Estonia Variety

Mari Kalkun – ”La musica ereditata dalla tradizione degli antenati è la storia che coesiste con la terra e la natura, parla al suono della mente, dell’anima.”  

Mari Kalkun è una musicista, cantante e compositrice che si affida alle sue radici estone meridionali. Le canzoni sono in gran parte composizioni proprie, ispirate alla natura, alla poesia estone e alla musica popolare. Il suono fluente della lingua estone e dei suoi dialetti crea un’atmosfera meditativa, nella sua musica intrecciata con il canto tradizionale – regilaul – e folkore. Per fare musica e accompagnare lei stessa usa il kannel,

Il suo primo album solista dal titolo “Üü tulõk” (“Arrival of the Night”, etichetta discografica Õunaviks, 2007) ha ottenuto un notevole riconoscimento tra il pubblico e la critica della musica estone. Da allora i concerti l’hanno portata in Francia, Ungheria, Inghilterra, Scozia, Germania, Finlandia, Russia, Armenia e Giappone. “Vihmakõnõ” (“Dear Rain” Õunaviks 2010) è il suo secondo album, dedicato ai nonni. Essere personali e mantenere il contatto con le radici “Dear Rain” continua quello che è iniziato con il primo album, ma si avvicina al minimalismo e sperimenta suoni / suoni.

L’album è registrato in varie posizioni in ambienti domestici. Mari Kalkun ha conseguito un master in canto tradizionale presso l’Accademia di musica e teatro estone. Parte del tempo di studio trascorso in cambio presso la Sibelius Academy di Helsinki, in Finlandia. Ha ricevuto l’estone Ethno Music Award 2013 come miglior cantante.

Il video è stato realizzato al Pähni Nature Centre , un bosco estone al confine con la Lituania, dove alcuni ragazzi dell’Accademia di Belle Arti hanno progettato, realizzato e installato tre grandi megafoni in legno.

Riprese effettuate su iniziativa giapponese per Rinrei Native Music JournayLa musica ereditata dalla tradizione degli antenati è la storia che coesiste con la terra e la natura parla al suono della mente, dell’anima.”

Mari Kalkun & Runorun è il gruppo internazionale di Mari con sede a Helsinki, hanno iniziato la collaborazione nel 2012. L’improvvisazione è una parte importante del processo di lavoro dell’ ensemble che consente alla band di essere giocosa e innovativa. Anche se solo un quartetto, tutti i membri si distinguono per padroneggiare strumenti multipli, profonda conoscenza delle tradizioni e con una grande fantasia.

Il suono particolare di Runorun deriva da due voci femminili e due kantel vicini, supportati da contrabbasso e percussioni. Il loro album “Tii ilo” è stato rilasciato nella primavera del 2015 dalla rinomata etichetta finlandese Rockadillo Records, seguita da una pubblicazione giapponese di Afterhours.

Tii ilo” celebra la bellezza del movimento e dell’essere sulla strada. Derivando il potere dalla tradizione musicale estone, dalla poesia contemporanea e dalla musica delle zone finnovergionali ( lingue slave orientale), i paesaggi sonori di “Tii ilo” stanno crescendo dai ritmi interiori al selvaggio ruggito di voci e archi.

Social Facebook