, Direttore Associato della Naples Philharmonic Orchestra, Direttore Stabile della Naples Youth Philharmonic Orchestra e Direttore Stabile presso la Southwest Florida Symphony Orchestra, che propone anche la Sinfonia n. 8 in sol maggiore op. 88 di Antonín Dvořák. Diretta dallo stesso compositore ceco a Praga nel 1890, con il suo penultimo lavoro sinfonico Dvořák intendeva «scrivere un’opera diversa da tutte le altre Sinfonie, con idee personali e lavorate in modo nuovo» per cercare di emanciparsi, con la sua Ottava, dal modello tedesco.

È inoltre in programma una prova aperta dedicata alle scuole venerdì 4 novembre alle ore 18 sempre all’Auditorium Manzoni.

«Ci voleva una particolare congiuntura perché tre importanti istituzioni musicali unissero le loro forze per creare finalmente una proposta condivisa per il pubblico della nostra cittàdice Maddalena da Lisca, Sovrintendente e Direttore artistico di Bologna Festival –. La riprogrammazione del concerto di Kissin al Bologna Festival, dopo che il Covid lo aveva spazzato via dal calendario di due anni fa, la disponibilità del maestro a presenziare questa volta in un concerto sinfonico e la sua consolidata relazione con gli amici di Musica Insieme sono alla base di questa collaborazione che ci vede uniti attorno ad uno dei più acclamati pianisti viventi. A questo appuntamento, assai atteso, Kissin si presenterà con il Concerto KV 488 di Mozart, tra i capolavori del repertorio pianistico per orchestra, e con qualche fuori programma di cui è sempre generosissimo con il suo pubblico. Sono felice che il pubblico delle tre diverse istituzioni coinvolte si ritrovi per questa occasione, riunito nella sala del Manzoni sotto l’egida di uno dei massimi artisti di oggi».

«Sono molto lieta che questa collaborazione con Bologna Festival e Teatro Comunale di Bologna consenta di accogliere nuovamente nella nostra città Evgeny Kissin nell’unica data italiana prevista per il 2022, a 10 anni esatti dalla sua ultima performance bolognese e per la prima volta insieme all’Orchestra del nostro Teatrocommenta Alessandra Scardovi, Presidente di Musica Insieme –. Kissin è stato ben otto volte ospite delle stagioni di Musica Insieme fin dal suo debutto per il nostro cartellone nel 1994, quando, proprio al Teatro Comunale, regalò al pubblico la bellezza di sedici bis, interrotto solamente dal diktat dei Vigili del Fuoco… praticamente un secondo concerto! Il senso di condivisione noi di Musica Insieme lo abbiamo impresso nel nostro nome, e unirsi sinergicamente per offrire alla città un artista di questo calibro mi fa desiderare di riassumere questo progetto prezioso in un’unica parola: KISSINERGIA».

«Contribuiamo con piacere a un progetto che vede coinvolto un grande artista come Evgeny Kissin mettendo a disposizione l’Orchestra del nostro Teatro, nell’ottica di una sua ulteriore valorizzazione nel contesto cittadinochiosa il Sovrintendente del Comunale Fulvio Macciardi –. Concerti come questo arricchiscono l’offerta musicale per il pubblico bolognese, già ampia e di alto livello, confermando che le strategie condivise tra le istituzioni del territorio possono portare a ottimi risultati».

Il concerto è realizzato grazie al sostegno di Banca di Bologna e con il contributo di Alfasigma, Confindustria Emilia Area Centro e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

«Il concerto di Kissin rappresenta per la città un prestigioso appuntamento artistico – dice Alberto Ferrari, Direttore Generale di Banca di Bologna che nasce dalla collaborazione di tre istituzioni con cui la nostra realtà collabora da tempo. Sostenere questa iniziativa rappresenta per noi un’ulteriore occasione per promuovere la cultura, la musica e lo spettacolo sul nostro territorio».

Ultimi biglietti disponibili acquistabili online su Vivaticket e nei punti vendita del circuito, incluso Bologna Welcome in Piazza Maggiore 1/E nei seguenti orari: dal lunedì al sabato ore 9-18. Tel. 051 6583111. Il giorno del concerto biglietti in vendita presso l’Auditorium Manzoni a partire dalle ore 18. Riduzioni per Under 35 e Abbonati Bologna Festival, Musica Insieme, Teatro Comunale di Bologna.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: