Eventi Culturali Italia Programmi TV Variety

Comitato Olimpico Internazionale – ha asseganto all’EBU i diritti televisivi in chiaro

Comitato Olimpico Internazionale

ha asseganto
all’EBU i diritti televisivi in chiaro

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha annunciato oggi che tutti i diritti media in Europa per i quattro Giochi Olimpici nel periodo 2026-2032 sono stati assegnati alla European Broadcasting Union (EBU) e alla Warner Bros. Discovery.

A seguito del lancio di una gara d’appalto da parte del CIO, EBU e Warner Bros. Discovery hanno presentato un’offerta congiunta per l’acquisizione di tutti i diritti media in 49 territori in Europa* per i XXV Giochi Olimpici Invernali Milano Cortina 2026, i Giochi della XXXIV Olimpiade Los Angeles 2028 , i XXVI Giochi Olimpici Invernali nel 2030, e i Giochi della XXXV Olimpiade Brisbane 2032, nonché per i Giochi Olimpici Giovanili nel periodo.

XXV Giochi Olimpici Invernali Milano Cortina 2026

Il presidente del CIO Thomas Bach ha dichiarato: Siamo lieti di aver raggiunto un accordo a lungo termine con due delle principali società di media del mondo. L’EBU e i suoi membri forniscono un’esperienza di trasmissione senza precedenti e una portata in tutta Europa e Warner Bros. Discovery, attraverso la recente combinazione di Warner Media e Discovery, rappresenta una delle più grandi società di media e intrattenimento del mondo in tutti i generi di programmazione e piattaforme. Dimostra il fascino in corso dei Giochi Olimpici in tutta Europa.

Poiché il CIO ridistribuisce il 90% dei ricavi che genera, questo accordo a lungo termine fornisce anche stabilità finanziaria fondamentale al più ampio movimento sportivo e, in ultima analisi, sostiene gli atleti stessi“.

La prima partnership del CIO con l’EBU e i suoi membri risale al 1956. Nel 2015, il CIO ha collaborato con Warner Bros. Discovery in tutta Europa per i Giochi Olimpici 2018-2024.

Giochi della XXXIV Olimpiade Los Angeles 2028

Questo nuovo accordo garantisce la copertura in chiaro dei Giochi attraverso la rete di emittenti di servizio pubblico dell’EBU, la maggior parte delle quali ha continuato a coprire i Giochi Olimpici negli ultimi tre Giochi in collaborazione con il CIO e Warner Bros. Discovery.

A partire dal 2026, l’EBU deterrà i diritti in chiaro su piattaforme televisive e digitali. Ogni membro EBU trasmetterà più di 200 ore di copertura dei Giochi Olimpici e almeno 100 ore dei Giochi Olimpici Invernali in TV con un’ampia gamma di copertura radiofonica, live streaming e reportage su web, app e piattaforme di social media.

Accogliendo con favore l’accordo, Delphine Ernotte Cunci, presidente dell’EBU e amministratore delegato di France Télévisions, ha dichiarato: Siamo orgogliosi di aver garantito al pubblico i Giochi Olimpici in chiaro fino al 2032. Questo accordo è un punto di svolta per il pubblico al servizio dei media e dimostra la forza e la solidarietà costanti della nostra Unione.Attraverso i suoi membri, l’EBU ha il potenziale per raggiungere oltre 1 miliardo di spettatori in tutta Europa tramite piattaforme lineari e non lineari. Ed è per questo che sono così felice di dare il benvenuto a questa partnership con il CIO e Warner Bros. Discovery, che garantirà che i Giochi siano disponibili per il pubblico più vasto possibile in tutta Europa.

L’EBU e i suoi membri coprono un’ampia varietà di sport olimpici durante tutto l’anno – dall’atletica alla ginnastica artistica, dal biathlon al nuoto – portando un vasto pubblico all’intera gamma di eventi, dai campionati mondiali a quelli europei, eventi multisport e campionati nazionali.

I *membri EBU continueranno a raccontare la storia degli atleti olimpici tutto l’anno su più piattaforme e in più formati con documentari, copertura dietro le quinte e promozione attraverso i loro canali.

Noel Curran, direttore generale dell’EBU, ha aggiunto: Lo sport dovrebbe essere per tutti. Abbiamo bisogno dei media di servizio pubblico per riunire il pubblico per godersi i grandi momenti nazionali, per ispirare la prossima generazione di atleti e per far crescere la base di fan per gli sport nuovi ed emergenti.

Giochi della XXXV Olimpiade Brisbane 2032

Nessun altro marchio multimediale può garantire così tanta esposizione multipiattaforma a così tante persone. Questo accordo evidenzia solo l’incredibile potere dei media di servizio pubblico quando ci uniamo tutti.

Per Warner Bros. Discovery, l’annuncio di oggi estende la sua posizione di “Home of the Olympics” in Europa e segue la crescita record di pubblico e spettatori digitali negli ultimi tre Giochi Olimpici, con i Giochi Olimpici di Parigi 2024 in vista. In base al nuovo accordo, continuerà a essere l’unico luogo in cui presentare “every moment” dei Giochi sulle sue piattaforme di streaming e digitali**, come il suo principale servizio di streaming sportivo e di intrattenimento discovery+, e a detenere tutti i diritti di pay-TV, anche per i suoi canali Eurosport di proprietà e gestiti.

La Warner Bros. Discovery e l’EBU hanno una lunga storia di collaborazione per fornire una copertura complementare dei principali eventi sportivi, più recentemente con gli eventi della Coppa del mondo e del Campionato del mondo dell’Unione internazionale di biathlon, oltre a una serie di eventi sportivi estivi tra cui i Campionati mondiali di atletica leggera e le gare ciclistiche del Tour de France e La Vuelta Grand Tour.

Commentando la prosecuzione della loro partnership con il CIO, Andrew Georgiou, Presidente e Amministratore Delegato, Warner Bros. Discovery Sports Europe, ha dichiarato: In qualità di ‘Sede delle Olimpiadi in Europa’ per gli ultimi tre Giochi Olimpici, siamo lieti di essere estendere il nostro rapporto con il CIO fino al 2032. In vista di quelli che promettono di essere i magnifici Giochi Olimpici di Parigi 2024, siamo lieti che Warner Bros. Discovery rimarrà l’unico posto in cui i fan potranno godersi ogni momento delle seguenti quattro Olimpiadi.

Siamo grati di collaborare con l’EBU e i suoi membri nella fase successiva del nostro viaggio olimpico, estendendo il nostro impegno preso insieme al CIO nel 2015 per raggiungere più persone attraverso una copertura ampia e accessibile. Gli spettatori di tutta Europa continueranno ad avere un’ampia scelta e la possibilità di accedere ai Giochi su più piattaforme, ponendo una base eccezionale per costruire sul pubblico record e sul coinvolgimento offerto all’Europa negli ultimi tre Giochi.

Nelle ultime tre edizioni dei Giochi, Warner Bros. Discovery ha supervisionato le partnership di trasmissione con oltre 45 partner in chiaro e membri EBU per garantire un ampio accesso ai Giochi. Insieme alle sue piattaforme, questo ha portato a un pubblico record, poiché 372 milioni di persone in tutta Europa hanno partecipato ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, 175 milioni dei quali lo hanno fatto sulle piattaforme di Warner Bros. Discovery come discovery+, mentre il numero di europei che ha visitato le sue piattaforme per i Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022 – 156 milioni – è stato oltre 19 volte superiore alla precedente edizione dei Giochi Invernali.

*Note:

*Albania, Andorra, Armenia, Austria, Azerbaijan, Belgium, Bosnia and Herzegovina, Bulgaria, Croatia, Cyprus, Czech Republic, Denmark, Estonia, Finland, France, Georgia, Germany, Greece, Hungary, Iceland, Ireland, Israel, Italy, Kosovo, Latvia, Liechtenstein, Lithuania, Luxembourg, North Macedonia, Malta, Moldova, Monaco, Montenegro, Netherlands, Norway, Poland, Portugal, Romania, San Marino, Serbia, Slovakia, Slovenia, Spain, Sweden, Switzerland, Turkey, United Kingdom, Ukraine and Vatican City State.

** ‘Every moment’ exclusive: Albania, Andorra, Armenia, Austria, Azerbaijan, Belgium, Bosnia and Herzegovina, Bulgaria, Croatia, Cyprus, Czechia, Estonia, France, Georgia, Greece, Iceland, Ireland, Israel, Italy, Kosovo, Latvia, Liechtenstein, Lithuania, Luxembourg, Malta, Moldova, Monaco, Montenegro, Netherlands, North Macedonia, Poland, Portugal, Romania, San Marino, Serbia, Slovakia, Slovenia, Spain, Switzerland, Türkiye, Ukraine, United Kingdom and Vatican City State. Non-exclusive: Denmark, Finland, Germany, Hungary, Norway and Sweden.

Fonte @ebu.ch/news/2023/01/ioc-awards-exclusive-2026-2032-olympic-games-media-rights-in-europe-to-european-broadcasting-union-and-warner-bros-discovery

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: